Dischi dei freni verniciati: cosa cambia e come sostituirli senza errori

Montare i dischi dei freni verniciati al posto di quelli normali: differenze, consigli ed errori da non fare nella sostituzione e nel rodaggio

2 settembre 2020 - 13:00

Montare i dischi dei freni verniciati al posto di quelli tradizionali è un trend sempre più affermato tanto quanto la diffusione di SUV medio piccoli con cerchi in lega di serie. In questo approfondimento vedremo con l’aiuto di uno dei maggiori produttori di pastiglie freni cosa cambia nella manutenzione dei freni. Ecco come montare correttamente i dischi dei freni rivestiti e gli errori più frequenti da non fare.

DISCHI DEI FRENI VERNICIATI O NORMALI: COSA CAMBIA

I dischi dei freni verniciati non nascono solo per necessità estetiche (a differenza delle pinze dei freni verniciate), ma anche per motivi funzionali. Hanno in genere un rivestimento di vernice ad alta temperatura destinato a consumarsi solo nei punti di contatto con la pastiglia dopo le prime frenate. Sui dischi dei freni normali, invece, c’è un rivestimento di olio per proteggerli dall’ossidazione fino al montaggio. Quindi, montare dischi rivestiti permette un intervento più veloce e il risparmio di sostanze detergenti a base di solventi per pulire e sgrassare i dischi prima del montaggio. Ovviamente questo vantaggio si perde se si maneggiano i dischi nuovi con i guanti sporchi di grasso o polvere. Anche dopo diversi anni di utilizzo i dischi verniciati creano una minore quantità di ruggine (immagine sotto): oltre a migliorare l’estetica delle ruote con i cerchi in lega, ne guadagna anche l’affidabilità dei freni che non si ossidano come quelli normali.

MONTAGGIO DISCHI DEI FRENI RIVESTITI

Le differenze tra i dischi rivestiti e i dischi con finitura lucente però comportano anche alcune attenzioni operative durante il montaggio dei dischi e l’assestamento dei freni nuovi. Gli errori più frequenti, come spiegano gli esperti, si verificano quando si opera come per i dischi di metallo “nudo” sorvolando sul fatto che invece sono verniciati.

Non pulire il disco rivestito con solventi o carta abrasiva altrimenti sarà compromessa la funzionalità della frenata.

– Nei primi km i dischi dei freni verniciati potrebbero essere più rumorosi; è una conseguenza normale del rivestimento a rapida usura sulla superficie del disco. Non è quindi da considerarsi un’anomalia preoccupante, sparirà dopo il primo periodo di rodaggio dei freni.

RODAGGIO FRENI NUOVI CON DISCHI VERNICIATI

Con la sostituzione dei dischi freno (sia normali sia rivestiti), gli esperti consigliano sempre e comunque anche di sostituire le pastiglie dei freni. Ma un aspetto molto importante riguarda anche le prime frenate, al di là della necessità di uniformare il contatto pastiglia – disco come vuole la procedura standard. Con i dischi verniciati infatti le prime frenate saranno decisive alla formazione corretta della pista di frenata, cioè l’area del disco su cui morde la pastiglia e su cui si rimuoverà lo strato di vernice. Di questo però dovrebbe occuparsi già l’officina durante la prova auto prima della riconsegna al cliente. E’ lecito a questo punto chiedersi “si può formare la ruggine sui dischi freno verniciati?”. Ovviamente si, ma si tratta della lieve patina di ossidazione sulla pista frenante in una giornata di pioggia che viene ripulita dopo le prime frenate.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Caricabatteria auto: quanti tipi e quale scegliere

Sensore MAP motore auto: cos’è e come funziona

Batteria senza manutenzione e Bassa manutenzione: cosa cambia?