Guida sulla neve e pneumatici invernali: i consigli utili

Poche ma indispensabili accortezze possono salvare gli automobilisti da situazioni di grave pericolo durante la stagione invernale

19 dicembre 2011 - 8:00

L'inverno è ormai arrivato e con la stagione rigida si riaffacciano tutti i problemi dell'automobilista legati al freddo, alla neve e al ghiaccio. Vediamo come prevenire le situazioni di pericolo e mettere la vettura in sicurezza.

LE INSIDIE – Mettersi alla guida con il freddo, la neve ed il ghiaccio, comporta diversi rischi che possono ridursi sensibilmente con pochi e semplici consigli. L'autovettura, soprattutto nei primi chilometri di marcia, è meno efficiente perché gli impianti sono freddi e non rispondono come dovrebbero agli input dell'autista. Con temperature rigide, anche quando la strada è asciutta, le normali gomme faticano molto a entrare in temperatura, cioè ad acquistare quell'elasticità necessaria a tenere l'auto ben salda a terra e a permetterle di frenare in spazi ragionevoli. Anche l'impianto frenante non darà subito il meglio di sé perché necessita di riscaldarsi. Quindi, con gomme e freni non ancora efficienti al 100%, anche su asfalto asciutto bisogna prestare molta attenzione e anticipare la manovra di arresto del veicolo. Quando, oltre alla sola bassa temperatura, sono presenti pioggia o neve o addirittura ghiaccio, il problema si amplifica in modo esponenziale. Sovente la visibilità è ridotta da nebbia, foschia o pioggia fitta, quindi anche i fari dell'auto devono essere perfettamente efficienti per garantire la massima sicurezza. L'impianto di aerazione del veicolo, se in buono stato, garantisce un'adeguata velocità di sbrinamento del parabrezza ed evita che questo si appanni durante la marcia (ma attenzione ai primi momenti, perchè la visibilità resterà scarsa). Anche i tergicristalli devono essere pronti ad affrontare le intemperie: perciò, massima attenzione alle condizioni delle spazzole di gomma e alla funzionalità degli ugelli lavavetro, che devono essere sgombri da incrostazioni o polvere e correttamente orientati. Infine, non va dimenticato il lunotto termico, prezioso per la visibilità posteriore.

GLI PNEUMATICI, SOPRATTUTTO – Qualunque auto viaggia sugli pneumatici, unico punto di contatto con la strada. Proprio per questo, le gomme devono essere tenute e scelte con un'attenzione ancora maggiore rispetto ad altri componenti del veicolo. Durante l'inverno, in particolare, è indispensabile montare gomme invernali su tutte le auto, anche le 4×4. Questa tipologia di pneumatico è in grado di entrare molto velocemente in temperatura e di “artigliarsi” anche ai terreni più scivolosi, garantendo un livello di sicurezza tangibile. In commercio esistono numerosi modelli di pneumatici invernali e tutti quelli omologati consentono un guida sicura su diverse tipologie di manto stradale. Molti comuni italiani, coscienziosamente, hanno reso obbligatorio l'uso di pneumatici da neve in determinati periodi dell'anno, indipendentemente dal fatto che la neve sia già presente o meno. Infatti, le prestazioni di questi pneumatici migliorano quelle dell'auto in fatto di tenuta di strada e di spazi di frenata alle basse temperature (diciamo dai 10° in giù), anche se non c'è neve o ghiaccio. La spesa che si affronta per comprare un treno di gomme invernali in realtà è gravosa solo in apparenza, in quanto durante il loro utilizzo si lasciano a riposo gli pneumatici estivi (molti gommisti ve li possono conservare nel modo corretto con una modica spesa). Quindi, possiamo concludere che viaggiare senza pneumatici invernali durante la stagione fredda è da irresponsabili.

ULTERIORI SUGGERIMENTI – Per i nostri spostamenti quotidiani, settimane bianche o gite fuori porta, ricordiamo di far controllare regolarmente i vari liquidi contenuti della nostra vettura e fare attenzione che siano antigelo in modo da preservare le condutture degli impianti (ricordatevi anche l'antigelo aggiuntivo per il gasolio!!). Assolutamente da non dimenticare un controllo alla batteria della nostra auto da eseguire presso un buon elettrauto. Osserviamo tutte le guarnizioni esterne dell'auto, quelle delle portiere, del bagagliaio e tutte le parti in gomma esposte alle intemperie. In ultimo, poniamo molta attenzione all'impianto di illuminazione attiva (luci di posizione, anabbaglianti, abbaglianti, fendinebbia, retronebbia e indicatori di direzione) e passiva (catarifrangenti, anche quelli eventualmente presenti nella parte inferiore delle portiere) perchè in una stagione dove le ore di buio aumentano rispetto al resto dell'anno, una buona visibilità dell'auto è un requisito indispensabile per la sicurezza stradale,

LINK DI APPROFONDIMENTO

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Sciopero 2 dicembre 2022 treni, metro e bus: gli orari

Ansia alla guida: perché mettersi al volante può spaventare?

Fringe benefit 2022 tabelle ACI

Auto aziendale: chi può scaricare l’Iva?