PSA si prepara agli USA e spunta l'ipotesi di un Pickup con FCA

PSA vorrebbe sbarcare negli USA con il brand DS, intanto Carlos Tavares lascia aperta la porta delle trattative che per FCA sarebbe troppo stretta

1 aprile 2016 - 9:00

Tra il Gruppo PSA/Peugeot-Citroen-DS ed il Gruppo FCA è attiva una collaborazione che porta un vantaggio ambivalente in tema di veicoli commerciali, ma il rapporto tra i due colossi attualmente non si allarga ad altri settori. In conferenza, però, il CEO di PSA Carlos Tavares ha dichiarato un'apertura dei francesi verso FCA che punzecchia Sergio Marchionne, chiamato a replicare.

PSA VOLA NEGLI USA Dopo anni di assenza il Gruppo PSA vorrebbe nuovamente sbarcare negli USA con il brand di lusso DS, almeno da quanto è trapelato durante il recente Salone di Ginevra ad opera di Yves Bonnefont, responsabile del brand. L'attività commerciale dei francesi oltreoceano si è interrotta qualche decennio fa, ed un eventuale ritorno significherebbe ricostruire da zero tutto l'apparato composto da rete di distribuzione ed assistenza, nonché logistica, ecco perché il gruppo avrebbe pensato al brand DS come punta della lancia: da brand di lusso la richiesta in termini di diffusione e volume di vendita sarebbe inferiore rispetto alle più accessibili Citroen e Peugeot, quindi è possibile pensare un avvio di “colonizzazione” in tal senso.

PENSANO A MARCHIONNE COME ALLEATO In conferenza a Valenciennes (Francia), il CEO dal gruppo PSA Carlos Tavares ha dichiarato la disponibilità ad avviare una collaborazione con Marchionne e tutto il gruppo FCA, con il quale è attualmente attivo un programma congiunto per lo sviluppo di veicoli commerciali. Apertura nei confronti di un gruppo non significa però che ci sia già qualcosa che bolle in pentola, almeno non alla luce del sole, soprattutto dopo le recenti dichiarazioni di Marchionne, non convinto dell'effettivo vantaggio nel legarsi in modo globale al gruppo PSA poiché il benefit non solo limiterebbe le scelte future del gruppo italiano ma il guadagno non giustificherebbe l'accordo da parte di FCA stessa. Leggi qui le dichiarazioni di Marchionne al Salone di Ginevra.

INTANTO SPUNTA L'IPOTESI DI UN PICK-UP Intanto pare che il 5 Aprile, giorno di presentazione del “Push-To-Pass”, piano di crescita del gruppo PSA durante i prossimi 6 anni, Peugeot potrebbe rivelare a sorpresa l'idea di sviluppare congiuntamente ad altri brand un pick-up: impensabile svilupparlo in autonomia dato lo sfavorevole rapporto costi di sviluppo/numeri di vendite, ma tra i partner da considerare spunterebbe proprio FCA, oltre Toyota, con Marchionne che potrebbe ridimensionare l'accordo solo a determinati ambiti senza per forza spingerlo su di un piano globale.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Migliori gomme 4 stagioni 2022 – 2023: lista dei test

Move-In Piemonte: come funziona, quanti km e costo

Michelin CrossClimate 2 SUV: aderenza sorprendente nei test