Incidenti Tesla: oltre il doppio senza Autopilot nel 2020

Gli incidenti Tesla diminuiscono quando l’Autopilot è inserito: lo rivelano gli ultimi dati sugli incidenti con le auto Tesla negli USA

4 agosto 2020 - 11:00

Nell’amletico confronto tra un conducente umano e la guida autonoma, sono ancora troppi i nodi da sciogliere, ma i numeri sugli incidenti Tesla continuano a dare punti a favore dell’Autopilot. La Casa californiana ha infatti pubblicato il secondo rapporto degli incidenti Tesla 2020 da cui i conducenti escono sconfitti. Il numero d’incidenti con auto Tesla mostra che l’uomo commette ancora troppi errori alla guida e che i soli sistemi ADAS non fanno abbastanza per evitare gli incidenti stradali.

INCIDENTI TESLA, CON E SENZA AUTOPILOT NEL 2020

I numeri degli incidenti Tesla nel q2 2020 dicono che un’auto elettrica del brand guidata in modalità totalmente manuale è coinvolta in 1 evento ogni 1,56 milioni di miglia guidate. Se invece si guardano gli incidenti a bordo di una Tesla con ADAS, il tasso d’incidente scende a 2,27 milioni di miglia. Un numero sicuramente migliore della media nazionale degli incidenti: secondo l’NHTSA (l’agenzia governativa USA per la sicurezza dei trasporti) negli Stati Uniti si verifica in media un incidente stradale ogni 479 mila miglia guidate. E con l’Autopilot? Le statistiche degli incidenti con Autopilot inserito sono quasi un terzo di quelli in modalità manuale. L’azienda ha registrato un incidente ogni 4,53 milioni di miglia guidate con Autopilot inserito.

QUANTO E’ MIGLIORATO L’AUTOPILOT NELL’EVITARE GLI INCIDENTI

Questi numeri sarebbero sufficienti a dimostrare, se ancora non ne siete convinti, che l’uomo alla guida commette troppi errori. Ma quanto è diventato più affidabile l’Autopilot Tesla da quando è disponibile e a pagamento in versione Beta (oggi costa 7500 euro in Italia)? Secondo i dati 2018 pubblicati da Tesla, il tasso d’incidentalità con Autopilot era di un evento ogni 2,9 milioni di miglia. In altre parole più frequenti del 35% rispetto al 2020. Nel confronto, non ci sono state grosse variazioni rispetto agli incidenti senza ADAS (ogni 2 milioni di miglia) o con ADAS (ogni 1,92 milioni di miglia guidate) rispetto alla media nazionale (fonte NHSTA, ogni 492 mila miglia).

SICUREZZA TESLA CHE PRENDONO FUOCO, MOLTO PIU’ DELLA MEDIA USA

La sicurezza delle auto elettriche e di Tesla ha fatto molto parlare, molto più nei casi in cui l’auto elettrica ha preso fuoco dopo un incidente. Ma questo è successo sicuramente più per la visibilità e il clamore creato attorno alla notizia, piuttosto che sui reali rischi. Ci sono poche notizie, infatti, sul web che documentano il contrario, cioè che l’auto elettrica non ha preso fuoco dopo un incidente. Questo crash test da paura però dimostra cosa accade realmente a una batteria al litio. Tornando agli incidenti delle Tesla che prendono fuoco, secondo il rapporto 2019 (più recente), tra il 2012 e il 2019 si è verificato l’incendio di una Tesla ogni 175 milioni di miglia guidate. Quante auto normali prendono fuoco sulle strade USA? La National Fire Protection Association e il Dipartimento dei Trasporti USA, dicono che in media nello stesso periodo ha preso fuoco un’auto ogni 19 milioni di miglia.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Batteria Telepass scarica o difettosa: come risolvere

Limiti di velocità: perché l’obbligo del sistema ISA sarebbe inefficace

Trasporto passeggino in auto: come fare e i modelli più comodi 2020