Batteria auto elettrica: garanzia a rischio senza tagliandi regolari

La garanzia sulla batteria di auto elettriche e ibride obbligherà a fare regolare manutenzione? Ecco cosa ci hanno risposto le Case sul tema della garanzia batteria auto elettrica

28 maggio 2019 - 14:57

L’indagine sulla Manutenzione auto elettrica e ibrida ci ha permesso di mettere in luce i costi reali dei tagliandi nei primi 6 anni delle auto elettriche ed ibride ma anche scoprire che se non vengono fatti con regolarità si rischia di perdere la garanzia sulla batteria al litio. Cosa succede se non viene eseguita la manutenzione ordinaria a un’auto elettrica o ibrida? Come vedremo in questo articolo, tra i vari Costruttori la politica sulla garanzia della batteria al litio – che dura fino a 8 anni – è molto diversa. Tra tutti Tesla è il caso meno vincolante sui tagliandi ufficiali, ma anche il più costoso.

Sfoglia lo Speciale e leggi gli approfondimenti e le interviste qui.

Sulle auto elettriche la garanzia della batteria dura 8 anni

Nell’ambito dell’indagine sulla manutenzione auto elettrica e ibrida abbiamo scoperto che un guasto alla batteria non è così preoccupante come si poteva pensare qualche tempo fa. Le auto elettriche dell’indagine sono coperte tutte 8 anni con la garanzia sulla batteria, mentre quelle ibride 5 anni (ad eccezione dei 7 anni della Kia Niro e 8 anni della Hyundai Ioniq). La garanzia sulla batteria al litio però è mediamente più lunga della garanzia sull’intera auto. Cosa succede allora se scaduta la garanzia ufficiale sull’auto, i tagliandi previsti dal Costruttore non vengono fatti con regolarità? Per continuare a beneficiare della garanzia sulla batteria al litio fino ad 8 anni, bisogna rispettare il piano di manutenzione programmata? Lo abbiamo chiesto alle Case coinvolte nell’indagine e le risposte qui sotto non sono così scontate e tengono conto delle politiche applicate alla data di pubblicazione dell’articolo.

Quando la garanzia sulla batteria è legata ai tagliandi

Ecco cosa ne pensano i Costruttori che applicano una politica più restrittiva sulla garanzia. Qui sotto i brand per cui è obbligatorio seguire i piani ufficiali di manutenzione per poter beneficiare della garanzia per tutta la durata della stessa (8 anni e km variabili a seconda del Brand, vedi le singole infografiche dell’inchiesta per conoscere più dettagli).

Nissan: “E’ fondamentale seguire il piano manutenzione programmato presso la rete autorizzata Nissan per poter beneficiare della Garanzia batteria per tutta la sua durata”.

Renault: “E’ fondamentale seguire il piano manutenzione programmato per poter beneficiare della Garanzia batteria per tutta la sua durata”. “Tutte le operazioni di riparazione controllo e manutenzione potranno essere effettuate presso l’officina del venditore o comunque presso un’officina appartenente alla Rete RENAULT o indipendente rispetto a tale Rete”.

Smart: “Devono essere eseguite tutte le manutenzioni come prescrive casa madre. Questo è riportato anche nel certificato di garanzia della batteria”.

Citroën: “Per mantenere la garanzia della batteria di trazione, è strettamente necessario seguire il piano di manutenzione programmato dal costruttore. Per beneficiare di questa garanzia commerciale, è necessario far effettuare gli interventi di manutenzione e i controlli periodici del veicolo in perfetta conformità con le prescrizioni di Automobiles Citroën ed essere in grado di dimostrarlo con l’opportuna documentazione (schede di controllo della manutenzione, fatture, etc)”.

Jaguar: “Se non viene effettuata la manutenzione ordinaria prescritta, può essere messa a rischio la garanzia sulla batteria”.

Quando la garanzia sulla batteria non è legata ai tagliandi

Qui sotto invece ci sono i Costruttori che non vincolano la garanzia della batteria al piano di manutenzione programmata. In altre parole anche se non si effettuano i tagliandi alle scadenze previste dal Costruttore, la garanzia sulla batteria non è a rischio.

Tesla: “La garanzia limitata sui veicoli nuovi o la garanzia limitata sui veicoli usati non subirà ripercussioni in caso di mancata esecuzione dell’assistenza consigliata”.

Suzuki: “Il nostro sistema ibrido svincolato dal tagliandi di manutenzione programmata pertanto manterrà i 2 anni di garanzia aggiuntivi”.

Hyundai: “Non vige questo tipo di obbligo ma la raccomandazione di Hyundai Italia è di rispettare il piano manutenzione programmato per viaggiare sempre in sicurezza”.

Volkswagen: “La garanzia batteria e la garanzia manutenzione ordinaria non sono collegati. Quindi non è fondamentale. Ovviamente la batteria non deve essere manomessa”.

Toyota-Lexus: “La batteria ibrida ha una garanzia di 5 anni e per usufruirne non è obbligatorio effettuare la manutenzione regolare”.

Kia: “In caso di mancata/incorretta manutenzione verrà valutata la tipologia di guasto. Se l’eventuale guasto non fosse correlato alla mancata/incorretta manutenzione allora la garanzia sarà ritenuta valida. Non è obbligatoria l’esecuzione dei tagliandi presso la rete ufficiale purché si seguano le indicazioni del costruttore e vengano utilizzati ricambi equivalenti”

Continueremo ad indagare su questo importante aspetto che rischia di vincolare alle reti ufficiali delle Case i clienti che guidano un’auto elettrica o ibrida dopo la scadenza della garanzia ufficiale. Abbiamo fatto altre domande sul tema e presto saranno pubblicate qui. Restate collegati per seguire tutti gli aggiornamenti sulla garanzia batteria auto elettrica ed ibrida e l’obbligo dei tagliandiLeggi qui il commento del direttore di SicurAUTO.it sull’indagine.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Arriva dalla Spagna l’Autovelox delle emissioni, il controllo è a distanza

Shell presenta i nuovi lubrificanti per le auto elettrificate

Euro 6D Temp: come un motore diesel sta dentro i limiti di emissioni