Green Pass e mascherine 1 maggio 2022

Stato di emergenza: stop dal 1° aprile, cosa cambia per le auto

Addio allo stato di emergenza Covid: stop dal 1° aprile 2022, cosa cambia per le auto e per tutti i servizi e le attività legate ai motori

24 febbraio 2022 - 12:30

Come avrete già letto, il premier Mario Draghi ha annunciato che il Governo italiano non intende prorogare lo stato di emergenza oltre il 31 marzo 2022, e che dal giorno successivo non sarà più in vigore il sistema delle zone colorate. Sempre dal 1° aprile cesserà ovunque l’obbligo delle mascherine all’aperto e quello delle mascherine FFP2 nelle classi scolastiche, e gradualmente si metterà fine all’obbligo di utilizzo del Green Pass rafforzato. Insomma, l’obiettivo è quello di riportare l’Italia al più presto alla normalità pre-Covid, anche se il Governo continuerà a monitorare con attenzione la situazione pandemica, pronto a intervenire in caso di recrudescenza del virus. Ovviamente questo annuncio di Draghi comporta dei cambiamenti anche nel settore che più ci interessa, quello delle auto, con il ripristino a regime delle attività e dei servizi che avevano subito modifiche a causa della pandemia.

FINE DELLO STATO DI EMERGENZA: PATENTI, FOGLI ROSA E CQC

L’ultimo prolungamento dello stato d’emergenza al 31 marzo 2022 ha determinato in automatico, in base alla normativa nazionale per fronteggiare l’emergenza Covid, la proroga di 90 giorni dei termini di scadenza di ogni patente, CQC e altre abilitazioni alla guida, nonché dei documenti necessari per il loro rilascio o conferma di validità. Inoltre è sempre valido il Regolamento UE 2021/267 del 16 febbraio 2021 che sull’intero territorio UE/SEE ha esteso di 10 mesi la validità delle patenti in scadenza o scadute dal 1° settembre 2020 al 30 giugno 2021.

Pertanto, per la sola circolazione sul suolo italiano, la validità delle patenti rilasciate in Italia quali titoli abilitativi alla guida, scadute dal 31 gennaio 2020 al 31 marzo 2022, giunge fino al 29 giugno 2022 (90° giorno successivo al termine dello stato di emergenza). Mentre per circolare nei Paesi UE/SEE (eccetto l’Italia) con una patente italiana o per circolare in Italia con la patente di un diverso Paese membro UE/SEE, vige la proroga europea di 10 mesi per i documenti scaduti dal 1° settembre 2020 al 30 giugno 2021.

Anche i fogli rosa in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 31 marzo 2022 sono stati prorogati fino al 90° giorno successivo alla cessazione dello stato di emergenza per il Covid, quindi attualmente al 29 giugno 2022 (qui ulteriori informazioni su tutte le proroghe delle patenti).

Pertanto se, come annunciato da Draghi, lo stato d’emergenza non sarà esteso dopo il 31 marzo, anche le proroghe previste fino al 29 giugno 2022 non saranno rinnovate, e dopo questa data si tornerà alle scadenze ordinarie indicate sui vari documenti di guida.

STOP ALLO STATO DI EMERGENZA DAL 1° APRILE: REVISIONE AUTO

Per quanto riguarda la revisione auto, oggi sono ancora valide le disposizioni del già citato Regolamento UE 2021/267 che ha prorogato di 10 mesi la scadenza della revisione di automobili, autobus, autocarri, trattori stradali e rimorchi e semirimorchi dal peso superiore a 3,5 tonnellate, e del relativo certificato, per i controlli che si sarebbero dovuti effettuare nel periodo compreso tra il 1° settembre 2020 e il 30 giugno 2021.

Significa che chi aveva la revisione in scadenza dal 1° al 30 aprile 2021 ha tempo per farla fino al 28 febbraio 2022, chi ce l’aveva in scadenza dal 1° al 31 maggio 2021 può farla fino al 31 marzo 2022 e chi aveva la revisione in scadenza dal 1° al 30 giugno 2021 può mettersi in regola fino al 30 aprile 2022. Dopo questa data non è più prevista alcuna proroga per la revisione dei veicoli.

FINE DELLO STATO DI EMERGENZA: SPOSTAMENTI IN AUTO

Con l’eliminazione delle zone a colori dal 1° aprile 2022 cadranno anche le restrizioni sugli spostamenti in auto tra diversi Comuni o Regioni, oggi vigenti, con diverse modalità, in zona gialla, arancione e rossa. Come sappiamo, però, negli ultimi mesi tali restrizioni riguardano quasi esclusivamente i soggetti privi di Green Pass.

STATO D’EMERGENZA, STOP DAL 1° APRILE 2022: PERSONE IN AUTO

Forse pochi se lo ricordano ma attualmente sono ancora in vigore le disposizioni anti-contagio che impongono il distanziamento anche all’interno delle automobili tra persone non conviventi. In casi del genere è infatti richiesto che il conducente e i passeggeri indossino la mascherina e che tra gli occupanti ci sia almeno un metro di distanza (una sola persona, ovviamente il conducente, sui sedili anteriori e massimo due persone, sedute ai rispettivi margini, su quelli posteriori). Questa disposizione, invero poco rispettata (e poco controllata), non cadrà con la fine dello stato di emergenza ma con l’abolizione dell’obbligo di mascherine e distanziamento al chiuso, ci vorrà quindi ancora del tempo.

FINE DELLO STATO DI EMERGENZA: USO DEL GREEN PASS

Per quanto riguarda infine l’utilizzo obbligatorio del Green Pass per accedere a varie attività e servizi come i corsi nelle autoscuole, gli esami per la patente, le officine, i centri di revisione veicoli, i mezzi pubblici, ecc., la sua cancellazione sarà graduale e seguirà una road-map che verrà probabilmente pubblicata nelle prossime settimane. La fine dello stato d’emergenza dal 1° aprile 2022 non significa quindi che finisce anche il Green Pass, ma da quella data potrebbe iniziare la sua graduale rimozione (inizialmente per le attività all’aperto).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Quanto costa parcheggiare a Malpensa?

Green NCAP, il tool per misurare l’efficienza auto: come funziona

Test e-Fuel e Biodiesel: quanto diminuiscono le emissioni auto?