Geely: in Europa il primo crossover realizzato con Volvo

Il Costruttore cinese Geely cambia strategia e lancia un nuovo Brand con cui proporre una nuova gamma basata sulla piattaforma Volvo CMA

27 aprile 2016 - 9:19

In un affollato mercato come quello cinese il brand Geely è intenzionato a lanciare un nuovo marchio per distribuire auto dal prezzo accessibile, basate inizialmente sulla piattaforma CMA di Volvo. La prima auto a listino dovrebbe essere un crossover dalle dimensioni contenute.

LE NUOVE L Geely e Volvo collaborano per “coprire” il mercato cinese, e con il nuovo brand in fase di lancio – al momento chiamato semplicemente “L” – dovrebbero riuscire a diversificare la propria offerta e competere direttamente contro gli altri marchi automobilistici “importati”. Le auto sfrutteranno la piattaforma modulare CMA (Compact Modular Architecture), sviluppata in collaborazione con Volvo come base per le future auto compatte e che permette non solo un upgrade in termini di propulsione, con la possibilità di adottare anche motorizzazioni ibride, ma anche di infotainment, con alloggiamenti diversi e più spazio per riuscire ad inserire e modellare l'impiantistica di bordo.

LA STRATEGIA La volontà di Geely di dare origine ad un nuovo brand è in netta controtendenza con quanto dichiarato qualche anno fa, cioè addirittura il ridimensionamento aziendale e la chiusura di ben tre marchi. La condivisione della piattaforma unita alla differenziazione di target permetterà a Volvo e Geely di procedere parallelamente, la prima nel mercato delle auto premium e sofisticate con anche la possibilità di guidarsi da sole (leggi come Volvo punta alla Cina per la guida autonoma e guarda la XC90 in azione a Pechino), la seconda in quello delle auto a buon mercato, prima su tutte il crossover con il quale dovrebbero debuttare. Una strategia che potrebbe non tardare a portare i propri frutti qualora si riesca ad imboccare il canale commerciale giusto ed a suscitare un forte appeal nei clienti, soprattutto in virtù della iniziale diffusione del brand “L”, e della prima auto ad esso annessa, attraverso i dealer Geely già presenti sul territorio.

I PIANI PER L'EUROPA Una volta lanciato e stabilizzato il primo crossover sul mercato cinese Geely non nasconde i propri piani di espansione verso l'Europa e gli USA. L'idea potrebbe essere quella di sfruttare il canale già aperto da Volvo, stabilmente presente sui territori e che potrebbe offrire una rete già consolidata, ma il brand cinese dovrà fare i conti con le richieste della clientela dell'altro lato del mondo, nettamente più esigente rispetto alla Cina.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Le auto elettriche saranno bandite dai parcheggi sotterranei?

Top Employers: le migliori aziende automotive in Italia 2022

Mustang Mach-e: come non rimorchiarla in caso di panne