Divieto di accesso autoveicoli: segnali e multe

Divieto di accesso autoveicoli e senso vietato: cosa cambia, le regole, gli errori da evitare e le multe in caso di infrazione

6 maggio 2021 - 13:00

Il divieto di accesso autoveicoli è uno dei segnali stradali più frequenti che si trovano sulle strade, per cui è di fondamentale importanza riconoscerlo e sapere quali sono le regole da rispettare. Uno degli errori più comuni ai quiz patente con il divieto d’accesso è confonderlo con il divieto di transito e le eccezioni. Ecco quali sono le regole da ricordare sul divieto di accesso e quali sono le multe in caso di infrazione.

DIVIETO DI ACCESSO AUTOVEICOLI: COSA SIGNIFICA

Innanzitutto bisogna chiarire che il divieto di accesso autoveicoli equivale esattamente al segnale di senso vietato. Si trova esattamente in corrispondenza di strade e svincoli il cui è vietato l’accesso nella sola direzione in cui si riesce a vedere frontalmente il segnale. Ciò vuol dire che la strada non si può percorrere se ci si trova frontalmente il divieto o il senso vietato, ma è consentita (salvo altre limitazioni) la circolazione nel senso opposto. In pratica si può uscire da quella strada ma non si può entrare.

DIVIETO DI ACCESSO AUTOVEICOLI E DIVIETO DI TRANSITO: DIFFERENZE

Uno degli errori più frequenti ai quiz patente sul divieto d’accesso è confondere il divieto d’accesso con il divieto di transito. Quest’ultimo impedisce la circolazione di qualsiasi veicolo a motore e alle biciclette in entrambe le direzioni, salvo specifiche autorizzazioni. Infatti si trova in corrispondenza di tutte le entrate di una strada. Al segnale di divieto d’accesso autoveicoli (all’uscita di una strada) invece corrisponde il segnale di senso unico (all’entrata della stessa strada).

MULTA PER GUIDA CON DIVIETO DI ACCESSO

C’è molta confusione anche quando si parla di multa per guida controsenso e contromano. Sono entrambe infrazioni alle regole della circolazione, ma in contesti e gravità molto diversi. Infatti se si imbocca una strada ignorando il segnale di divieto (o senso vietato), si tratta di guida controsenso, quando praticamente è unico. La guida contromano, invece, si materializza quando si guida in corrispondenza delle curve, dei raccordi convessi o in ogni altro caso di limitata visibilità impegnando la carreggiata destinata al senso opposto. Se vietata dalla segnaletica orizzontale e verticale o quando la strada sia divisa in più carreggiate separate è un’infrazione punita molto severamente:

– la multa per guida in senso vietato con segnale di divieto di accesso, va da 42 a 173 euro, (da 87 a 345 euro fuori città) secondo gli articoli 6 e 7 del Codice della Strada;

– la multa per guida contromano, va da 167 a 666 euro (+ 4 punti patente) oppure in base alla gravità va da 328 a 1.311 euro (+ sospensione della patente da 1 a 3 mesi e taglio di 10 punti), articolo 143 del Codice della Strada;

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Sicurezza stradale: lo spettacolo “I Vulnerabili” va in DAD

Auto usata: le 5 truffe più diffuse da cui stare alla larga

Green Pass Covid

Green Pass Covid: come funziona e come ottenere la Certificazione verde