Test Pastiglie Freni: le marche migliori secondo ADAC

Ecco il test-verità dell’ADAC sulle pastiglie freni aftermarket: le marche e migliori e cosa cambia davvero nel confronto con i ricambi originali

2 luglio 2021 - 13:25

Quando arriva il momento di cambiare le pastiglie e i dischi è frequente il ricorso ai ricambi equivalenti per ridurre i costi di manutenzione. Spesso le stesse pastiglie dei freni aftermarket sono prodotte dalle aziende che sono anche fornitori di primo equipaggiamento delle Case auto. Ma cosa cambia realmente tra le pastiglie dei freni originali e quelle aftermarket o equivalenti? L’Automobile Club Tedesco ha messo a confronto 6 kit di pastiglie e dischi per stabilire le marche migliori dei freni. Ecco cosa bisogna sapere dai risultati del test freni auto e i consigli degli esperti.

MARCHE DI PASTIGLIE FRENI AFTERMARKET E ORIGINALI A CONFRONTO

L’ADAC ha confrontato cinque sistemi frenanti, ovvero quattro dischi con relative pastiglie, su una Volkswagen Golf 7, rispetto ai ricambi originali Volkswagen valutando sicurezza, durata e aspetti ambientali. Le prestazioni di frenata e l’usura sono state esaminate al banco prova con due diversi cicli di frenata (sforzo moderato e alto). Mentre le prove di guida reale con la Golf si sono concentrate sull’influenza dei vari sistemi frenanti sul comportamento di guida. Le marche di pastiglie freni nel test sono:

Ate, contraddistinte da soluzioni per la riduzione delle polveri;

Brembo, connotazione più sportiva

Bosch, gamma di pastiglie freni economiche;

Ridex, gamma di pastiglie freni economiche;

Zimmermann, connotazione più sportiva;

– Ricambi originali Volkswagen;

I TEST ADAC SULLE PASTIGLIE FRENI AFTERMARKET E ORIGINALI

La più grande differenza che nota il consumatore tra le varie marche di pastiglie freni e dischi è nel prezzo: il costo dei ricambi varia da circa 100 euro per Ridex a 432 euro per 4 dischi e pastiglie originali Volkswagen. A questi costi ovviamente va aggiunta anche la manodopera. Ma vale davvero la pena investire soldi nei ricambi originali? Ecco la risposta dell’ADAC e risultati dei test:

Test di frenata da 100 km/h su asciutto: le distanze di frenata variano entro 50 centimetri di differenza per le pastiglie freni aftermarket rispetto a quelli originali Volkswagen. Unica differenza per i freni Ridex (+1 metro e punteggio 3,6) e Zimmermann, mentre le pastiglie aftermarket e quelle originali sono risultate simili;

Test di frenata a caldo con sforzo variabile: dimostra invece che il coefficiente di attrito decresce sensibilmente nelle prove al banco (fenomeno chiamato fading). In questa prova Ridex è risultata peggiore (4,3);

L’ADAC afferma che i dischi freno forati rendono l’auto più sportiva, ma nel test non influenzano le prestazioni di frenata e l’usura. Tuttavia, i dischi forati rilasciano meno emissioni dirette di particolato nell’ambiente. La polvere dei freni si raccoglie nei fori, formando grossi grumi di particelle con meno probabilità di andare in sospensione nell’aria. Clicca l’immagine sotto per vedere nel dettaglio il risultato dei test in tabella.

PASTIGLIE FRENI E DISCHI ORIGINALI VS AFTERMARKET: I RISULTATI

I risultati del test ADAC sulle pastiglie freni e dischi conferma che la scelta della marca migliore può influenzare specifici aspetti (Usura – Verschleiß; Attrito – Reibwerte Konstanz; Forza frenante – Bremsleistung, nella tabella sopra). Tutti i freni invece sono sicuri, condizione necessaria e imposta dallo standard europeo ECE R 90. Difatti solo Ridex è la marca freni valutata come “soddisfacente”, mentre gli altri sono “buoni”. Secondo l’ADAC il risultato molto simile nei test di frenata si può spiegare con la presenza del sistema di assistenza in frenata di emergenza. Quando il conducente preme con forza il pedale, l’Emergency Brake Assist capisce che c’è una situazione di emergenza e incrementa la forza frenante. Ma non dimenticate che anche gli ammortizzatori usurati e la pressione errata delle gomme influenzano negativamente la distanza di frenata.

Ecco i commenti in sintesi del test ADAC sulle pastiglie freni aftermarket VS originali Volkswagen:

ATE Ceramic: bassa usura con una minore contaminazione del cerchio, ha il miglior coefficiente di attrito nelle prove. Le prestazioni di frenata diminuiscono leggermente sotto carico;

Brembo Xtra-Line: alte prestazioni di frenata al banco, ma sotto carico il coefficiente di attrito diminuisce anche al di sotto dei freni Volkswagen. L’usura del disco e delle pastiglie è molto superiore alle altre marche;

Bosch: appena sotto le buone prestazioni di frenata, hanno bassi valori di usura sotto carico moderato e relativamente alti sotto stress;

Ridex: i freni più economici deludono per il coefficiente di attrito inferiore alla media, sotto carico e nelle frenate a caldo c’è notevole fading. In termini di usura ed emissioni di polvere invece Ridex è esemplare;

Volkswagen: prestazione di frenata costanti ad elevate condizioni di carico, velocità e temperatura. Tuttavia, l’usura del disco e delle pastiglie è elevata;

Zimmermann CoatZ: inferiori alla media nelle frenate reali, nel complesso soddisfacente anche per l’usura moderata.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Cinghia di distribuzione: quando bisogna sostituirla?

Auto elettriche per la famiglia: qual è il modello giusto?

Freni delle auto elettriche: fino a 20 kg in meno di quelli normali