Durata frizione: errori e consigli su come ingrassare la frizione auto

Quando la durata della frizione dipende dal montaggio: ecco gli errori più frequenti e i consigli su come ingrassare la frizione auto

9 aprile 2020 - 13:27

La durata della frizione auto è spesso collegata alla qualità dei ricambi e allo stile di guida. I parerei dei maggiori produttori di ricambi auto però concordano sul fatto che disattenzioni ed errori nel montaggio della frizione possono ridurre la durata. Uno di questi riguarda il modo corretto di ingrassare la frizione auto, che non è sempre necessario. Vediamo errori e consigli su come ingrassare la frizione auto per autoriparatori esperti (e non).

DURATA FRIZIONE: PERCHE’ INGRASSARE LA FRIZIONE?

La sostituzione fai da te della frizione è un intervento assolutamente sconsigliato: servono attrezzature e conoscenze tecniche, oltre al non sottovalutabile divieto della legge 122/1992. Con la guida di oggi su come ingrassare la frizione auto, con l’aiuto degli esperti Schaeffler, vediamo da vicino quando e perché va lubrificata la frizione. Perché serve lubrificare la frizione? La frizione in genere è accoppiata al cambio tramite millerighe sul mozzo speculare all’albero primario del cambio. E’ proprio durante il continuo scorrimento sul primario del cambio che il mozzo della frizione potrebbe arrugginirsi per attrito. Se il mozzo si arrugginisce, il disco della frizione non scorre liberamente: ecco perché è abitudine nella sostituzione, ingrassare la frizione auto. Ma non è sempre un intervento utile: ecco alcuni consigli ed errori sulla lubrificazione della frizione.

DURATA FRIZIONE: QUANDO SI DEVE INGRASSARE E QUANDO NO

L’operazione di ingrassare la frizione auto va fatta solo ed esclusivamente se il mozzo centrale della frizione è fatto per ricevere lubrificante. Per capire se una frizione si deve ingrassare oppure no Schaeffler distingue due casi di trattamento superficiale del mozzo:

– Se il mozzo della frizione appare lucente (foto a sinistra) il metallo ha subito un trattamento in un bagno chimico per la nichelatura elettrolitica. In questo caso l’indurimento superficiale permette una resistenza all’usura maggiore e una rugosità superficiale bassa. Caratteristiche che non richiedono la necessità di ingrassare la frizione durante il montaggio.

– Quando invece il mozzo della frizione ha un aspetto brunito (foto a destra) il trattamento superficiale ad alta temperatura avviene in atmosfera azotata per indurire la superficie e aumentare la resistenza all’usura. Il processo di nitrurazione a gas rende la superficie più rugosa. In tal caso è necessario ingrassare l’albero primario del cambio e il mozzo del disco frizione.

INGRASSARE LA FRIZIONE AUTO: COME FARLO NEL MODO CORRETTO

Gli errori più frequenti con l’ingrassaggio della frizione si commettono quando si decide di ingrassare con lubrificante non adatto, quando il grasso non era necessario (processo nichelatura) o quando si applica troppo grasso sul mozzo frizione. È importante ricordare che un eccesso di grasso potrebbe passare dal mozzo al rivestimento della frizione, provocando slittamenti o strappi durante la guida e quindi una nuova sostituzione. I passaggi che gli esperti consigliano agli esperti della manutenzione auto per ingrassare correttamente la frizione, se necessario, sono:

–  usare un pennellino sporco di grasso ad alta viscosità;
– applicare una minima quantità sul millerighe del primario del cambio;
– far scorrere il disco frizione manualmente e in posizioni diverse sul primario per ottenere uno strato omogeneo di lubrificante nelle gole;
– eliminare con uno straccio tutto il grasso in eccesso sul primario e sul disco frizione.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Recupero Energia in frenata: come funziona il KERS su Fiat Panda Hybrid

Auto ibride: manutenzione inverter e sostituzione liquido raffreddamento

I migliori aspirapolvere auto: il test su 8 modelli a confronto