Tesla Model X: i dettagli in anteprima per chi l'ha già prenotata

Parcheggia da sola, ha sensori antiurto sulle porte e 390 km con un pieno. Per averla basta sborsare 40 mila dollari ma in Italia ne bastano 4 mila

2 settembre 2015 - 12:31

E' ormai ufficiale: la versione definitiva della tanto attesa Tesla Model X non ha ormai più nessun segreto per noi. Venuto per affiancare la sorella berlina Model S, grande rivale di una certa Porsche Panamera, questo fuoristrada ci svela di che pasta sarà fatto: dal prezzo alla scheda tecnica, passando per gli equipaggiamenti, sappiamo tutto su questo SUV 100% elettrico. La sua presentazione al grande pubblico è ormai imminente e potremo iniziare a vederla sulle nostre strade già a partire dal 2016.

POTENZA VERDE E TANTA AUTONOMIA – La Tesla Model X è pronta per la produzione e, in fin dei conti, non si discosta molto dal prototipo in quanto a design. Si tratta di un SUV ecologico e, per definirsi tale, non può che presentare una scheda tecnica di tutto rispetto. Di serie, il fuoristrada presenta un pacchetto batteria da 90 kWh per un'autonomia dichiarata dalla Casa automobilistica di quasi 400 km (386 per essere precisi). Quanto a potenza, si parla di motori elettrici anteriori da 259 CV e posteriori da 503 CV con una trazione integrale, quindi, ma distribuita più sull'asse posteriore. Come risultato si ottiene un'accelerazione da 0 a 100 km/h in appena 3.8 secondi e una velocità massima limitata elettronicamente a 250 km/h. Dati che fanno sognare, ma non più di tanto in fin dei conti se si conoscono già le capacità della sorella berlina Model S.

LA TECNOLOGIA? NON MANCA – Una miriade di funzionalità tecnologiche come il sistema di parcheggio autonomo Autopilot, sedili in pelle ventilati con riscaldamento e raffreddamento, terza fila di sedile con due sedili pieghevoli per adulti e una “seconda fila di sedili indipendente per tre adulti.” Nella variante Signature Series, sono di serie le portiere posteriori con apertura ad ala di falco con “sensori all'interno” antiurto per prevenire gli occupanti quando, durante l'apertura delle porte, si sta per colpire il tetto di un garage di “qualsiasi altezza”. Nel configuratore sono presenti tre optional: il Subzero Weather Package (1,000 dollari) e il Tow Package (750 dollari). Il terzo, e forse il più interessante per gli amanti di sportività, sarà il Ludicrous Speed Upgrade che vi consente di accelerare da 0 a 100 km/h in 3.2 secondi (-0.6) e abbattere il quarto di miglio in 11.7 secondi.

PRENOTAZIONI APERTE – Il SUV elettrico proveniente dalla California sarà disponibile negli Stati Uniti in due allestimenti: per quello di base, bisognerà rilasciare una caparra di 5.000 dollari (4.000 euro circa al cambio attuale), mentre chi desidera la variante più sfarzosa – rappresentata in queste immagini ufficiali – dovrà sganciare un acconto pari a 40.000 dollari. Da noi invece sarà disponibile solamente il modello entry-level (come si può vedere dal sito Tesla Motors Italia) e quindi un deposito di 4.000 euro basterà per prenotarsi un esemplare di Model X. Il suo prezzo finale per il mercato italiano non è stato ancora ufficializzato, me negli USA il modello Signature Series raggiunge quota 132.000 dollari (sui 115.000 euro). La presentazione ufficiale è prevista per il Salone di Francoforte tra meno di due settimane e le consegne dovrebbero seguire da noi all'inizio del prossimo anno.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Green NCAP, il tool per misurare l’efficienza auto: come funziona

Test e-Fuel e Biodiesel: quanto diminuiscono le emissioni auto?

Eccesso di velocità: in Austria confisca del veicolo per chi corre