Auto ibride: manutenzione inverter e sostituzione liquido raffreddamento

Sostituzione liquido raffreddamento inverter auto ibride: info, costi e curiosità sulla manutenzione delle auto ibride

22 maggio 2020 - 13:00

La manutenzione delle auto ibride e in particolare la sostituzione del liquido di raffreddamento sarà un’operazione sempre più demandata alle officine indipendenti. Salvo casi particolari, come le auto ibride adibite a Taxi che macinano migliaia di chilometri l’anno, è difficile che la sostituzione del liquido inverter avvenga durante la Garanzia ufficiale. E visto che si tratta di uno dei sistemi funzionali più importanti per il corretto funzionamento di un’auto ibrida, gli autoriparatori non possono farsi trovare impreparati e i clienti non devono sottovalutare l’intervento.

MANUTENZIONE INVERTER E SOSTITUZIONE LIQUIDO: QUANDO VA FATTA

Quando sostituire il liquido di raffreddamento dell’inverter? Di norma è il piano di manutenzione del Costruttore a definire dopo quanti anni e chilometri si fa la sostituzione. Se si considera però una percorrenza media di 15 mila km/anno, in genere non prima di 8-10 anni, salvo indicazioni specifiche. Il sistema di raffreddamento dell’inverter è grossomodo simile al circuito di raffreddamento del motore. Le caratteristiche in comune sono:
– la pompa, in questo caso elettrica anziché azionata dal motore termico;
– la vaschetta di rabbocco e controllo livello dedicata;
– lo scambiatore di calore che può essere distante o nei pressi del radiatore motore, ma in genere con un circuito dedicato.

AUTO IBRIDE E SOSTITUZIONE LIQUIDO RAFFREDDAMENTO: COME SI FA

Per la sostituzione del liquido di raffreddamento dell’inverter è necessario rivolgersi a un autoriparatore che abbia conseguito l’abilitazione PES/PAV/PEI. È l’unico modo per poter mettere le mani su auto elettriche o ibride come prevede la legge. La procedura per la sostituzione del liquido inverter differisce dalla sostituzione del liquido di raffreddamento radiatore “classico” soprattutto nelle fasi di spurgo. Salvo specifiche operazioni, i passaggi principali sono:

Scollegare la batteria Alta Tensione tramite il connettore dedicato;
– Individuare il circuito di raffreddamento dell’inverter, generalmente nel vano motore;
– Scollegare il manicotto alla quota inferiore del circuito di raffreddamento inverter;
– Svitare il tappo di rabbocco e se prevista anche la valvola di drenaggio;
– Dopo aver raccolto il liquido refrigerante dell’inverter, richiudere subito il circuito;
– Rabboccare il liquido inverter fino al livello massimo della vaschetta;
Lo spurgo del circuito di raffreddamento con pompa elettrica va fatto tramite diagnosi auto. Nella sezione dedicata agli Attuatori/Azionamenti. In questo modo si fa girare il liquido nell’inverter senza avviare il motore termico, continuando a rabboccare finché il livello nel serbatoio non si stabilizza su Max.

MANUTENZIONE INVERTER E SOSTITUZIONE LIQUIDO: QUANTO COSTA

La sostituzione del liquido di raffreddamento dell’inverter è un’operazione comune alle auto ibride quanto alle auto elettriche. In ragione dell’uso più gravoso cui è chiamato l’inverter sulle auto elettriche, la sostituzione del liquido di raffreddamento avviene molto prima rispetto alle ibride. In genere considerando che le auto elettriche hanno una manutenzione ridimensionata rispetto alle ibride, si può prendere in considerazione il costo dei tagliandi ufficiali in garanzia che riguardano le auto elettriche più diffuse:

Nissan Leaf al 4^ anno (costo totale tagliando 189 euro)
Renault Zoe al 5^ anno (costo totale tagliando 147 euro)
Smart EQ al 6^ anno (costo totale tagliando 286 euro)
Model S al 4^ anno (costo totale tagliando 800 euro)

*Prezzi riferiti alla nostra Indagine sui Costi Manutenzione auto Elettrica e Ibrida.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Sensore MAF: cos’è e come funziona

Ammortizzatori auto: come funzionano e quando vanno sostituiti?

Tagliando auto: cosa comprende e quanto costa