Frizione maggiorata, sostituzione e regolazione pedale: come fare

Regolare la frizione su alcune auto è una prassi dopo la sostituzione: vediamo come fare, i controlli e come capire se il pedale frizione si deve regolare

27 aprile 2020 - 15:00

La sostituzione della frizione con una frizione maggiorata è un intervento che quasi sempre porta alla regolazione del pedale. Una prassi ben nota agli autoriparatori esperti e che agli occhi attenti dei clienti può sembrare che qualcosa non va nel pedale. Vediamo perché è importante regolare il pedale frizione e come controllare la corsa del pedale frizione.

FRIZIONE MAGGIORATA, SOSTITUZIONE E REGOLAZIONE PEDALE

La regolazione del pedale della frizione, salvo i casi in cui non è prevista, è un’operazione che fa parte della normale prassi dopo la verifica della corsa del pedale frizione. Quando quella che in gergo si chiama corsa a vuoto della frizione aumenta, è evidente che c’è un problema nel meccanismo di azionamento ed è consigliabile andare in officina. Può capitare che la corsa della frizione aumentata sia legata anche al montaggio di una frizione maggiorata, come specifica uno dei principali produttori di componentistica auto. Nel corso di vita di un’auto, per necessità tecniche o correzioni di progetto, può capitare che su alcuni modelli, il diametro del disco frizione sia maggiore di quello previsto in origine. Nel caso della frizione PSA su Peugeot 107, Citroen C1 e Toyota Aygo con motori CFA, CFB, KGB10 e 1KR-FE, ad esempio, si è passati da 180 mm a 190 mm.

REGOLAZIONE PEDALE FRIZIONE

Quando la sostituzione della frizione con una maggiorata, prevede anche il controllo della corsa del pedale, i controlli da fare per la regolazione della frizione sono:

– affiancare una riga come mostrato nella foto sotto;
premere manualmente il pedale della frizione esercitando una leggera pressione (non più di 2 kg);
– misurare la corsa del pedale frizione dalla posizione di riposo fino a quando non si avverte la prima resistenza;
– la corsa misurata deve essere di 23 mm ± 1 mm (nei casi specifici sopra) o comunque non superiore a circa il 30% della corsa;
– se il valore rilevato non rientra nella tolleranza, occorre regolare il gioco sul tirante della frizione, ma consigliamo vivamente di lasciarlo fare a un autoriparatore esperto che saprà dove mettere le mani.

PEDALE FRIZIONE A VUOTO LUNGO: I SINTOMI

Dopo la regolazione del pedale della frizione, soprattutto se si monta una frizione maggiorata, il pedale della frizione può in seguito avere un‘altezza maggiore rispetto a quello del freno, ma è del tutto normale. E’ un sintomo invece di una frizione da regolare o usurata una corsa del pedale che a vuoto supera di molto circa il 25-50% dell’escursione prima di opporre resistenza (o che è subito molto dura). In tal caso è importante rivolgersi in officina per un controllo e verificare la corretta regolazione ogni 15-20 mila km in caso di frizione lunga. Gli esperti consigliano di controllare spesso la regolazione frizione per evitare di ridurre notevolmente la durata della frizione.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Recupero Energia in frenata: come funziona il KERS su Fiat Panda Hybrid

Auto ibride: manutenzione inverter e sostituzione liquido raffreddamento

I migliori aspirapolvere auto: il test su 8 modelli a confronto