Guida autonoma: dal 2018 cambia tutto per i test delle auto robot

In USA 10 piste di test per la guida autonoma metteranno il turbo allo sviluppo di veicoli driverless

20 gennaio 2017 - 12:17

Lo sviluppo della guida autonoma richiede una fase avanzata e particolarmente intensa di test, vero e proprio banco di prova per mettere a punto la capacità di utilizzo in quella che è la simulazione di una strada reale. Negli USA, proprio per sottolineare quanto progetti di questa portata siano importanti non solo per le Case ma anche per le istituzioni, si arriverà ad avere una serie di 10 piste di test specificamente ideate per questo genere di vetture. Tra queste l'American Center for Mobility self-driving vehicle test bed sarà dichiarata banco di prova “ufficiale”.

LA GUIDA AUTONOMA Lo sviluppo della guida autonoma è un progresso che sta cominciando ad interessare tutte le Case automobilistiche e tutti i governi (leggi di Audi che ha confermato la propria auto a guida autonoma per il 2018). Da un lato i Costruttori devono impegnarsi nello sviluppare auto che siano sempre più capaci di guidarsi in completa autonomia, districandosi tra le insidie di quella giungla che sono le strade reali, dall'altro i governi hanno la necessità di modificare la legislazione ed il Codice della Strada affinchè si trovino soluzioni per tutte le problematiche affini alla guida autonoma (leggi di come nel Regno Unito si stia pensando ad un Codice della Strada affine alle auto driverless). Intanto le fasi di sviluppo avanzato cominciano a richiedere terreni di test adeguati, che in parte sono diversi dalle classiche piste sulle quali sono provati i muletti delle auto a guida tradizionale: ecco che cominciano a sorgere tracciati di prova per auto a guida autonoma.

LE PISTE DI TEST Solo negli Stati Uniti sono circa 10 le piste che sono state pensate o modificate esclusivamente per mettere sotto torchio auto driverless, con commesse che hanno chiamato in causa anche budget di decine di milioni di dollari. Nei pressi della cittadina americana di Ypsilanti, nel Michigan, è in fase di costruzione un tracciato che ha già ottenuto il benestare federale ed è stato nominato come pista ufficiale per i test di auto a guida autonoma. Si tratta dell'American Center for Mobility self-driving vehicle test bed un sito che si estenderà per circa 300 acri e costerà in totale di 80 milioni di dollari (leggi del sito di Willow Run nel Michigan, sede della più grande pista di test al mondo per la guida autonoma).

TRACCIATO UFFICIALE L'assegnazione di questa ufficialità è arrivata dopo un iter durati mesi, che ha visto proporre un bando di concorso proprio per definire una pista definitiva sulla quale svolgere l'attività di test. I soldi necessari alla costruzione non arriveranno dalle casse dello stato bensì da investitori privati, con AT&T come primo partner della struttura grazie alla fornitura della rete di comunicazione dell'impianto. La mappa della zona prevede non solo delle repliche di zone cittadine e zone rurali, ma anche un cerchio con circonferenza di 2.5 km per simulare l'autostrada, l'apertura di questo è attesa per il mese di Dicembre di quest'anno, circa 30 giorni prima dell'inaugurazione ufficiale di tutto il complesso.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Multa con Autovelox annullabile

Autovelox mobili: qual è la distanza minima tra segnale e postazione?

Acquisto auto nuova: come dovrebbe essere in una concessionaria auto

Rotonde al posto degli incroci negli USA: -90% di incidenti mortali