General Motors-PSA: si avvicina l'ipotesi di un nuovo accordo

General Motors e PSA potrebbero presto accordarsi sulla cessione di Opel, i francesi diventerebbero così il secondo gruppo automobilistico d'Europa

15 febbraio 2017 - 9:00

Gli scenari del mercato automobilistico internazionale sono in continuo mutamento e non mancano di certo incognite e incertezze per il futuro. I grandi gruppi industriali quindi tendono a ottimizzare le proprie strutture riducendo i costi e raggiungendo livelli di efficienza superiori. È il caso della trattativa tra General Motors e il gruppo francese PSA riguardo la possibile cessione del brand Opel alla compagine transalpina. Le due realtà industriali cooperano da tempo e con crescente intensità, qualora venisse raggiunto l'accordo PSA diverrebbe il secondo gruppo europeo, scavalcando Renault e ponendosi un passo dietro il colosso tedesco Volkswagen Group.

COOPERAZIONE DI CRESCENTE INTENSITA' Le intese e la collaborazione tra General Motors e PSA risalgono ormai al 2012, quando i due gruppi decisero di sviluppare e condividere piattaforme, tecnologie e componentistica. Nel 2015 la partnership è divenuta più intensa e stretta, tanto GM ha scelto le piattaforme francesi per realizzare la nuova gamma di modelli a ruote alte. Ultima nata da questa collaborazione è la Opel Grandland X, attesa per il prossimo autunno è sviluppata condividendo piattaforma e meccanica della Peugeot 3008 (Guarda qui le ultime spy foto della Opel Grandland X).

PER REUTERS SIAMO VICINI ALLA FIRMA Secondo l'agenzia di stampa Reuters nei prossimi giorni potrebbe giungere la notizia dell'accordo definitivo riguardo il passaggio di proprietà dei marchi Opel e Vauxhall da General Motors a PSA. Intervistati i portavoce delle Case costruttrici questi non hanno smentito, confermando che la cooperazione prevede continue esplorazioni e valutazioni di iniziative strategiche volte a migliorare la redditività e l'efficienza produttiva delle due realtà.

QUALI VANTAGGI PER PSA E GENERAL MOTORS Come abbiamo anticipato in apertura l'eventuale acquisizione del brand Opel da parte di PSA porterebbe il gruppo parigino al raggiungimento di una quota, complessiva, del mercato europeo pari al 16.3% un passo sotto al Gruppo Volkswagen che, in base ai dati di vendita del 2016 (Qui trovi l'analisi delle vendite di auto in Europa nel 2016), detiene la quota del 24.1%. Per PSA la disponibilità delle tecnologie a marchio Opel rappresenta un'opportunità a basso costo per ampliare la gamma, soprattutto quella elettrica. Per GM la vendita sarebbe da considerarsi come un'uscita “pulita” dall'Europa, dopo le batoste finanziarie collezionate negli ultimi anni e aggravate dalla Brexit  (Scopri qui perché il Regno Unito vuole una Brexit senza compromessi).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Consiglio acquisto utilitaria: budget fino a 10.000 euro

Ciclisti più spericolati degli automobilisti? Uno studio spiega perché

Cassazione: omicidio stradale, l’imprudenza altrui non è un’attenuante