Tangenziale

Tangenziale: velocità massima e minima

Quando si percorre una tangenziale quale velocità massima e minima bisogna rispettare? Scopriamo tutto quello che c'è da sapere

8 giugno 2021 - 14:42

Qual è la velocità massima e minima che bisogna osservare in tangenziale? A questa domanda sono pochi coloro che sanno rispondere con prontezza, anche perché la definizione stessa di ‘tangenziale’ è piuttosto ambigua, essendo una tipologia di strada che non è neppure citata dal codice e che può avere caratteristiche molto diverse.

CHE COS’È UNA TANGENZIALE

La tangenziale è una strada a scorrimento veloce, realizzata di solito intorno ai grandi centri urbani, che permette di raggiungere le varie zone delle città o i raccordi autostradali senza dover entrare in contatto diretto con la circolazione urbana. Può essere classificata come autostrada, come strada extraurbana principale (superstrada) o come semplice strada extraurbana secondaria. E avere quindi, a seconda dei casi, una segnaletica verde o blu. oltre che norme differenti riguardo i limiti di velocità e i veicoli che sono autorizzati ad accedervi. Le tangenziali possono presentare due o più corsie per ogni senso di marcia, oppure una corsia soltanto. Possono inoltre essere a pagamento o gratuite.

VELOCITÀ MASSIMA E MINIMA IN TANGENZIALE

Come avrete sicuramente intuito, la velocità massima e minima in tangenziale dipende dalla classificazione della strada.

– In una tangenziale classificata come autostrada il limite massimo di velocità è di 130 km/h, salvo diversa indicazione e tenuto conto di eventuali restrizioni che possono ad esempio riguardare alcune categorie di veicoli o di conducenti (come i neopatentati).

– In una tangenziale classificata come strada extraurbana principale o superstrada il limite massimo di velocità è di 110 km/h, salvo diversa indicazione e tenuto conto delle possibili restrizioni di cui sopra.

– E in una tangenziale classificata come strada extraurbana secondaria il limite massimo di velocità è di 90 km/h, salvo diversa indicazione e tenuto conto delle possibili restrizioni di cui sopra.

Per quanto riguarda invece la velocità minima in tangenziale, ricordiamo che l’art. 372 comma 4 del regolamento d’attuazione del Codice della Strada vieta la circolazione in autostrada o sulle strade extraurbane principali alle autovetture che non siano in grado, per costruzione, di sviluppare la velocità in piano di almeno 80 km/h.

CLASSIFICAZIONE TANGENZIALI ITALIANE

Vediamo adesso come sono classificate le principali tangenziali italiane per avere un’idea sui limiti da rispettare. Scoprirete che ci sono molte eccezioni rispetto ai limiti di velocità standard:

A50 – Tangenziale Ovest di Milano: autostrada senza pedaggio. Il limite di velocità massimo consentito sulla A50 alle autovetture è di 90 km/h.

A51 – Tangenziale Est di Milano: autostrada con pedaggio a sistema aperto. La velocità massima consentita sulla A51 è normalmente di 90 km/h, con riduzione a 80 km/h in alcuni tratti.

A52 – Tangenziale Nord di Milano: autostrada con pedaggio a sistema aperto. Il limite di velocità massimo consentito è di 90 km/h oppure 80 km/h, a seconda dei tratti.

A53 – Raccordo autostradale 7 (RA7): autostrada senza pedaggio.

A54 – Tangenziale di Pavia: autostrada senza pedaggio.

A55 – Tangenziale Nord/ Tangenziale Sud di Torino: autostrada con pedaggio a sistema aperto.

A56 – Tangenziale di Napoli: autostrada con pedaggio a sistema aperto e tariffa fissa. La velocità massima consentita lungo l’intero asse è limitata a 80 km/h.

A57 – Tangenziale di Mestre (Venezia): autostrada senza pedaggio. In molti tratti presenta limiti di velocità inferiori a quello stabilito dal Codice della Strada per le autostrade.

A57 – Tangenziale Est Esterna di Milano: autostrada con pedaggio a sistema chiuso.

A59 – Tangenziale di Como: autostrada con pedaggio a sistema chiuso.

A60 – Tangenziale di Varese: autostrada con pedaggio a sistema aperto. Il sistema delle tangenziali di Varese si compone anche della strada statale 712 Tangenziale Est di Varese.

A90/GRA – Grande Raccordo Anulare di Roma: autostrada senza pedaggio. Limiti di velocità adottati: 130 km/h sulla maggior parte del tracciato principale, con l’ulteriore indicazione, in alcuni tratti, di velocità minima consentita di 90 e 60 km/h rispettivamente nella corsia di marcia centrale e di destra; 110 km/h in alcune gallerie e tratti adiacenti; 70 km/h (60 in alcuni tratti) sulle complanari a 2 corsie; 50 km/h nei tratti di complanare a 1 corsia; 40 km/h sulle rampe degli svincoli.

Nodo di Genova: è costituito dall’intreccio di quattro autostrade (A10, A26, A7 e A12), dal quale si diramano due strade urbane di scorrimento veloce. Queste sono la sopraelevata ‘Strada Aldo Moro’ e la pedemontana ‘Corso Europa’, che sono unite tra loro da un ulteriore terzo viale a scorrimento veloce.

RA1 – Tangenziale Nord di Bologna: autostrada senza pedaggio.

RA6 – Tangenziale di Perugia: autostrada senza pedaggio.

RA15 – Tangenziale di Catania: autostrada senza pedaggio.

Variante Aurelia – Tangenziale di Livorno: strada extraurbana principale senza pedaggio.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Sicurezza stradale: lo spettacolo “I Vulnerabili” va in DAD

Auto usata: le 5 truffe più diffuse da cui stare alla larga

Green Pass Covid

Green Pass Covid: come funziona e come ottenere la Certificazione verde