Revisioni auto

Revisioni auto: in Italia +15,2% nel 2021, si torna ai livelli pre-Covid

I dati sulle revisioni auto in Italia nel 2021: +15,2% di spesa e +11,86% di interventi rispetto al 2020, si è tornati decisamente ai livelli pre-Covid

24 febbraio 2022 - 18:00

Nel 2021 il numero delle revisioni auto in Italia è tornato ai livelli pre-Covid, anzi l’incremento rispetto al 2020 è così alto che le revisioni sono risultate addirittura superiori a quelle effettuate nell’intero 2019, ultimo anno prima della pandemia. Un exploit decisamente inaspettato, dovuto probabilmente alle proroghe che hanno spinto molti automobilisti a spostare il controllo dal 2020 al 2021.

REVISIONI AUTO: NEL 2021 +15,2% DI SPESA E +11,86% DI CONTROLLI

Le cifre fornite dall’Osservatorio Autopromotec, che ha elaborato dati del MIMS, svelano che nel 2021 gli italiani hanno speso 1.028,76 milioni di euro per far revisionare le loro auto nelle officine private autorizzate. Nel 2020, anno del pesante lockdown tra marzo e aprile, la spesa si era fermata a 892,75 milioni, significa che in 12 mesi c’è stata una crescita del +15,2%. Complessivamente le revisioni auto eseguite l’anno scorso sono state 14.931.174 contro le appena 13.348.606 del 2020 (+11,86%). L’aumento c’è stato ovunque, con punte del +18,9% e +18,7% rispettivamente in Calabria e Liguria, mentre l’incremento più basso si è avuto in Veneto (+12,2%). Nella tabella in basso potete leggere i dati relativi alle spese per la revisione in tutte le regioni.

REVISIONI AUTO IN ITALIA: NEL 2021 AUMENTO DOVUTO ALLE PROROGHE?

Come spiegavamo poc’anzi, e come conferma lo stesso Osservatorio Autopromotec, l’abbondante crescita del numero di revisioni auto nel 2021 è dovuta non solo alle restrizioni meno rigide rispetto al 2020, ma soprattutto dall’applicazione di proroghe che hanno permesso di spostare i controlli ben oltre la scadenza ordinaria, facendo posticipare al 2021 parecchie revisioni che scadevano nel 2020. L’anno scorso, per esempio, il discusso Regolamento UE 2021/267 ha prorogato di 10 mesi la scadenza della revisione di automobili, autobus, autocarri, trattori stradali e rimorchi e semirimorchi dal peso superiore a 3,5 tonnellate, e del relativo certificato, per i controlli che si sarebbero dovuti effettuare nel periodo compreso tra il 1° settembre 2020 e il 30 giugno 2021.

Come si intuisce i periodi di proroga stanno ormai terminando e possono ancora usufruirne solo coloro che avevano la revisione auto in scadenza tra fine aprile e fine giugno 2021. Poi si tornerà per tutti alle ordinarie tempistiche pre-Covid, a maggior ragione dopo l’annuncio del premier Draghi di non voler estendere lo stato d’emergenza dopo il 31 marzo 2022.

REVISIONI AUTO 2021: L’AUMENTO DELLA TARIFFA HA INFLUITO SUL TOTALE DEI COSTI?

Da notare che secondo l’Osservatorio Autopromotec all’aumento della spesa per le revisioni auto nel 2021 potrebbe aver contribuito la crescita della tariffa, passata da 45 a 54,95 euro (per complessivi 78,75 euro con l’aggiunta dei costi addizionali). È però vero che l’aumento è partito solo dal 1° novembre, quindi dovrebbe aver inciso poco (un dato più attendibile l’avremo alla fine del 2022). In ogni caso è stato introdotto un bonus revisione auto per richiedere un rimborso di 9,95 euro, così da compensare almeno in parte l’aumento del costo della revisione.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Citroën con problema AdBlue: la riparazione costa sino a 1200 €

Costo passaggio di proprietà auto

Costo passaggio di proprietà auto 2023: importo e calcolo

Fringe benefit 2022 tabelle ACI

Auto aziendale: chi può scaricare l’Iva?