patenti cqc foglio rosa proroga

Patenti, CQC e Foglio Rosa: scadenza prorogata al 2021 per il Coronavirus

Cosa succede in periodo di Coronavirus per la scadenza di patenti, CQC e foglio rosa? Ecco la mini-guida sulla proroga per ciascuno di questi documenti

26 novembre 2020 - 9:00

L’emergenza Coronavirus ha rivoluzionato la vita di tutti e prodotto effetti anche sulle attività di routine, come il rinnovo dei documenti. Nel settore dei trasporti, per esempio, si è dovuti intervenire per decreto al fine di prorogare le scadenze delle revisioni auto, facendo tirare un sospiro di sollievo a molti automobilisti. Il Decreto Cura-Italia, in vigore dal 17 marzo 2020 e convertito in legge, con modifiche, il 24 aprile 2020 (Legge n. 27), ha disposto la proroga per qualche mese dei documenti di riconoscimento e di identità, compresa la patente di guida. Qualche giorno prima invece, era stato il MIT a prolungare la validità dei permessi provvisori di guida e delle patenti dei conducenti professionali. Successivamente l’Unione Europea ha deciso di uniformare le scadenze su tutto il territorio dell’UE, mentre con la legge n. 77 del 17 luglio 2020 il Governo ha ulteriormente prorogato la validità delle patenti. Facciamo pertanto chiarezza riepilogando le ordinanze sulla proroga di patenti, CQC e Foglio Rosa.

AGGIORNAMENTO 26 NOVEMBRE 2020: nuovo termine per le patenti e i fogli rosa scaduti o in scadenza durante l’emergenza Coronavirus. Con la conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge n. 125 del 7 ottobre 2020, il termine è stato spostato fino alla data di cessazione dell’emergenza da Covid-19 che, per il momento, è fissato al 30 aprile 2021. Il rinvio riguarda tutti gli atti amministrativi in scadenza o scaduti a partire dal 31 gennaio 2020.

La proroga è valida solo per circolare in Italia, mentre per farlo negli altri paesi UE resta in vigore l’estensione di 7 mesi dalla data di scadenza, purché sia compresa tra il 1° febbraio e il 31 agosto 2020. Importante: la proroga fino al 30 aprile 2021 sarà operativa dopo la bollinatura della Ragioneria generale dello Stato e la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, prevista a giorni.

Dopo la pubblicazione del testo delle legge aggiorneremo i prossimi paragrafi con le nuove scadenze.

CORONAVIRUS: PATENTI DI GUIDA, QUANTO SCADONO?

Combinando le disposizioni del nostro Governo e il regolamento UE 2020/698, la validità delle patenti di guida è prorogata nella seguente maniera:

– su tutto il territorio dell’UE, Italia compresa, la validità delle patenti di guida, rilasciate da un diverso Paese membro dell’UE, con scadenza compresa nel periodo dal 1° febbraio 2020 al 31 agosto 2020, è prorogata di 7 mesi decorrenti dalla scadenza annotata su ciascuna di esse (esclusi i Paesi che hanno deciso di non applicare tale disposizione, ossia Croazia, Estonia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Slovenia e Spagna). Esempio: con una patente rilasciata in Francia o in Germania scaduta il 30 aprile 2020 si può circolare in Italia fino al 30 novembre 2020.

– le patenti rilasciate in Italia con data di scadenza compresa nel periodo dal 1° febbraio 2020 al 31 maggio 2020 mantengono la loro validità, per il solo territorio italiano, sino al 31 dicembre 2020. Mentre sul territorio degli altri Paesi dell’UE (esclusi Croazia, Estonia, ecc.) fruiscono della proroga di 7 mesi, decorrenti dalla scadenza annotata su ciascuna di esse. Esempio: una patente italiana scaduta il 31 marzo 2020 è valida in Italia fino al 31 dicembre, ma nel resto dell’UE solo fino al 31 ottobre.

– per le patenti rilasciate in Italia con scadenza compresa tra il 1° giugno 2020 e il 31 agosto 2020, il termine di scadenza è prorogato di 7 mesi, decorrenti dalla scadenza annotata su ciascuna di esse. Termine valido sia per circolare in Italia che nei Paesi UE che hanno applicato il regolamento unionale. Esempio: una patente italiana scaduta il 31 agosto è valida fino al 31 marzo 2021.

– le patenti rilasciate in Italia con data di scadenza 31 gennaio 2020 oppure compresa nel periodo dal 1° settembre 2020 al 30 dicembre 2020 mantengono la loro validità, per il solo territorio italiano, sino al 31 dicembre 2020.

CORONAVIRUS: ESAMI DI GUIDA E FOGLIO ROSA PROROGATI

Il termine di 6 mesi per superare l’esame di teoria, decorrente dalla data di presentazione della domanda per il conseguimento della patente di guida, qualora in scadenza nel periodo ricompreso tra il 31 gennaio e il 15 ottobre 2020, è prorogato al 13 gennaio 2021.

Le autorizzazioni a esercitarsi alla guida (‘Foglio rosa’) con scadenza compresa tra il 31 gennaio e il 28 ottobre 2020 sono anch’esse prorogate fino al 13 gennaio 2021.

Inoltre ai fini del computo dei termini di due mesi per richiedere il riporto dell’esame di teoria su una nuova autorizzazione a esercitarsi alla guida non si tiene conto del periodo compreso tra il 31 gennaio 2020 e il 28 ottobre 2020. Di conseguenza, i candidati che ne hanno titolo, il cui ‘foglio rosa’ è scaduto tra il 31 gennaio 2020 e il 28 ottobre 2020, hanno a decorrere dal 29 ottobre 2020, 2 mesi per richiedere il riporto dell’esame di teoria.

Infine i certificati medici rilasciati  per il conseguimento della patente di guida, il cui termine di  scadenza trimestrale (se emesso da un medico monocratico) o semestrale (se emesso da una commissione medica locale) per poter essere allegato ad una istanza di conseguimento della patente di guida, cade tra il 31 gennaio 2020 e il 31 luglio 2020, conservano la loro validità per i 90 giorni successivi alla dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza (31 luglio 2020, termine NON prorogato in relazione alla scadenza dei documenti), e quindi fino al 29 ottobre 2020.

CORONAVIRUS: PROROGA VALIDITÀ CERTIFICATI, PERMESSI E ATTI ABILITATIVI

Su tutto il territorio dell’UE, Italia compresa, la validità delle CQC (Carta di qualificazione del conducente) rilasciate da un diverso Paese membro dell’UE con scadenza compresa nel periodo dal 1° febbraio al 31 agosto 2020 è prorogata di 7 mesi dalla scadenza di ciascuna abilitazione.

Per quanto riguarda, invece, le CQC rilasciate in Italia, occorre distinguere tra:

– CQC con scadenza compresa nel periodo dal 1° febbraio al 29 marzo 2020: mantengono la loro validità, per il solo territorio italiano, sino al 29 ottobre 2020, mentre sul territorio degli altri Paesi dell’UE fruiscono della proroga di validità di 7 mesi dalla data di scadenza di ciascuna abilitazione prevista dal regolamento comunitario;

– CQC con scadenza compresa nel periodo dal 30 marzo 2020 al 31 dicembre 2020: il termine di scadenza è prorogato di 7 mesi decorrenti dalla data di scadenza di ciascuna abilitazione;

– CQC con scadenza il 31 gennaio 2020 mantengono la loro validità, per il solo territorio italiano, per i 90 giorni
successivi alla dichiarazione della cessazione dello stato di emergenza, e quindi fino al 29 ottobre 2020;

I certificati di abilitazione professionale (CAP), in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 31 luglio 2020, conservano la loro validità sull’intero territorio nazionale per i 90 giorni successivi alla dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza, e quindi fino al 29 ottobre 2020.

– gli attestati dei conducenti over 65 per guidare autotreni e autoarticolati con massa superiore a 20 tonnellate e gli attestati dei conducenti over 60 per guidare autobus, autocarri, autotreni, autoarticolati e autosnodati, in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 31 luglio 2020, conservano la loro validità per i 90 giorni successivi alla dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza, e quindi fino al 29 ottobre 2020.

– sono sospesi i termini per sottoporsi agli esami di revisione della patente di guida nel periodo intercorrente tra il 23 febbraio 2020 e il 15 maggio 2020.

Scarica la circolare n. 22916/27-08-2020 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Marchi e produttori di pneumatici: le parentele dei 5 top brand

Omicidio colposo di un ciclista senza giubbotto retroriflettente [Cassazione]

Omissione di soccorso: quando bisogna fermarsi dopo un incidente stradale