Pneumatici Fuori Uso: firmato il Decreto sul riciclo della gomma

Il Decreto sul riciclo della gomma da Pneumatici Fuori Uso introduce condizioni e standard di qualità con la denominazione di “gomma vulcanizzata granulare”

3 aprile 2020 - 9:53

L’obiettivo del Decreto sul riciclo della gomma è quello di un miglior inquadramento delle procedure di riciclo degli Pneumatici Fuori Uso. Il Decreto End of Waste DM 182/2019 pubblicato in Gazzetta Ufficiale è stato approvato per garantire più qualità e sicurezza dei materiali da riciclo in uscita dagli impianti e consentirne un effettivo recupero. Ecco cosa cambia con il Decreto End of Waste sul riciclo della gomma da Pneumatici Fuori Uso.

PNEUMATICI FUORI USO: REGOLE UGUALI PER TUTTI

Circa 100 aziende in Italia si occupano di raccolta e trasporto degli Pneumatici Fuori Uso e produzione di granulo e polverino da utilizzare in varie applicazioni. La materia prima seconda è destinata agli asfalti stradali, all’edilizia, agli impieghi industriali, nell’arredo urbano e molte altre applicazioni. Il Decreto sul riciclo della gomma, eliminerà le incertezze e introdurrà criteri e condizioni standard in tutta Italia. Al contrario, fino ad oggi il regime di autorizzazioni “caso per caso”, potevano anche competitività tra impianti di riciclo analoghi ma situati in Regioni diverse.

PNEUMATICI FUORI USO: IL DECRETO END OF WASTE

Più in dettaglio, il regolamento stabilisce criteri e condizioni specifici, nel rispetto dei quali la gomma vulcanizzata derivante da Pneumatici Fuori Uso cessa di essere qualificata come rifiuto, indicando:

– la tipologia dei rifiuti a cui il regolamento si applica
– le modalità di ricevimento e accettazione dei conferimenti
– alcune caratteristiche dell’impianto
– le modalità di controllo e verifiche dell’output per lotti di produzione per il rilascio della dichiarazione di conformità
– i vincoli di conservazione della documentazione e di tracciamento
– gli impieghi consentiti e i limiti di utilizzo della Gomma Vulcanizzata Granulare.

PNEUMATICI FUORI USO E LA NUOVA GOMMA VULCANIZZATA

Attraverso riferimenti comuni, il materiale riciclato dagli Pneumatici Fuori Uso in uscita dall’impianto assume una denominazione univoca. Di conseguenza le aziende che utilizzano granulo e polverino di gomma possono contare su una certificazione dei lotti di materiale. Tra le principali novità operative introdotte dal Decreto End of Waste ci sono:

– la riduzione del contributo ambientale per i consumatori;
– maggiori controlli sugli acquisti online di pneumatici;
– l’obbligo per gli impianti di trattamento di dotarsi di un sistema per il lavaggio degli Pneumatici Fuori Uso in ingresso idoneo ad eliminare le impurità superficiali;
– l’istituzione di campionamenti e analisi sul materiale riciclato in uscita;
– la certificazione del produttore su ogni lotto di produzione del materiale riciclato, che nel Decreto viene definito non più come gomma riciclata ma “gomma vulcanizzata granulare”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Coronavirus viaggiare in auto in Europa

Coronavirus: viaggiare in auto in Europa. Quali frontiere chiuse?

Metano Self Service: a rischio il rifornimento fai da te

Consumi e prezzi benzina – gasolio giù: fino a -26% da inizio 2020