Noleggio auto multe

Noleggio auto: multe del conducente, la società è responsabile in solido

Importante sentenza della Cassazione che riguarda il noleggio auto e le multe: la società è responsabile in solido per le violazioni al codice dei clienti

28 maggio 2020 - 14:29

In un noleggio auto le eventuali multe prese dal conducente/cliente possono addebitarsi in solido anche alla società che ha noleggiato il veicolo. Lo ha ribadito la Corte di Cassazione con la sentenza n. 9675 depositata il 26 maggio 2020, mettendo la parola fine a un contenzioso tra un noto provider e il Comune di Firenze su chi dovesse pagare la cartella di Equitalia per le violazioni al Codice della Strada commesse a bordo di vetture noleggiate. Pertanto se per qualche motivo l’effettivo responsabile della violazione (ossia il conducente dell’auto) non salda quanto dovuto, ne risponde in solido la società di noleggio.

NOLEGGIO AUTO: LA SOCIETÀ È RESPONSABILE DELLE MULTE PRESE DAI CLIENTI?

Questi i fatti. La società Avis Budget Italia ha ricevuto, da parte di Equitalia e per conto del Comune di Firenze, una cartella di pagamento per violazioni del Codice della Strada, commesse da conducenti di veicoli che la stessa azienda aveva concesso a noleggio, a breve o lungo termine. Avis si è però rifiutata di pagare, sostenendo di non essere tenuta in solido con il conducente al pagamento della sanzione, in quanto la solidarietà è al massimo ravvisabile tra quest’ultimo e l’intestatario del contratto di noleggio (locatario), se non sono la stessa persona. Tesi però smentita in primo grado dal Giudice di Pace del capoluogo toscano, secondo cui l’articolo 196 comma 1 del Codice della Strada che regola il principio di solidarietà, nella ipotesi di noleggio aggiunge al conducente e al proprietario (ossia il noleggiatore) anche il locatario del veicolo, ma non lo sostituisce.

NOLEGGIO AUTO: MULTE ANCHE A CARICO DELLA SOCIETÀ

Questo giudizio è stato poi confermato in sede di appello dal Tribunale di Firenze, che in più ha ritenuto conforme alle ragioni dell’articolo 196 CdS la tesi della responsabilità solidale del proprietario in aggiunta a locatario e conducente, anche perché le ipotesi in cui tale solidarietà risulta esclusa sono tassative. E tra queste non c’è il noleggio auto, essendo un servizio caratterizzato dall’estrema variabilità dei soggetti che hanno la disponibilità del veicolo. Pertanto il rischio del pagamento dev’essere necessariamente (anche) a carico della società di noleggio, posto che quest’ultima ha comunque la facoltà di trasferirlo sul cliente.

NOLEGGIO AUTO: QUANDO RICORRE LA RESPONSABILITÀ SOLIDALE

Nel presentare ricorso in Cassazione, Avis ha sostenuto invece la tesi della responsabilità solidale riferibile al solo locatario e al conducente. Precisando inoltre, appena ricevuta notifica dei verbali di accertamento, di aver immediatamente comunicato i nomi dei locatari dei veicoli coinvolti nell’infrazione al CdS. Tuttavia la Suprema Corte non ha accolto il ricorso, ribadendo il principio secondo cui in un noleggio auto la società è responsabile in solido per le multe del conducente. Ecco le motivazioni.

NOLEGGIO AUTO E MULTE: SONO RESPONSABILI IN SOLIDO IL CONDUCENTE, IL LOCATARIO E IL PROPRIETARIO DELLA VETTURA

Innanzitutto l’art. 196 CdS, nel ritenere il locatario responsabile in solido con il conducente, non lo sostituisce al proprietario ma lo aggiunge, allo scopo di rendere più agevole la posizione della amministrazione che contesta la violazione. L’obiettivo della norma, infatti, è quello di assicurare, attraverso la titolarità di un diritto adeguatamente e agevolmente accertabile, il pagamento della sanzione (in parole povere: più obbligati in solido ci sono, più aumentano le probabilità di riscuotere la sanzione). Inoltre è irrilevante il fatto che la società di noleggio comunichi o meno i nominativi dei conducenti (e dei locatari, se sono diversi), in quanto la norma già istituisce come responsabile solidale il proprietario. E tanto basta per definirsi legittima la pretesa del Comune verso quest’ultimo.

Inutile sottolineare che le società di noleggio non sono affatto contente di questa sentenza della Cassazione che, di fatto, crea un precedente piuttosto pericoloso. Qualche conducente/locatario potrebbe infatti prendere la palla al balzo e non pagare più eventuali multe… tanto ci pensa il noleggiatore.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Pneumatici POR

Pneumatici POR per fuoristrada: cosa sono e norme da rispettare

Autostrade Liguria

Autostrade Liguria: chiusure e strade alternative

Incidenti stradali in Europa: -36% di vittime per l’effetto Coronavirus