Garanzia auto

Garanzia auto: la svalutazione del mezzo e la salvaguardia dell’immagine

La garanzia delle auto nuove e usate, tra norme e differenze: in quest'ultimo capitolo parliamo di svalutazione del mezzo e di salvaguardia dell'immagine

25 giugno 2020 - 15:50

Nel precedente capitolo del nostro focus sulla garanzia auto abbiamo spiegato i motivi per cui non è semplice ottenere la sostituzione del veicolo se si scopre qualche difetto durante il periodo di garanzia, e in effetti si tratta di un evento molto raro. Ora proseguiamo l’approfondimento ricordando che autoveicoli e motoveicoli sono soggetti a immatricolazione e sono intestati a persone fisiche, società o enti: ciò crea una svalutazione commerciale di mercato pressoché immediata, superiore all’effettivo valore del bene in funzione del reale invecchiamento. Ne consegue che l’ipotetica sostituzione di un’auto a titolo di garanzia, se decisa autonomamente dal venditore e in sede extragiudiziale, è comunque una prassi non codificata, non automatica e molto onerosa per il venditore poiché, salvo rarissimi casi, non potrà rivalersi sul produttore.

GARANZIA AUTO E SOSTITUZIONE DEL MEZZO: PER LE CASE È UN PRECEDENTE PERICOLOSO

Un altro aspetto importante che induce le case madri a scoraggiare, nel rapporto contrattuale con le proprie concessionarie di vendita, la prassi extragiudiziale della sostituzione del veicolo, riguarda la necessità di non creare precedenti pericolosi anche per la propria immagine. In altri termini, un solo caso di avvenuta sostituzione della vettura, sia pure per soli motivi di ‘correntezza’ commerciale, potrebbe creare una reazione a catena a causa del passaparola; e provocare immancabilmente altre richieste analoghe, sostenute o meno dal concessionario, da parte di altri clienti più o meno scontenti o solo ‘furbetti’.

SOSTITUIRE UNA VETTURA È UNA SCONFITTA D’IMMAGINE?

D’altra parte, dal punto di vista del produttore (ma non solo), la sostituzione di un proprio prodotto costituisce sempre una sconfitta sul piano dell’immagine, a prescindere dai motivi che l’hanno generata. Significa, infatti, ammettere implicitamente agli occhi degli osservatori esterni, che quel prodotto è difettoso, che non può essere reso conforme agli standard, e che quindi deve essere sostituito.

CHE FINE FANNO LE VETTURE IN GARANZIA SOSTITUITE…

In realtà sappiamo tutti che ciò non risponde a verità, tanto è vero che il veicolo ‘incriminato’ (se mai fosse davvero sostituito) non sarebbe certo rottamato né rispedito in fabbrica ma semplicemente rivenduto, come usato, al normale prezzo di mercato e in mano al nuovo proprietario renderebbe probabilmente un servizio egregio!

Approfondisci anche:

1) Garanzia auto: responsabilità del venditore e assistenza post-vendita (Home)
2) Garanzia auto: cosa dice la Direttiva Comunitaria 99/44/CE
3) Garanzia auto e sostituzione del veicolo: da richiedere con parsimonia
4) Garanzia auto: la svalutazione del mezzo e la salvaguardia dell’immagine

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto nuova con difetto di lieve entità

Auto nuova con difetto di lieve entità: cosa fare

Noleggio auto multe

Si può pagare una multa a rate?

Costi occulti dei preventivi auto