Braccetti auto: errori, consigli e valutazioni sulla sostituzione

La sostituzione dei braccetti auto è un intervento facile per gli esperti, ma non privo di insidie: ecco errori, consigli e valutazioni sulla sostituzione

1 aprile 2020 - 18:15

La sostituzione dei braccetti auto è una delle operazioni più semplici per un autoriparatore esperto. Tuttavia la procedura corretta non è priva di insidie, soprattutto con le auto moderne dotate di fari automatici e sospensioni regolabili. Ecco una breve guida con i consigli, gli errori e le valutazioni da fare secondo un noto produttore di componentistica OEM ed aftermarket.

BRACCETTI AUTO: COME FUNZIONANO

Se stai leggendo questa guida in cerca di consigli sulla sostituzione fai da te dei braccetti auto, sappi che è un’operazione che richiede attrezzature e competenze specifiche. Pertanto è meglio rivolgersi in officina se ipotizzi un’usura dei braccetti auto. I braccetti auto, anche noti come bracci oscillanti, hanno un compito molto importante: collegano il gruppo ruota all’autotelaio. Quindi permettono alla sospensione di andare su e giù e alla ruota di rispondere ai comandi del volante. Prima di passare agli errori, ai consigli per gli autoriparatori esperti però ecco alcune dritte per capire se i braccetti auto si devono cambiare.

BRACCETTI AUTO DA CAMBIARE: I SINTOMI

Una prima valutazione sulla sostituzione si può fare anche in fai da te, alla ricerca di:

– rumore (cigolio, scricchiolio, strepitio);
– peggioramento del comportamento di guida;
– sterzata imprecisa;
usura irregolare degli pneumatici.

Se uno di questi sintomi si verifica in modo evidente, è meglio andare in officina e lasciare che siano gli esperti a fare una sostituzione a regola d’arte dei braccetti auto.

BRACCETTI AUTO: ERRORI DA EVITARE

Gli esperti del gruppo ZF ci aiutano a fare chiarezza sugli errori più comuni e i consigli dedicati agli autoriparatori nella sostituzione dei braccetti auto. Per quanto possa sembrare un’operazione di routine, alcuni particolari possono rivelarsi delle insidie che portano anche a un cliente insoddisfatto o a un’auto non perfettamente sicura.

L’errore più frequente, presi dalla fretta, può essere quello di dimenticarsi di lubrificare i perni del vecchio braccetto prima di allentarli. Come è ben noto, il sottoscocca può riservare delle vere sorprese tra polvere, salsedine e ruggine a complicare il lavoro.
– Prima di rimontare il nuovo braccetto auto, un altro errore è dimenticarsi di spazzolare e sgrassare la flangia di montaggio del perno sferico sul fuso (foto sotto). Se si salta questa operazione, la ruggine, se presente, potrebbe passare sul perno sferico del nuovo braccio e accorciare la vita del giunto.
– Sarebbe una buona abitudine, secondo ZF, anche cambiare perni e dadi di fissaggio del braccio con altri nuovi.
La sostituzione dei braccetti auto si può vanificare facilmente se dopo il montaggio dei braccetti nuovi, si serrano i perni con le ruote sospese. Vale lo stesso discorso per la sostituzione degli ammortizzatori. La regola d’oro è comprimere le sospensioni o poggiare le ruote prima di serrare i perni alle coppie prescritte. In questo modo si evita che i giunti siano precaricati e i braccetti sono serrati nella corretta posizione di lavoro.

SOSTITUZIONE BRACCETTI AUTO E RESET SOSPENSIONI E FARI

Infine non bisogna sottovalutare la sostituzione dei braccetti auto sui modelli più moderni con sospensioni regolabili e fari autolivellanti. Se durante la sostituzione è stato rimosso il sensore presente sul braccetto, potrebbe non bastare rimetterlo nella sua posizione originaria. In tal caso bisogna fare affidamento al manuale tecnico del modello specifico e procedere alla verifica e regolazione delle sospensioni e al reset dei fari.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Rodaggio freni nuovi: come si fa e perché è consigliato

Il liquido di raffreddamento e il significato delle sigle G11, G12 e G13

Olio Compressore Clima Auto: cosa cambia tra le sigle PAG e PAO