Acceleratore difettoso: i problemi più frequenti al sensore di posizione

Acceleratore difettoso: i problemi più frequenti al sensore di posizione dell’acceleratore da quando il pedale è “by-wire”

8 luglio 2020 - 15:00

L’acceleratore difettoso è uno dei problemi più frequenti che ha rimpiazzato la rottura del cavo di acciaio nell’acceleratore analogico. Non c’è paragone che tenga tra il cavo d’acciaio e il sensore di posizione dell’acceleratore in termini di comfort e sicurezza. Ma cosa succede quando il pedale dell’acceleratore è difettoso? Ecco i problemi più frequenti al sensore di posizione del pedale.

ACCELERATORE DIFETTOSO E SENSORE POSIZIONE: COME FUNZIONA

Le normative di omologazione e di sicurezza hanno mandato da tempo in pensione l’acceleratore con cavo di acciaio collegato direttamente al corpo farfallato. Con l’avvento dell’elettronica il pedale dell’acceleratore è diventato più confortevole e in caso di avarie (es. acceleratore bloccato) la centralina motore dà sempre la “priorità logica” al comando del freno, se premuti contemporaneamente. Quando l’acceleratore difettoso crea problemi, quindi, è indubbio scartare a priori l’usura del cavo di acciaio, almeno su veicoli prodotti dalla fine degli anni ’90. Per comprendere meglio le cause di avaria all’acceleratore difettoso e la ricerca guasti vediamo prima come funziona l’acceleratore elettronico. L’acceleratore senza cavo è formato essenzialmente da:

sensore di posizione dell’acceleratore;

– un trasduttore che restituisce alla centralina motore un valore di tensione associato alla posizione dell’acceleratore.

Il funzionamento del sensore di posizione acceleratore si basa su un principio induttivo: una bobina trasmittente crea un campo magnetico che induce tensioni nella bobina ricevente. A seconda della posizione del rotore (parte mobile) rispetto alle bobine riceventi, nello statore (parte ferma) vengono generati valori di tensione variabili. Questi valori sono analizzati e inviati alla centralina motore che stabilisce come e quanto deve aprile la valvola a farfalla.

ACCELERATORE DIFETTOSO: I SINTOMI DA RICONOSCERE

I problemi all’acceleratore difettoso sono piuttosto rari, ma quando si manifestano è impossibile non accorgersi che qualcosa non funziona bene. I sintomi di problemi al sensore di posizione dell’acceleratore da non sottovalutare sono:

– regime minimo del motore più alto;

– risposta dell’acceleratore poco pronta;

– accensione della spia di avaria motore e centralina in modalità “recovery”.

ACCELERATORE DIFETTOSO: DIAGNOSI DEI PROBLEMI PIÙ FREQUENTI

Quando si sospetta un difetto all’acceleratore elettronico l’ipotesi del fai da te è fortemente sconsigliata. La diagnosi dei guasti al sensore di posizione dell’acceleratore è piuttosto impegnativa e richiede preparazione tecnica adeguata. E’ evidente che in assenza di un cavo d’acciaio che può spezzarsi, i problemi più frequenti di un acceleratore difettoso possono essere di natura elettronica. La diagnosi in genere segue questi step:

– si individua il difetto all’acceleratore tramite il codice di guasto DTC e diagnosi auto;

– ricerca di cavi o collegamenti danneggiati sul sensore di posizione;

– verifica e misurazione del sensore di posizione tramite oscilloscopio e multimetro. La valutazione dell’onda quadra generata dall’acceleratore richiede conoscenze specialistiche che vanno ben oltre la semplice misura della tensione della batteria.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Interruttore pedale freno difettoso: indizi e diagnosi del problema

Stress da viaggio: 10 consigli per evitarlo

Il raffreddamento del motore: come funziona