ADAS obbligatori dal 2022: l’elenco ufficiale va in Gazzetta UE

ADAS obbligatori su auto, furgoni e camion nuovi, la Commissione UE firma la direttiva che definisce gli step dell’obbligo dal 2022: quali sistemi di sicurezza saranno di serie su auto e camion?

6 dicembre 2019 - 14:11

I sistemi ADAS entrano finalmente nel testo della Gazzetta UE prevista per il 16 dicembre 2019. Si definisce così uno standard comunitario con l’obbligo di equipaggiare i nuovi veicoli con sistemi di sicurezza avanzati dal 2022. I sistemi ADAS non saranno più disponibili a discrezione dei Costruttori su auto premium o solo per fare bella figura nei crash test Euro NCAP. Ecco l’elenco dei sistemi di sicurezza obbligatori su auto, furgoni e camion nuovi dal 2022.

Il REGOLAMENTO SULL’OBBLIGO DEGLI ADAS E’ UFFICIALE

Dell’obbligo dei sistemi ADAS sulle auto nuove se ne parlava da tempo, ma nei giorni scorsi è arrivata la firma che sigla l’approvazione ufficiale della direttiva che ne disciplina l’introduzione su auto, furgoni e camion. Dopo aver trovato un accordo con il Parlamento europeo, il Consiglio dell’Unione Europea ha firmato il regolamento sulla sicurezza generale dei veicoli a motore. La direttiva riguarda anche la protezione degli occupanti dei veicoli e degli utenti vulnerabili della strada. L’entrata in vigore dell’obbligo che impone gli ADAS di serie sulle auto nuove sarà scaglionata, in modo da permettere ai Costruttori di adeguarsi. In generale però la Direttiva sugli ADAS obbligatori si applicherà 30 mesi dopo l’entrata in vigore.

QUALI SISTEMI SARANNO DI SERIE E SU QUALI VEICOLI

Il regolamento sugli ADAS obbligatori dal 2022 aggiorna le norme attuali sulla sicurezza delle automobili (regolamento generale sulla sicurezza (CE) n. 661/2009) e nel regolamento sulla sicurezza dei pedoni (CE) n. 78/2009). In base alle nuove regole alcuni sistemi di sicurezza saranno obbligatori indistintamente su auto, camion, autobus, furgoni e veicoli sportivi. I sistemi ADAS o di sicurezza obbligatori dal 2022 per queste categorie sono:

– assistenza intelligente alla velocità,
– facilitazione dell’installazione del blocco motore con etilometro,
– sistemi di allarme per l’attenzione e la sonnolenza del conducente,
– sistemi avanzati di avviso di distrazione del conducente,
– segnali di arresto di emergenza,
– sistemi di rilevazione dei veicoli conto marcia,
– scatola nera,
– monitoraggio della pressione pneumatici.

COSA CAMBIA PER AUTO, FURGONI, CAMION E IDROGENO

Oltre ai requisiti generali e ai sistemi di sicurezza già adottati i camion e gli autobus dovranno essere progettati per ridurre i punti ciechi intorno al veicolo. Dovranno essere dotati di sistemi avanzati in grado di rilevare pedoni e ciclisti nelle immediate vicinanze.  Per quanto riguarda invece le autovetture e i furgoni, dovranno essere equipaggiati dal 2022 con:

– sistemi avanzati di frenata di emergenza,
– sistemi di mantenimento della corsia,
– zone di protezione della testa ampliate in grado di mitigare le lesioni per collisione con utenti della strada vulnerabili, come pedoni e ciclisti.

Il regolamento sui sistemi ADAS fa da apripista per regolamenti ad hoc della Commissione UE su veicoli automatizzati e alimentati ad idrogeno. Un tema molto caldo quello delle auto a guida autonoma che cela ancora molti rischi, in parte facilitati anche dalle campagne pubblicitarie dei Costruttori.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Multa con Autovelox annullabile

Autovelox mobili: qual è la distanza minima tra segnale e postazione?

Acquisto auto nuova: come dovrebbe essere in una concessionaria auto

Rotonde al posto degli incroci negli USA: -90% di incidenti mortali