Lynk&Co 01: Geely e Volvo svelano il primo SUV connesso e ibrido

Il primo Suv nato da una costola della Volvo sarà venduto prima in Cina e USA e poi anche in Europa. Ecco i primi dettagli

20 ottobre 2016 - 11:15

La Geely ha lanciato il primo modello del brand Lynk&Co, sviluppato direttamente in collaborazione con Volvo e che in Europa entrerà direttamente nel segmento di mercato dei SUV compatti (leggi del nuovo crossover lanciato in Europa da Geely). Connettività al top è la base di partenza per la 01, che offrirà anche un powertrain ibrido e, per cercare di abbassare quanto più possibile il prezzo al cliente finale, verrà venduta direttamente online.

IL NUOVO SUV Dopo il lancio in Cina il nuovo Lynk 01 verrà commercializzato anche in Europa ed è studiato sulla piattaforma CMA, Compact Modular Architecture, in diretta collaborazione con Volvo (leggi del brand low cost di Volvo e Geely in Europa). Verrà proposto al pubblico con un motore ibrido, composto da un motore benzina tre cilindri da 1.5 litri, accoppiato ad un propulsore elettrico, il tutto con la possibilità di adottare un cambio manuale oppure un automatico a doppia frizione e sette rapporti. In alternativa al propulsore da 1.5 litri ci sarà anche un quattro cilindri da due litri, ma esclusivamente a benzina. In futuro l'azienda ha preventivato l'arrivo anche di altri due modelli, una berlina ed un'altra auto, che avranno nomi numericamente crescenti come 02 e 03.

PAROLA D'ORDINE CONNETTIVITA' Il fatto stesso che il brand si chiami Lynk sottolinea l'importanza che viene data alla connettività di bordo. Il nuovo SUV avrà a disposizione un display touchscreen al centro della plancia che sarà perennemente collegato ad internet e sfrutterà un database cloud proprietario, che la stessa Lynk sta sviluppando assieme alla Ericsson e che sarà aperto ad ulteriori sviluppi. A queste possibilità fa da contraltare anche quella di garantire l'accesso ad altre persone grazie ad una chiave condivisibile via etere e di controllare lo stato dell'auto via smartphone, semplicemente sfruttando l'applicazione proprietaria da scaricare sul dispositivo.

TATTICHE DI ABBATTIMENTO COSTI Il brand punta ad un abbattimento dei costi delle proprie auto e lo fa cercando sfruttare le enormi potenzialità di internet. Le auto verranno vendute esclusivamente online, cercando di sfruttare una partnership già avviata con i colossi Alibaba e Microsoft: questo dovrebbe abbattere i costi, considerando che il 25% del costo di un'auto è assorbito da tutta la rete di vendita e distribuzione (leggi quali altri Costruttori si vogliono attrezzare per vendere auto online). Ogni SUV e sarà possibile configurarlo a proprio piacimento e riceverlo direttamente a casa, come fosse un pacco, mentre in caso di manutenzione sono previsti un ritiro ed una riconsegna sempre presso il proprio domicilio.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Brand auto: oltre 1 su 2 ricompra Toyota. La classifica 2022

Polizze RC auto 2022: solo il 14,4% sono stipulate online

FIA lancia Drive with Care per la sicurezza stradale nel mondo