Auto nuove: la domanda in calo potrebbe abbassare i prezzi

Il prossimo trend del mercato auto potrebbe essere rappresentato da un calo dei prezzi delle auto nuove come conseguenza di un calo della domanda

11 novembre 2022 - 19:00

Una delle principali tendenze del mercato automotive in questi mesi è rappresentata dal costante aumento dei prezzi delle auto nuove. Cambiare auto è diventato sempre più costoso. I listini sono in crescita da tempo, con i costruttori che hanno riposizionato verso l’alto buona parte dei propri modelli, rendendo meno accessibile l’acquisto di una vettura nuova. Questa tendenza condiziona anche le quotazioni dell’usato, in crescita sulla scia del nuovo. Questo trend del mercato potrebbe, però, arrestarsi. Nel corso del prossimo futuro, a causa del calo della domanda di auto nuove (e di usate recenti) potrebbe esserci una vera e propria inversione di tendenza. Questo cambio di scenario potrebbe arrivare già il prossimo anno. A riportare alcune evidenze sullo stato attuale del mercato e sulla sua possibile evoluzione, per quanto riguarda i prezzi delle auto nuove, è un report del magazine Automobilwoche. Ecco cosa potrebbe succedere.

IL PREZZO DELLE AUTO NUOVE HA REGISTRATO UN AUMENTO SIGNIFICATIVO NEGLI ULTIMI ANNI

La crescita del prezzo di listino delle auto è una tendenza confermata da diversi dati. Una ricerca di inizio anno confermava un aumento fino al +30% dei prezzi delle auto negli USA. Anche per quanto riguarda l’Italia si è registrato un aumento netto dei prezzi delle auto nuove, cresciuti fino a 13 volte in più rispetto ai prezzi delle usate. Si tratta di un trend che va avanti da tempo. Secondo quanto riportato da Automobilwoche, che cita dati raccolti dagli analisti di Deutsche Automobil Treuhand GmbH (DAT) relativi al mercato tedesco, l’aumento del prezzo di listino delle auto nuove è davvero significativo. Da inizio 2019, infatti, i listini sono aumentati di circa il 20%. L’aumento dei listini, anche in presenza di sconti, comporta comunque un aumento per gli automobilisti alla ricerca di un nuovo modello da acquistare. Questa tendenza, alla lunga, può portare un calo generale della domanda da parte del mercato, con una contrazione dei volumi in più segmenti di mercato.

UN CALO DEI PREZZI IN ARRIVO PER LE AUTO NUOVE?

Il report del magazine tedesco ha raccolto vari punti di vista sulla questione, anticipando il possibile calo dei prezzi delle auto nuove a seguito del calo della domanda. A evidenziare questo possibile trend futuro del settore delle quattro ruote è Stefan Reindl, direttore dell’Institut für Automobilwirtschaft (IfA) che si occupa di fornire analisi dettagliate sull’evoluzione del mercato automotive. Secondo Reindl: “Non credo che i produttori abbiano detto addio alla loro politica di sconti a lungo termine. Quando le crisi attuali saranno finite, la concorrenza sui prezzi aumenterà di nuovo. Semplicemente perché i produttori vogliono utilizzare le loro fabbriche al massimo delle loro capacità”. Il mercato delle quattro ruote, in Germania come nel resto d’Europa, potrebbe, quindi, prepararsi ad un nuovo calo dei listini. In alternativa, potrebbero tornare sconti più significativi, rispetto alle condizioni attuali, o anche crearsi le condizioni per l’inserimento di nuovi player, in arrivo dalla Cina, in grado di soddisfare la richiesta di prezzi più bassi per le auto nuove da parte del mercato. Alcuni dati delle ultime settimane, intanto, confermano un primo calo dei prezzi delle auto usate.

LA TENDENZA AL CALO DI PREZZI POTREBBE NON RIGUARDARE TUTTE LE AUTO NUOVE

Uno degli effetti della crisi in corso è rappresentato dalla separazione, sempre più netta, tra il segmento generalista e quello premium. L’aumento dei prezzi delle auto nuove, chiaramente, incide maggiormente sulle possibilità di acquisto degli automobilisti che si rivolgono al mercato generalista. Per i clienti dei brand premium, quindi, l’aumento dei prezzi potrebbe avere un impatto inferiore sulla domanda. Ad evidenziare questo dato sono i pareri di alcuni esponenti del settore premium tedesco. Secondo il CFO di Audi, Jürgen Rittersberger, nel corso del prossimo anno è prevista ancora una domanda superiore alla produzione per il brand dei quattro anelli. Allo stesso modo, Nicolas Peter, CFO di BMW, ha chiarito la strategia della casa bavarese per il prossimo anno. BMW, a fronte di una domanda non certo in calo per il settore premium, vede prezzi stabili nel corso del 2023.

IL PROBLEMA DEI TASSI DI INTERESSE: UN OSTACOLO AL CALO DEI PREZZI DELLE NUOVE AUTO

A contrastare il trend del calo dei prezzi delle nuove auto potrebbe essere, secondo gli analisti del DAT, un sostanziale aumento dei tassi di interesse. Questo fattore potrebbe, quindi, rendere meno vantaggiosi gli acquisti con finanziamento di nuove auto. In sostanza, per gli automobilisti che scelgono il finanziamento come sistema di pagamento per l’acquisto di una nuova vettura potrebbero non avvertire il calo di prezzo. Con tassi di interesse particolarmente elevati, infatti, il finanziamento continuerà ad essere costoso, a prescindere dall’andamento dei listini.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto nuove: il prezzo giusto per gli italiani è sino a 30 mila euro

UNECE: nel 2023 due nuovi regolamenti per la sicurezza dei pedoni

stellantis modello distribuzione europa

Stellantis: le auto a basse emissioni più vendute in Italia nel 2022