Nissan: tra le strade di Londra i primi test europei di guida autonoma

Via libera alla sperimentazione della guida autonoma in Gran Bretagna per Nissan, una Leaf driverless ha già viaggiato nel traffico di Londra

28 febbraio 2017 - 10:00

Come annunciato recentemente Nissan è passata alla sperimentazione stradale della guida autonoma. Saranno le strade della Gran Bretagna il teatro nel quale si svolgeranno per la prima volta in assoluto i test europei del costruttore giapponese il quale ha già avviato la sperimentazione sulle strade pubbliche in Giappone e negli Stati Uniti. La guida autonoma è uno dei pilastri della strategia Nissan Intelligent Mobility la quale tende a offrire una mobilità a zero emissioni e zero fatalità.

GRAN BRETAGNA TERRENO FERTILE PER IL DRIVERLESS Il Governo britannico non ha mai nascosto l'interesse e l'apertura nei confronti della guida autonoma; il driverless viene visto come una soluzione definitiva sia ai problemi dell'inquinamento atmosferico che a quelli legati al traffico caotico delle grandi metropoli. Sfruttando questa condizione favorevole, suggerita probabilmente dai buoni rapporti tra Nissan e il Governo UK (Leggi qui come Nissan e il Governo inglese si accordano sulla Brexit), è iniziata sulle strade di Londra la sperimentazione per la messa a punto e l'affinamento delle tecnologie driverless. I primi test sono stati commentati da Takao Asami, vertice di Research and Advanced Engineering Nissan: “Innovazione e ingegno sono elementi chiave per Nissan. Sperimentando le prossime tecnologie di guida autonoma in un contesto impegnativo come quello delle strade londinesi Nissan ribadisce il proprio impegno nel rendere la strategia Nissan Intelligent Mobility accessibile per tutti”.

TEST CON PASSEGGERI NEL TRAFFICO DI LONDRA Durante i test a Londra chi ha viaggiato a bordo delle auto sperimentali ha potuto constatare in prima persona lo stadio di sviluppo della tecnologia driverless la quale, per mezzo di sistemi radar a onde millimetriche, scanner laser, fotocamere, microchip ad alta velocità, il tutto gestibile tramite un'interfaccia uomo macchina (Odore di scandalo tra Google e Uber, scopri qui perché!). I test si sono svolti su strade urbane, anche le più trafficate; le vetture hanno percorso itinerari impostati inserendo le coordinate nel sistema di navigazione satellitare.

PRESTO GUIDA AUTONOMA SU QASHQAI E LEAF In occasione dei test di Londra è stata confermata la prossima dotazione del sistema ProPilot 1.0 di guida autonoma per la Nissan Qashqai e per l'elettrica Nissan Leaf (Qui trovi tutti i dettagli dei piani di sperimentazione Nissan in UK). Queste vetture potranno viaggiare in modalità autonoma in autostrada rimanendo all'interno della singola corsia. Già dallo scorso anno è disponibile in Giappone la Nissan Serena equipaggiata con il sistema ProPilot, tecnologia che ha permesso alla Casa nipponica il premio Japan Car of the Year Innovation Award 2016-17. Entro il 2018 è previsto il lancio della tecnologia driverless che permetterà sorpassi e cambi di corsia in autostrada, entro il 2020 dovrebbe essere resa disponibile per tutti la guida autonoma urbana. 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto nuove, prezzi sino a +24% rispetto al listino negli USA

Trasporto auto elettriche: servono navi speciali “antincendio”

Auto nuove: i sistemi di sicurezza fondamentali per Global NCAP