Paura della guida autonoma: test gratuiti per combatterla

A Detroit si terranno test gratuiti di sei minuti per convincere gli automobilisti che ci si può fidare delle auto che guidano da sole

9 aprile 2019 - 17:53

La tecnologia avanza e l’interazione fra uomo-macchina sta diventando strumento di studio quotidiano. Guardiamo cosa sta succedendo nel mondo dell’auto. Se prima l’uomo aveva il “pieno” controllo al volante, adesso, con le ultime tecnologie, la tendenza si è invertita. Le auto a guida autonoma sono l’esempio di questa inversione. Ma la diffidenza verso i dispositivi di ultima generazione e gli incidenti avvenuti a bordo delle auto che si guidano da sole hanno scaturito una certa paura nei confronti di questa tecnologia. Così, a Detroit, le aziende aderenti alla SAE International, la società internazionale degli ingegneri dell’automobile, hanno organizzato dei test gratuiti sulle macchine “driver less” per informare ed educare gli automobilisti sulla sicurezza di questi veicoli. Lo fecero già nella primavera del 2018.

IL TIMORE DI PERDERE IL CONTROLLO

Secondo alcune ricerche effettuate negli ultimi mesi la fiducia nei confronti delle auto senza guidatore è crollata. Lo ha dimostrato anche un rapporto del Censis di fine 2018. I motivi di questi timori si ritrovano nella poca conoscenza delle tecnologie più avanzate. E negli incidenti che si sono verificati su queste auto. Ultimo dei quali, il 21 marzo 2019, quando a Tempe in Arizona, un’auto a guida autonoma del colosso Uber ha investito e ucciso una ciclista. Gli incidenti vanno analizzati e studiati, ma la loro portata mediatica genera paura in tutti quegli automobilisti che temono di perdere il controllo della propria vettura.

TEST GRATIS PER TUTTI

Conoscere e testare le proprie paure per capire il reale funzionamento di questi veicoli che guideranno il futuro prossimo. Questi sono i motivi che hanno spinto la SAE International in collaborazione con industrie, istituzioni no-profit e università ad organizzare dei mini-viaggi da sei minuti, che si sono svolti a Detroit. Sei minuti per ciascuna delle centinaia di persone che si sono iscritte ai test organizzati dalla Chrysler Pacifica Hybrid di Waymo. L’obiettivo è educare: informare i partecipanti – dal semplice cittadino al responsabile politico – sui veicoli a guida autonoma. Per dimostrare che la sicurezza non è affatto compromessa. Anzi è l’obiettivo principale.

PARERI FAVOREVOLI DAI PROTAGONISTI

Le opinioni sui test effettuati sono state positive. Certo, difficilmente, l’ente organizzativo poteva riportare recensioni critiche nei confronti dell’iniziativa. Ma secondo i primi pareri raccolti, questi test hanno aiutato i partecipanti di tutte le età a capire gli aspetti positivi e negativi della guida autonoma. Dal non dover pensare più alla strada per raggiungere la destinazione desiderata al riconoscimento di persone, ostacoli e segnali. Queste sono le principali caratteristiche che hanno fatto colpo sui tester.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Daimler: il taglio di 6 miliardi e il futuro senza Nissan-Renault

Automobilisti italiani: il 79,5% afferma di rispettare le regole

Controllo pneumatici: la giusta pressione fa risparmiare 83 euro l’anno