Lavare l’auto in inverno: come farlo nel modo corretto

Lavare l’auto in inverno è tra gli impegni più rimandati, ma qui vi spieghiamo perché e come lavare correttamente l’auto soprattutto con il freddo

27 dicembre 2019 - 12:58

Lavare l’auto in inverno potrebbe sembrare un’inutile scocciatura ma per molti versi rappresenta il modo migliore per proteggere l’auto dal deterioramento invernale. C’è chi lava l’auto in inverno solo per motivi estetici e chi invece è costretto a farlo per impedire al sale (dove cosparso) di arrugginire l’auto in breve tempo. Impugnare secchio e spugna d’inverno per lavare l’auto è fuori discussione, così spesso e volentieri si ricorre all’idropulitrice, magari con acqua calda per sciogliere lo sporco più tenace. Ma qual è il modo corretto per non fare fatica e lavare l’auto in inverno senza fare danni? Ecco alcuni consigli dell’ADAC che sfatano anche alcuni miti sul lavaggio auto in inverno.

I MITI SUL LAVAGGIO AUTO IN INVERNO E IL SALE

Nei luoghi dove la temperatura scende stabilmente sotto lo zero, per evitare il ghiaccio sull’asfalto viene cosparso un agglomerato a base di sabbia e sale. Per anni si è consigliato di lavare frequentemente l’auto poiché il sale cosparso in strada corrode la vernice. In realtà, come spiega l’Automobile Club Tedesco, questo è vero solo in parte. Il sale ha un potere aggressivo sulla carrozzeria dell’auto e la arrugginisce solo se la vernice è già scalfita o graffiata. In questi casi infatti diventa prioritario lavare l’auto prima possibile per prevenire l’ossidazione. E’ scontato che i depositi di sale lasciati per lungo tempo ad agire sotto il pianale avranno un effetto deleterio, tanto quanto meno protetta è l’auto con vernici e rivestimenti usurati.

QUANDO EVITARE ASSOLUTAMENTE DI LAVARE L’AUTO IN INVERNO

Al contrario invece, quando la temperatura sotto i -10 °C, è fortemente sconsigliato lavare l’auto, soprattutto perché gli autolavaggi utilizzano sicuramente acqua calda tra i 10 e i 30 °C. La vernice della carrozzeria e le parti in plastica, proprio come i vetri dell’auto, non gradiscono sbalzi termici eccessivi. In caso contrario potrebbero spaccarsi o opacizzarsi soprattutto se riverniciate da poco. Sulla frequenza con cui lavare l’auto in inverno invece si può ripetere come in estate, ricordando però che almeno le luci e i vetri dovranno essere frequentemente puliti per guidare in sicurezza.

LAVARE L’AUTO IN INVERNO: I TRUCCHI DA RICORDARE

Che si tratti di un autolavaggio fai da te o automatico, lavare l’auto in inverno richiede una fase preliminare importante che secondo l’ADAC non va assolutamente saltata. Soprattutto se l’auto ha incrostazioni di sale e terra o pezzi di ghiaccio misto a sabbia è importante fare il prelavaggio a bassa pressione. In questo modo si elimina tutto lo sporco che nella fase successiva dei rulli potrebbe seriamente opacizzare e graffiare la vernice. Quanto ai rulli invece, accertatevi che le setole siano fatte di polietilene (PE) sottoforma di schiuma o tessuto a formare le fettucce dei rulli. Solo così, dopo aver effettuato un accurato prelavaggio, l’auto uscirà immacolata e senza danni anche dopo frequenti lavaggi invernali.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Lampade Xenon aftermarket: Osram presenta le Xenarc D5S

Catene da neve: 5 errori da non fare per salvarsi la pelle

Auto diesel Euro 6: inquinano fino a 1000 volte di più