Colonnine elettriche: con gli incentivi 2022 sconto del 80%

Arrivano nuovi contributi per le colonnine elettriche: con gli incentivi 2022 sconto del 80% sull'acquisto di wallbox per case private e per condomini

5 ottobre 2022 - 14:00

Il DPCM 4 agosto 2022 con le modifiche agli incentivi auto statali ha introdotto anche un ricco bonus per installare colonnine elettriche nelle case private e nei condomini, con sconti fino all’80% sulla spesa prevista. Gli incentivi per le colonnine di ricarica possono contare su un fondo di 40 milioni di euro e saranno disponibili entro fine ottobre, scopriamo come funzionano.

COLONNINE ELETTRICHE: INCENTIVI 2022 PER PRIVATI E CONDOMINI, COME FUNZIONANO

L’agevolazione, così come la descrive l’articolo 1 comma 1 lettera a) del DPCM, prevede che nell’anno 2022, per l’acquisto di infrastrutture di potenza standard per la ricarica dei veicoli alimentati a energia elettrica da parte di utenti domestici, è riconosciuto un contributo pari all’80% del prezzo di acquisto e posa in opera, nel limite massimo di 1.500 euro per persona fisica richiedente. Il limite di spesa è innalzato a 8.000 euro in caso di posa in opera sulle parti comuni degli edifici condominiali.

Quindi ricapitolando:

80% di sconto, fino a un massimo di 1.500 euro a persona, per l’acquisto di infrastrutture di ricarica domestiche;

80% di sconto, fino a un massimo di 8.000 euro a condominio, per l’acquisto di infrastrutture di ricarica condominiali.

Lo sconto si applica solamente sugli acquisti effettuati nel 2022 di infrastrutture di potenza standard (minori di 22 kW).

Un successivo decreto direttoriale del MISE, atteso a breve, definirà le necessarie specifiche sulle modalità per richiedere i contributi, a cominciare dalla data. È comunque probabile che le richieste potranno partire entro fine ottobre 2022.

INCENTIVI 2022 COLONNINE ELETTRICHE: A DISPOSIZIONE 40 MILIONI

Come già anticipato, gli incentivi 2022 per l’acquisto di colonnine di ricarica per veicoli elettrici sono finanziati da un fondo di 40 milioni di euro. Questa somma è stata trovata ‘tagliando’ parte dei contributi dell’Ecobonus destinati all’acquisto di auto elettriche e ibride plug-in, che a più di quattro mesi dall’avvio degli incentivi statali sono stati usati pochissimo. In particolare 20 milioni derivano dai fondi per le auto elettriche (passati da 220 a 200 milioni di euro) e altri 20 dai fondi per le plug-in (ridotti a 205 milioni dagli iniziali 225), per un totale, appunto, di 40 milioni di euro.

COLONNINE ELETTRICHE NEI CONDOMINI E NELLE CASE

Ricordiamo che l’installazione di colonnine di ricarica nei condomini e nelle abitazioni private deve rispondere a determinati requisiti di sicurezza. In genere per montare una wallbox o un punto di ricarica in un giardino o box di proprietà non servono particolari autorizzazioni, mentre l’installazione in un’area comune, come possono essere il cortile o il parcheggio condominiali, ha bisogno dell’approvazione dell’assemblea di condominio. Per ulteriori dettagli leggi le nostre guide su come installare colonnine elettriche nei condomini e come installare colonnine di ricarica elettriche a casa.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

colonnine ricarica ue

Colonnine di ricarica con POS: la proposta del Parlamento UE

Blocco traffico Roma 4 dicembre 2022: orari e deroghe

Ricarica CCS vs NACS: la presa Tesla è “rischiosa” per i Costruttori