Salone di Francoforte 2015: Volkswagen svela la Nuova Tiguan

La Nuova piccola SUV nata dalla Golf guiderà il rilancio VW sui mercati asiatici. Ecco le prime immagini

16 settembre 2015 - 13:10

Alla kermesse tedesca è stata un'anteprima molto attesa, per Volkswagen è un modello importante, perché gli consente di combattere nel segmento dei suv di medie dimensioni e di fare numeri consistenti (così spera il Gruppo tedesco) anche nei mercati dove Volkswagen punta all'espansione. Forse dal 2007, anno del debutto per la Tiguan, questo è il momento più importante del suo ciclo di vita.

FUORI E DENTRO – Il model Year 2016 della nuova Tiguan, costruito sulla nota piattaforma modulare Mqb (Modularer Querbaukasten), si presenta più leggera di 50 kg e leggermente più grande del modello precedente: 4,48 m di lunghezza (cioè 6 cm in più dell'attuale Tiguan), 1,84 m di larghezza (3 cm in più), 1,63 m di altezza (3 cm in meno), con un passo di 2.680 mm (77 mm in più). Grande vantaggio per la capacità del bagagliaio, che ora fa registrare una capienza di 615 litri e di 1.655 litri con i sedili posteriori abbassati. Proposta nelle tre linee di allestimento “Trendline”, “Comfortline” e “Highline”, nelle versioni a trazione integrale 4Motion la Tiguan dispone di un'altezza da terra (200 mm) aumentata di 11 mm.  Per i più esigenti nell'offroad viene proposto uno specifico allestimento per il frontale, capace di  un angolo di attacco con misura di 25,6° anziché 18,3°. Internamente l'abitacolo è stato ampliamente rivisto e adesso apre le porte a una conformazione dedita alla tecnologia di bordo. Si notano così lo schermo “touch” per il controllo e la gestione dei dispositivi di infotainment collocata nella zona superiore della consolle centrale, rivolta verso il conducente.

I MOTORI – Saranno otto i propulsori che equipaggeranno la nuova Tiguan, divisi tra i TSI a benzina e i turbodiesel TDI (tutti Euro 6). I primi avranno potenze di 125 Cv, 150 Cv, 180 Cv e 220 Cv mentre i secondi avranno una declinazione da 115 Cv, 150 Cv, 190 Cv e 240 Cv. Arriverà in un secondo momento la versione ibrida plug-in (qui la nostra prova della Golf GTE Hybrid Plug-in), ovvero la Tiguan Gte (la Casa tedesca presenterà 20 modelli elettrici entro il 2020), mentre è stato annunciato anche l'arrivo nei primi mesi del 2017 di una versione “allungata” per ospitare sette passeggeri; sarà specifica per alcuni mercati (fra i quali gli Usa) e più avanti si saprà se sarà venduta anche in Europa. La trazione integrale 4Motion della nuova Volkswagen Tiguan lavora insieme alla frizione Haldex di quinta generazione, al bloccaggio elettronico dei differenziali e con il 4Motion Active Control che permette di selezionare manualmente le modalità di trazione Onroad, Snow, Offroad e Offroad Individual.

LA SICUREZZA – All'altezza di un modello premium anche i sistemi di assistenza alla guida e di sicurezza. Pertanto di serie, nella vita “di bordo” si trovano nuove funzioni online che informano il conducente, in tempo reale, sulle condizioni del traffico e sulla disponibilità di parcheggi. La connessione di bordo, sviluppata sulla piattaforma multimediale “MIB II” e dotata delle funzioni “Connect App” e “Media Control App”, è compatibile con i dispositivi Android ed Apple. Non mancano all'appello il “Front Assist” con “City Emergency Braking” e il “Pedestrian Monitoring”, il “Lane Assist” e l'”Automatic Post – Collision Braking System”. Alcuni accessori a richiesta consentono di dotare la Tiguan di fanaleria a Led, con il “Cruise Control” attivo con “Traffic Jam Assist”, con il “Side Assist”, il “Pre – Crash Proactive Occupant Protection”, l'”Emergency Assist” e una specifica funzione “Area View” dedicata alla marcia nel fuoristrada.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Quando è obbligatorio accendere i fari di giorno?

Smart Road: il 64% degli automobilisti è preoccupato in UK

Consumi Benzina e Gasolio 2020: spesi 15 miliardi di euro in meno