Esodo vacanze 2017: le previsioni del traffico sulle autostrade

Tutto è pronto per gli esodi estivi. Ecco il piano di azione dei gestori e il calendario dei bollini più critici con i nostri consigli per le partenze

21 luglio 2017 - 12:35

Ormai ci siamo. Per molti italiani, già il prossimo week end vorrà dire vacanze, con le autostrade che verranno prese d'assalto da milioni di automobilisti. Come vitare il traffico e le lunghe file in autostrada? Consultare i bollettini che riguardano la viabilità, selezionare le fasce orarie migliori evitando il temuto “bollino nero”, indicatore del traffico massimo raggiungibile sulla rete autostradale. Oggi vi daremo tutte le informazioni che possono servirvi per una partenza intelligente e il più possibile lontana da code e stress.

IL 5 AGOSTO UNICO BOLLINO NERO Come ogni anno, Viabilità per l'Italia, ci fornisce il calendario riguardante le previsioni di traffico per tutto il periodo estivo (consultabile e scaricabile in fondo alla pagina). Partiamo da sabato 5 agosto, contrassegnato dal bollino nero (maggior numero di partenze) sia alla mattina che al pomeriggio, con un traffico decisamente meno intenso durante la notte. Il nostro consiglio per evitare di restare ore ed ore chiusi nella propria auto (un incubo per chi soffre di mal d'auto (leggi qui i nostri rimedi su come combatterlo), è quello di sfruttare le fasce orarie più fresche e con minor traffico, pianificando una partenza intelligente, anticipandola o alla notte del 4 se preventivate di poter riposare abbastanza o nella serata del 5 (evitando le ore più calde, soprattutto se abbiamo medicinali a bordo. Scopri qui i consigli su come trasportarli). Tuttavia, questo, non sarà l'unico week end di traffico intenso. Tanti anche i giorni da bollino rosso e giallo (traffico critico solo in determinate fasce orarie e aree di viabilità), sia in partenza verso le mete turistiche sia al ritorno in città. In particolare vi segnaliamo il week end da venerdì 28 a domenica 30 luglio, per il quale si prevede un intenso flusso di viaggiatori verso le mete turistiche. Come “tradizione vuole”, il week end dopo “Ferragosto” (il 15 di agosto), comincia il “controesodo”, con un traffico inverso rispetto a quello al quale abbiamo assistito da luglio in avanti. 19-20, 26-27 agosto, 1-2-3 e 9-10-11 settembre, sono i week end peggiori per quanto riguarda il traffico in rientro nelle città. Maggiori informazioni e più dettagliate si possono consultare scaricando il calendario in pdf in fondo alla pagina.

MENO CANTIERI SI TRADUCE IN MIGLIORE VIABILITÀ Una notizia che farà certamente piacere agli automobilisti è che, Autostrade per l'Italia, ha annunciato diverse misure per fronteggiare la mole di traffico che tutta la rete autostradale dovrà subire. In primis verranno rimossi tutti i cantieri di manutenzione nelle principali tratte e, qualora ci si trovi sulla propria strada dei cantieri inamovibili, è consigliabile consultare le indicazioni che riguardano i percorsi alternativi, sia per i tratti autostradali sia su quelli extraurbani. “Nel corso della mobilità estiva, avremo il 30% in meno di cantieri inamovibili rispetto allo scorso anno e terremo costantemente informati gli automobilisti attraverso un piano di comunicazione dedicato”, queste le parole di Gianni Armani, presidente di Anas, che ha annunciato anche l'utilizzo di 1.100 automezzi, 1.830 telecamere, 530 pannelli a messaggio variabile e 2.500 addetti per la sorveglianza, pronto intervento e assistenza dei clienti sulle tratte di competenza. Un importante dispiegamento di forze da parte delle autorità, ma il tutto deve essere coadiuvato anche dall'impegno degli automobilisti.

I NOSTRI CONSIGLI PER UN VIAGGIO SICURO Primo punto fondamentale: la prima partenza intelligente è quella sicura. È tanto inutile quanto dannoso esporre a rischi i propri passeggeri e gli altri utenti della strada, partendo stanchi o non rispettando il codice della strada (magari seguendo i consigli di Viaggiare Coi Fiocchi, per una partenza senza stress). Oltre a rispettare i limiti di velocità, è sconsigliato utilizzare, come spesso accade, la corsia d'emergenza per evitare il traffico (percorribile solo se si è in fase di uscita dall'autostrada e a 500 metri dalla rampa), essendo accessibile ai soli mezzi d'emergenza, e per una sosta in situazioni di estrema necessità, come un malore del conducente o un guasto meccanico alla propria vettura (basta che venga segnalato con l'apposito triangolo d'emergenza). Anche per chi porta con sé anziani o bambini abbiamo delle indicazioni. Insieme alla nostra guida (i 10 errori da non fare in estate con i bambini a bordo), ci sentiamo di sconsigliare l'utilizzo delle aree di sosta e delle piazzole d'emergenza per i più disparati motivi (come ad esempio fare una pausa pranzo o espletare i propri bisogni fisiologici). A tal proposito è consigliabile utilizzare i POI (Punti di Interesse) del vostro navigatore, dove verranno evidenziate le aree di sosta attrezzate, ben più sicure rispetto ad una semplice piazzola di sosta, insieme alle aree di servizio dislocate lungo tutta la tratta autostradale italiana. Ormai ci siamo, il giorno della partenza è vicino e con lui il nostro carico di bagagli e voglia di relax, ma non dimenticate che un viaggio sicuro è il viaggio più bello (soprattutto con i nostri 10 controlli da effettuare prima della partenza).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Tesla Model 3: i 10 difetti più frequenti sulla carrozzeria dell’auto

Viadotti autostrade

Autostrade e Ponti: i nuovi controlli passano a una società internazionale

App auto che spiano i conducenti: il 62% favorevoli per la sicurezza di guida