Dischi freno: come e perché possono rovinarsi

Spesso i dischi freno vanno cambiati molto prima di quanto permetterebbe un uso regolare: ecco quando e perché si rovinano troppo presto

12 gennaio 2021 - 8:00

Dopo aver visto come e perchè si rovinano prematuramente le pastiglie vediamo in questo approfondimento perché i dischi freno si rovinano prematuramente. Non è raro che problemi ai dischi in frenata possano essere causati da difetti o usura. Vediamo nel dettaglio come e perchè possono rovinarsi i dischi e quando si può parlare di usura o di difetti nei dischi.

Articolo aggiornato il 12 gennaio 2021 alle ore 8:00

DISCHI FRENO ROVINATI: IL CONTATTO DISCO- PASTIGLIA

Capita spesso, infatti, che i problemi ai dischi freno traggano origine non dal disco stesso ma da un’incompatibilità chimico-fisica con le pastiglie. Non di rado anche  dalla presenza di materiali abrasivi (in genere sporco e polvere). Il disco appare contaminato con delle macchie scure, nel primo caso, oppure scalfito, nel secondo caso. Mentre dal punto di vista del feeling in frenata si avvertirà una perdita di prestazione accompagnata a vibrazioni in un caso e a rumorosità nell’altro. La soluzione di questi inconvenienti si ha con la sostituzione di pastiglie e dischi nel primo caso e solo le pastiglie freno nel secondo. Inoltre andrebbe posta sempre grande attenzione sulle pinze: se sono montate male in frenata si noterà una forte vibrazione e sul disco si noteranno delle macchie blu dovute alle alte temperature. In questo caso può essere necessario revisionare la pinza e sostituire le pastiglie.

DISCHI FRENO DANNEGGIATI: ATTENZIONE AL MONTAGGIO

Sembra una banalità ma una parte dei problemi dovuti ai dischi freno difettosi prende in realtà origine da un montaggio errato. Se ad esempio viene esercitata una coppia di serraggio errata sui bulloni oppure se la sequenza di serraggio è errata. Si ha nel primo caso una perdita quasi totale della potenza frenante mentre nel secondo caso si percepiscono forti vibrazioni. Ciò perché la superficie di contatto si è distorta: in entrambi i casi si rende necessaria la sostituzione dei dischi. Se all’atto della sostituzione del disco poi non si controlla lo stato del mozzo ruota (eccentricità), allora si avrà un contatto disomogeneo tra disco e pastiglia che provocherà un surriscaldamento localizzato. In questo caso oltre a mettere in atto le strategie già citate, sarà necessario correggere l’eccentricità del mozzo. Per quando riguarda il mozzo poi è sempre necessario osservare che non vi siano macchie di ruggine perché queste possono causare i dischi freno disallineati.

DISCHI FRENO RIGATI: LE CONDIZIONI DI ESERCIZIO

Un uso improprio o l’utilizzo in condizioni ambientali molto umide può creare molti altri problemi ai dischi freno. Appena montati dischi e pastiglie è importante seguire correttamente la procedura di rodaggio (ovvero frenare moderatamente nei primi 200 km). Altrimenti potrebbero surriscaldarsi le superfici di attrito con riduzione della capacità frenante. Se si fa un uso intensivo dei freni frenando continuamente sfruttando al massimo la corsa del pedale, le alte temperature che si generano rischiano di far cambiare la struttura del reticolo metallico. Se ciò avviene il disco diventa fragile generando vibrazioni in condizioni di frenata ottenendo oltretutto una scarsa potenza. In questi casi bisogna sostituire dischi e pastiglie e adottare uno stile di guida corretto (se si percorrono discese con grandi pendenze cercare di sfruttare per quanto possibile il freno motore).

I NOSTRI CONSIGLI SULLA MANUTENZIONE DEI DISCHI FRENO

Data la mole di problemi tecnici e di sicurezza che possono generarsi da un errato montaggio dei dischi sconsigliamo fortemente il Fai da Te. Vi consigliamo anche di acquistare prodotti di qualità. Infine approfittate dei tagliandi per far controllare lo stato dei dischi e delle pastiglie: se durante il tagliando emerge che l’usura dei dischi  freno è accentuata conviene sostituirli immediatamente. Eviterete di trovarvi nella condizione in cui il disco non garantisce più adeguate prestazioni e risparmierete un po’ di soldi sulla manodopera se, come dovrebbe accadere, durante il tagliando le ruote vengono già smontate per i controlli più approfonditi.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Conversione da NEDC a WLTP: ecco come calcolare la CO2

Quale telo copri parabrezza antighiaccio comprare: il test di AutoZeitung

Valvole motore: come sono fatte