Goodyear costretta a ritirare le gomme camper prodotte 20 anni fa

Goodyear costretta a ritirare dalla circolazione le gomme per camper prodotte dal 1996: per l’NHTSA, elevato rischio di incidente o lesioni

8 giugno 2022 - 17:00

Il richiamo delle gomme per camper Goodyear ordinato dall’agenzia nazionale per la sicurezza stradale USA (NHTSA) riaccende l’attenzione sulla sicurezza delle gomme soprattutto in un periodo di ripartenze per le vacanze dopo soste di diversi mesi. L’NHTSA ha infatti ordinato il ritiro dalla circolazione di un modello di pneumatici venduti negli ultimi 20 anni in America per potenziali rischi di incidente.

L’INDAGINE NHTSA SULLE GOMME GOODYEAR PER CAMPER

L’NHTSA ha aperto un’indagine sui difetti degli pneumatici per camper Goodyear G159 sulla base dei reclami pervenuti da privati. Tra i reclami sostenuti in tribunale dai ricorrenti, l’NHTSA riporta “l’ipotesi che non sarebbero stati progettati per un uso prolungato a velocità autostradali. L’agenzia ha rilevato che a queste gomme è collegato un alto tasso di guasti sui camper rispetto a pneumatici equivalenti, che – secondo l’NHTSA – a velocità autostradale può essere causa di incidente e lesioni gravi o mortali. Sembra che solo il pressing dell’NHTSA abbia spinto il Costruttore a predisporre il richiamo delle gomme ormai fuori produzione. Goodyear infatti ha dovuto attivare una campagna di ritiro di circa 170 mila pneumatici e offrire un rimborso per la sostituzione degli pneumatici.

RITIRO DELLE GOMME GOODYEAR PER CAMPER NEGLI USA

Essendo pneumatici che spesso si trovano su camper a noleggio negli USA, l’agenzia si è impegnata in una campagna informativa ampia, invitando i cittadini a prestare particolare attenzione ai veicoli con gomme Goodyear da 22,5 pollici. Il richiamo riguarda tutte le gomme Goodyear G159 misura 275/70 R22.5 prodotte dal 1996 al 2003 su cui si potrebbe verificare il distacco del battistrada. Goodyear offre anche 500 dollari di rimborso, ma solo per pneumatici coinvolti nel richiamo non utilizzati o montati.

ATTENTI AL DEGRADO NATURALE DELLE GOMME NEGLI ANNI

L’efficienza delle gomme, soprattutto quelle con oltre 3-4 anni alle spalle, non si può certamente valutare solo dalla profondità del battistrada, controllo valido invece per valutare l’usura degli pneumatici. Più passano gli anni e più aumenta il rischio che le gomme, se non conservate correttamente subiscano un degrado veloce delle loro caratteristiche. Il degrado delle gomme infatti risulta accelerato già dalla sola esposizione ai raggi UV e agli sbalzi termici, anche se il veicolo resta fermo per molto tempo all’aperto. In questo approfondimento puoi trovare interessanti consigli su come conservare le gomme per allungarne la durata. E’ chiaro poi che in caso di difettosità presenti fin dalla produzione o emerse durante l’utilizzo, ogni valutazione dell’usura diventa superflua di fronte all’accertamento di possibili e diversi tipi di danneggiamenti alle gomme.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto nuove: il prezzo giusto per gli italiani è sino a 30 mila euro

UNECE: nel 2023 due nuovi regolamenti per la sicurezza dei pedoni

stellantis modello distribuzione europa

Stellantis: le auto a basse emissioni più vendute in Italia nel 2022