Esodo 2016: i consigli per risparmiare benzina e viaggiare in sicurezza

Risparmiare carburante viaggiando si può, anche durante le partenze intelligenti, con pochi e semplici passi che per giunta aumentano la sicurezza

22 luglio 2016 - 12:41

Siamo alle porte del mese di agosto, che porta storicamente con sé delle tranche di esodi estivi più o meno importanti. Tanti gli automobilisti italiani che percorreranno lo “stivale” con la propria auto o con altri mezzi a motore, ma non tutti sono coscienti di quanto siano importanti i controlli prima della partenza: con pochi e semplici passi potrebbero aiutare a risparmiare soldi ed aumentare la sicurezza propria e degli altri utenti della strada.

GLI ITALIANI CHE PARTIRANNO Un quadro generale sul numero di italiani che quest'anno caricheranno le valigie in auto e partiranno alla volta della meta delle proprie vacanze lo fornisce un'elaborazione del Centro Studi Continental, basata sui dati di un sondaggio promosso da Confesercenti-Swg in merito alle vacanze estive degli italiani nel 2016. In totale saranno circa 24 milioni i nostri connazionali che si sposteranno su strade ed autostrade con dei veicoli a motore, precisamente 22 milioni con la propria auto (leggi come affrontare una partenza intelligente), 720mila in camper e oltre mezzo milione in autobus.

RISPARMIARE SOLDI MENTRE SI VIAGGIA La scelta di spostarsi in auto è dettata da ragioni di risparmio economico, poiché nell'economia della famiglia un viaggio in auto costa sicuramente meno di biglietti per trasporti pubblici, ma ci sono alcuni accorgimenti che, se non rispettati, potrebbero assottigliare o addirittura vanificare tale risparmio. L'occhio è puntato chiaramente sulle gomme e sulla loro manutenzione: secondo lo stesso Centro Studi Continental una pressione non corretta della gomma influisce sul consumo, nell'ordine dell'1% se inferiore di 0.2 bar rispetto al valore ideale, del 2% con 0.4 bar in meno e del 4% nel caso limite in cui la gomma sia più sgonfia di 0.6 bar. A questo si aggiunge poi una prematura usura del battistrada, che a 0.6 bar in meno del dovuto dura il 45% in meno.

I CONTROLLI PRE-PARTENZA Non bisogna però dare solo attenzione alle gomme prima di partire per un viaggio in auto, anche se questo è il controllo più immediato e quello con effetti più amplificati – tanto che la Polizia ha avviato campagne di controllo per prevenire incidenti dovuti alla perdita di controllo causata da gomme non correttamente mantenute (leggi della campagna di controlli della Polizia) – ma ci sono tutta un'altra serie di fattori da chiamare in gioco: l'impianto frenante, le sospensioni, i documenti in regola e via discorrendo, che trovi se leggi l'articolo dedicato ai controlli da fare prima di partire.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Auto nuova diesel: il 71% degli italiani indecisi sull’acquisto

Consiglio acquisto SUV: budget fino a 25.000 euro

Skoda testa l’app per ricevere le consegne in auto