Quanta CO2 emette la produzione di un’auto elettrica?

Le emissioni di CO2 di un'auto elettrica equivalgono a 14 mila litri di benzina. Ecco cosa pensano gli esperti sulle emissioni di CO2 durante la vita di un'auto elettrica

18 marzo 2019 - 13:25

Le auto elettriche a zero emissioni lo sono davvero durante tutto il ciclo di vita? Il TCS risponde a una delle domande più scomode: quanta CO2 emette davvero un’auto elettrica dalla produzione fino allo smaltimento? E’ chiaro che durante l’uso le emissioni principali di un veicolo elettrico provengono dalla polvere di pneumatici e freni. Ma è ancora vero che le auto elettriche emettono (indirettamente) CO2 tanto quanto (o quasi) le auto tradizionali e quelle ibride? Proviamo a capirlo con l’aiuto di un esperto dell’Università di Zurigo intervistato dal Touring Club Svizzero.

IN MEDIA COME LA CO2 DI 14 MILA LITRI DI BENZINA

Quanta CO2 emette fin dalla produzione un’auto elettrica? E’ la domanda che molti Costruttori rispondono con progetti di sostenibilità e fabbriche a impatto zero per zittire gli ambientalisti. Mentre Konstantinos Boulouchos – professore all’istituto di tecnica energetica del Politecnico di Zurigo – spiega le emissioni di CO2 legate all’auto elettrica oltre al semplice assemblaggio. L’assemblaggio di un’auto elettrica, infatti, è la componente che pesa meno rispetto alla batteria e al motore nell’intero ciclo di vita. Per un’auto elettrica media, infatti solo per il motore elettrico bisogna mettere in contro emissioni di CO2 tra 7 e 22 tonnellate. La batteria invece pesa sul bilancio di emissioni di CO2 per 7-15 tonnellate in base al processo di produzione e alle dimensioni della batteria. La restante quota necessaria per l’assemblaggio dell’auto elettrica equivale a circa 5-6 tonnellate. In totale dalla stima del prof. Boulouchos si deduce ceh un’auto elettrica media può emettere tra 20 e 45 tonnellate di CO2. 40 tonnellate di CO2 equivalgono alle emissioni generate dall’impiego di 14 mila litri di benzina e 12500 di gasolio. Oltre poi a considerare anche le differenze sulla manutenzione. Ma allora non è più ecologica un’ibrida? Cosa permetterà alle auto elettriche di essere realmente ecologiche?

LA SOLUZIONE PIU’ EFFICACE

Come riporta il TCS, secondo il prof. Boulouchos, un’auto ibrida risulta più ecologica di circa il 30% rispetto a un’auto tradizionale. Ma ibrida o elettrica, quello che conta nel prossimo futuro è come viene prodotta l’energia per ricaricare le elettriche o le Plug-in hybrid. Solo se l’elettricità proviene da fonti rinnovabili e non da centrali a carbone e atomiche si può parlare di ecologia. La soluzione di cui parla il docente universitario, sarebbe una de-carbonizzazione di tutta la produzione elettrica mondiale nello stesso momento.

QUANTA ENERGIA SERVE A UN’AUTO ELETTRICA

Ecco alcuni numeri per avere un quadro più chiaro sul bilancio energetico di un’auto elettrica. Per muovere un’auto elettrica media servono 5 kW di energia. Circa 10 volte quanto riuscirebbe a produrre un impianto fotovoltaico in miniatura installato sul tetto dell’auto in città. Sempre che si tratti di un Paese soleggiato durante gran parte della giornata. Se invece la velocità aumenta, a 120 km/h, il consumo energetico sale a 20 kW. “Per spingere un’auto con cella a combustibile ci vorrà una quantità di energia primaria maggiore di circa 2,5 volte rispetto a un’auto alimentata a batteria. afferma Il prof. Boulouchos “A lungo termine, comunque, i veicoli a celle a combustibile hanno buone chance per il traffico a lungo raggio, anche perché con l’idrogeno si può immagazzinare l’energia rinnovabile stagionale.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Non dissetarsi alla guida fa sbagliare come bere alcolici

Emissioni di CO2 in calo: -4,5% a giugno 2019

Toyota: le auto elettriche in arrivo ma con il supporto della Cina