Peugeot 308 Hybrid: alla frusta nel test dell’alce

La Peugeot 308 Hybrid GT 2022 non trattiene gli imprevisti nel test dell’alce: ecco quanto è cambiata rispetto alla versione precedente

31 marzo 2022 - 10:39

La Peugeot 308 Hybrid 2022 è stata messa sotto torchio nel test dell’alce, rivelando come e quanto è cambiata rispetto alla precedente versione. Il test più noto al mondo sulla stabilità delle auto permette di verificare a quale velocità un’auto mette in difficoltà il conducente nell’evitare un ostacolo improvviso. Durante le prove non sono mancati gli imprevisti e un risultato che risponde alla domanda: meglio la 308 normale o la 308 Hybrid? Ecco come va la Peugeot 308 Hybrid GT 2022 nel video realizzato dal magazine spagnolo Km77.

COME AVVIENE IL TEST DELL’ALCE

Il test dell’alce (o Moose Test) si basa sulla norma ISO 3888-2. In pratica il collaudatore al volante dell’auto da testare guida fino a una velocità di prova costante. Quando arriva a un punto contrassegnato dai coni sterza improvvisamente per evitare un ostacolo, che potrebbe essere un’altra auto o un animale selvatico. Prima della sterzata il conducente alza il piede dall’acceleratore e la manovra di evitamento avviene solo utilizzando il volante e senza alcun altro comando oltre all’intervento dell’ESP. La sterzata si svolge in due fasi:

– l’evitamento dell’ostacolo, eseguito a una velocità sempre più alta nelle varie prove. Questo per verificare qual è il limite in cui il volante, le sospensioni, il telaio e gli pneumatici consentono un controllo gestibile anche davanti a un ostacolo imprevisto;

– il rientro nella traiettoria iniziale (un corridoio di coni largo 3 metri) senza richiedere eccessive correzioni di volante e senza abbattere coni. Si possono verificare in caso di sovrasterzo (tendenza al testacoda) o sottosterzo (le ruote anteriori scivolano lateralmente e l’auto allarga la traiettoria) entrambi comportamenti di un’auto che ha raggiunto i suoi limiti di stabilità;

Ecco com’è andata la prova della Peugeot 308 Hybrid 2022 nel video qui sotto e i commenti del magazine nei paragrafi successivi.

PEUGEOT 308 HYBRID: EQUILIBRATA MA OLTRE IL LIMITE

Nel test dell’alce della 308 Hybrid, gli pneumatici di primo equipaggiamento sono Michelin Primacy 4 nella misura 224/40 R18. Il primo tentativo di studio dell’auto viene eseguito a 80 km/h, ben oltre il tradizionale valore di riferimento del magazine. I coni finiscono a terra, ma il guidatore dichiara: “le reazioni della vettura sono state esemplari, senza movimenti o rimbalzi strani e un po’ di sovrasterzo che ha aiutato ad affrontare più facilmente l’ultima parte”. La Peugeot 308 Hybrid è stata messa così sotto torchio che dopo alcuni passaggi anche a velocità inferiori (73 km/h) ha mostrato un’avaria al sistema di assistenza sterzo. Per cui il test è continuato con un’auto gemella.

PEUGEOT 308 HYBRID 2022 VS PEUGEOT 2017. QUANTO E’ CAMBIATA?

A questo punto ci si aspetterebbe una performance diversa dalla prevedente versione, viste le premesse, ma la Peugeot 308 Hybrid 2022 trova il suo limite a 72 km/h per completare la prova senza sfiorare i coni. “Un risultato basso in termini assoluti e nettamente inferiore a quello ottenuto con la Peugeot 308 del 2017, che era ben 82 km/h. Le reazioni della vettura, però, sono state identiche: sicura, facile da controllare e senza reazioni che sorprendono il guidatore”, afferma il magazine.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

colonnine ricarica ue

Colonnine di ricarica con POS: la proposta del Parlamento UE

Blocco traffico Roma 4 dicembre 2022: orari e deroghe

Ricarica CCS vs NACS: la presa Tesla è “rischiosa” per i Costruttori