Auto scuola guida: si può usare per motivi personali?

Guidare un’auto della scuola guida al di fuori dell’attività formativa o per motivi personali: condizioni ed eccezioni previste dalla legge

14 aprile 2021 - 13:00

I veicoli della scuola guida (ad eccezione dei motocicli per la patente A) devono essere dotati di doppi comandi. Non è necessario invece che li abbia anche l’auto su cui si fa pratica con il foglio rosa e un guidatore esperto accanto. Ma un’auto della scuola guida si può usare anche per motivi personali? Ecco cosa prevede la legge per l’uso personale dei veicoli con doppi comandi dell’autoscuola.

I DOPPI COMANDI DELLE AUTO PER LA SCUOLA GUIDA: COME FUNZIONANO

La presenza dei doppi pedali sull’auto della scuola guida (nel caso di patente B) è fondamentale per permettere all’istruttore di insegnare e all’allievo di esercitarsi per strada in totale sicurezza. Da questo principio deriva il funzionamento dei doppi comandi di un’auto della scuola guida, che deve essere verificato da tecnici specializzati dopo l’installazione. In base alla tipologia di doppi comandi, cambia il prezzo ma non la funzione. Un sistema di leve replica il controllo di frizione, freno e acceleratore dai pedali del posto guida con un altro set di pedali montati sul posto del passeggero anteriore, dove siede l’istruttore. In caso di necessità o emergenza, l’istruttore può azionare la frizione o il freno e bypassare l’intervento dell’allievo.

USO PRIVATO DEI VEICOLI DI UN’AUTOSCUOLA: È LEGALE?

La distinzione dei doppi comandi, se fissi o amovibili, fa la differenza quando si valuta l’agevolazione fiscale sul bollo e l’uso privato dei veicoli di un’auto scuola. La legge prevede che tutti i veicoli necessari per aprire un’autoscuola debbano essere intestati al titolare o alla società (o anche acquisiti in leasing) e coperti da assicurazione obbligatoria. E’ prescritto che tutti i veicoli abbiano almeno:

– Il cambio manuale;

– I doppi comandi per la frizione ed il freno (eccetto per i motocicli per la patente A), la cui installazione deve essere certificata sul libretto di circolazione. Alcune auto hanno anche il doppio comando dell’acceleratore;

Da qui nasce la domanda spontanea “si possono usare i veicoli di una scuola guida anche al di fuori della sola attività prevista?”.  Si, per quanto riguarda i veicoli per la Patente A e B, a patto che:

– I doppi comandi (se previsti) siano resi inoperanti;

– Il titolare rinunci all’agevolazione   fiscale   sulla   tassa   di proprietà;

Non basta quindi arretrare semplicemente il sedile anteriore passeggero, secondo quanto prevede la legge n.30 10 gennaio 2014.

MONTAGGIO DOPPI COMANDI SCUOLA GUIDA: NON SERVE PIU’ IL COLLAUDO

Interessanti novità sull’installazione dei doppi comandi per le auto della scuola guida sono state introdotte con il decreto 8 gennaio 2021. Le modifiche delle caratteristiche costruttive e funzionali dei veicoli e l’aggiornamento della carta di circolazione non avvengono più dopo la visita e prova obbligatoria in Motorizzazione. Una semplificazione che riguarda anche l’installazione del gancio di traino e la sostituzione del serbatoio GPL scaduto. Tutte le operazioni fino all’aggiornamento del libretto di circolazione avvengono direttamente tramite l’officina che effettua gli interventi.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Misure bicicletta

Misure bicicletta bambino e adulto: come si calcolano

Smog a parigi francia

Francia: vietata la pubblicità di auto meno ecologiche dal 2028

Come guidare con il sole negli occhi ed evitare i rischi dell’abbagliamento