Sensore MAP motore auto: cos’è e come funziona

Cos’ il sensore MAP del motore e cosa succede quando non funziona: guasti, diagnosi e funzionamento del sensore che crea non pochi problemi

17 settembre 2020 - 15:09

Il sensore MAP è tra i più conosciuti dagli automobilisti che si sono imbattuti nei problemi di erogazione che derivano da un sensore di aspirazione motore difettoso. Dove si trova il sensore MAP, come funziona e quali sono i sintomi di un sensore MAP da sostituire? Ne parliamo in questo approfondimento con i consigli di uno dei maggiori produttori di componentistica auto.

COS’E’ IL SENSORE MAP DI ASPIRAZIONE

Spesso il sensore MAP è confuso dagli appassionati con un non ben precisato “sensore della mappa”. In realtà l’acronimo MAP ha un significato ben preciso: “Manifold Absolute Pressure“. Da questo si capisce che i sensori MAP sono sensori di pressione dei collettori di aspirazione utilizzati per calcolare la massa d’aria aspirata dal motore senza carico.  Ad elevati carichi del motore, invece, è l’angolo della valvola a farfalla (tramite potenziometro) a definire il valore della massa d’aria. Ma non solo, nei motori turbocompressi (sia diesel sia benzina) il sensore MAP serve a controllare anche il turbo-compressione. Non a caso, ma stavolta con cognizione, viene indicato anche come sensore di pressione sovralimentazione anche se collocati a monte o a valle della valvola a farfalla.

COME FUNZIONA IL SENSORE MAP DELL’AUTO

All’interno del sensore c’è un diaframma che si curva per effetto della pressione esercitata. Il diaframma (o più di uno) sono collegati a estensimetri, tirati o compressi dalla curvatura. Ad ogni variazione della lunghezza corrisponde una precisa resistenza elettrica. Questa variazione di resistenza è letta e comunicata alla centralina tramite i 3 pin del sensore. A un pin arriva una tensione di 5 volt, al secondo pin c’è la tensione di segnale, che varia tra 0,2 e 4,8 V, al terzo pin c’è la massa del segnale. Non di rado può esserci anche un quarto pin se prevista la misurazione della temperatura dell’aria aspirata.

SENSORE MAP DI PRESSIONE ARIA DA SOSTITUIRE

Quando il sensore di pressione aria all’aspirazione non funziona è molto difficile che il conducente non si accorga dell’avaria. In genere il sensore MAP starato o difettoso ha un effetto sul funzionamento del motore e l’accensione dell’avaria motore con modalità “recovery”. I cali di potenza sono ancora più marcati sui motori turbo. Le cause più frequenti da ricercare rivolgendosi in officina sono:

– interruzione della tensione di alimentazione;

– cavi danneggiati;

– connettori difettosi o ossidati;

– sensore starato.

Quasi sempre le descrizioni che si leggono con diagnosi auto nella memoria guasti della centralina sono associate a:

– segnale di pressione di sovralimentazione o aspirazione non plausibile;

– valore pressione aspirazione troppo basso;

– valore pressione aspirazione troppo alto.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Come sono fatti il cilindro e la canna

Cambio gomme invernali 2020: gli errori da non fare

Consiglio acquisto auto 7 posti: budget fino a 25.000 euro