Olio motore 5W30 o 5W40: quali differenze?

Meglio un olio motore 5W30 o 5W40? Vediamo cosa cambia tra le due sigle e quali differenze ci sono tra le specifiche SAE dell’olio 5W30 e 5W40

8 maggio 2020 - 13:15

Sei in procinto di cambiare l’olio motore ma non sai quali differenze ci sono tra l’olio 5W30 e il 5W40? La scelta dell’olio lubrificante con le caratteristiche giuste non deve essere casuale. Vediamo cosa significano i simboli 5W30 e 5W40 e cosa cambia tra le due sigle di olio motore.

OLIO MOTORE 5W30 O 5W40: QUALE SCEGLIERE

Il dubbio amletico tra l’olio motore 5W30 o 5W40 è molto frequente soprattutto quando si decide di fare il tagliando auto fai da te. La scelta dell’olio basandosi sul prezzo è il presupposto peggiore che porta poi a scegliere l’olio motore tra i prodotti più convenienti ma non necessariamente adatti. La maggior parte delle nuove auto in circolazione infatti utilizza questi due tipi di oli e scambiare un olio 5W30 con un 5W40 non sempre è consigliabile. L’errore più grossolano è confondere gli indici SAE con le specifiche API e ACEA. Gli indici SAE (nel caso, 5, 30, 40, ecc.) indicano come cambia la viscosità (e la fluidità) dell’olio in funzione della temperatura. Le specifiche API e ACEA invece indicano quanto l’olio “resiste” a condizioni di lavoro variabili (diesel, benzina, con post trattamento dei gas, ecc).

OLIO MOTORE 5W30 O 5W40: LE SPECIFICHE API/ACEA

In questo paragrafo capiremo meglio quali differenze ci sono nella scelta tra oli con specifiche API/ACEA diverse. Nella scelta tra un olio motore 5W30 o 5W40, la variabilità della “qualità” (specifiche API/ACEA) dà più ampio margine di manovra rispetto alle caratteristiche di viscosità (indici SAE). A patto però di non scendere mai sotto quelle minime consigliate dal costruttore. Ad esempio, si può scegliere un olio motore con specifica API SM/CI, migliore di un olio API SL/CH consigliato (in base alla lettera dopo “S” per motori benzina e “C” per i diesel). Lo stesso vale per un olio con specifica ACEA A3/B3/C”Y” in luogo di un olio consigliato A2/B2/C”X” (A, riferita a motori benzina; B, ai diesel; C ai motori con post trattamento dei gas). Invece, scegliere arbitrariamente tra l’olio 5W30 o 5W40 è controproducente. Ogni motore, infatti, risponde a specifiche esigenze di lubrificazione che i progettisti definiscono anche in base alle tolleranze costruttive e alle condizioni di funzionamento. Queste specifiche sono rappresentate graficamente dalla tabella SAE J300 che vediamo qui sotto.

OLIO MOTORE 5W30 O 5W40: I TEST A CALDO

Uno degli errori più rischiosi quando si cerca di dare una spiegazione alle differenti sigle 5W30 e 5W40 è riferirsi alla temperatura di esercizio dell’olio. Una valutazione corretta, invece, riguarda la temperatura ambientale di utilizzo dell’auto, ma non è l’unico criterio per stabilire quale olio motore usare. La SAE J300 raffigura, tramite gli indici, il range di funzionamento in base alla viscosità dell’olio motore a freddo e a caldo. Questi paramenti sono definiti tramite prove di laboratorio, che per l’indice dopo la “W” riguarda, tra gli altri test, la viscosità cinematica a 100 °C, la viscosità dinamica a 150 °C. Assodato quindi che a freddo la differenza tra l’olio 5W30 e 5W40 non cambia, le cose cambiano notevolmente a caldo. Perché la differenza tra l’olio W30 e l’olio W40 è nei risultati di queste prove. L’olio 5W30 ha viscosità cinematica a 100 °C che varia tra 9,3 e 12,5 mm2/s mentre l’olio 5w40 tra 12,5 e 16,3 mm2/s. E veniamo alla domanda fatidica: si può mettere l’olio 5W30 al posto del 5W40?

CAMBIARE L’OLIO MOTORE 5W30 CON 5W40

Come abbiamo visto, la differenza tra 5W30 e 5W40 definisce, per dirla in modo semplice, quanto è spesso il film di olio a caldo. Stabilire se per un motore sia più idoneo un olio 5W30 o 5W40 richiede a monte valutazioni che tengono conto delle tolleranze progettuali, del carico cui è sottoposto il motore, delle emissioni allo scarico per l’omologazione e delle temperature di funzionamento (interne). Capirete, quindi, perché in condizioni di normale usura la cosa migliore da fare è rispettare gli indici SAE consigliati dal Costruttore sul libretto e al massimo scegliere un olio 5W30 o 5W40 con specifiche API/ACEA “maggiori”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Sensore MAF: cos’è e come funziona

Ammortizzatori auto: come funzionano e quando vanno sostituiti?

Tagliando auto: cosa comprende e quanto costa