Auto elettriche: in arrivo 600 nuovi punti di ricarica presso 50 stazioni FS

Ancora progetti a favore delle auto elettriche: in arrivo 600 nuovi punti di ricarica nei parcheggi Metropark situati presso 50 stazioni FS in tutta Italia

9 maggio 2022 - 16:30

In Italia il numero di colonnine per auto elettriche salirà notevolmente grazie alla realizzazione di nuovi 600 punti di ricarica che saranno posizionati nei parcheggi situati presso 50 stazioni ferroviarie sull’intero territorio nazionale. L’operazione aumenterà la disponibilità di ricariche pubbliche nel nostro Paese, peraltro già buona se commisurata al parco di veicoli a trazione elettrica effettivamente circolante, secondo un recente studio.

600 NUOVI PUNTI DI RICARICA NELLE STAZIONI: IL PROGETTO

A dare l’annuncio della realizzazione dei nuovi punti di ricarica in Italia sono state le tre società coinvolte nel progetto, ossia Gruppo FS, Stellantis e TheF Charging, azienda erogatrice di servizi innovativi per la ricarica di veicoli elettrici, con sede a Torino. In pratica l’accordo prevede la costruzione da parte di TheF Charging di 600 punti di ricarica, alimentati da energia 100% rinnovabile, nei 50 parcheggi Metropark (Gruppo FS) presso le stazioni ferroviarie diffuse sul territorio italiano da nord a sud. Le ricariche saranno disponibili per tutti i mezzi elettrici (auto, moto, ecc.) con vantaggi esclusivi per i possessori di veicoli Stellantis. Ovviamente la scelta di posizionare i punti di ricarica vicino alle stazioni dei treni non è casuale perché l’iniziativa è finalizzata anche a favorire nei trasporti l’intermodalità gomma-ferro.

PUNTI DI RICARICA AUTO ELETTRICHE: PERCHÉ VICINO ALLE STAZIONI FERROVIARIE?

Il valore aggiunto per i clienti”, spiegano dalle società, “risiede proprio nella certezza di trovare un punto di ricarica presso lo scalo ferroviario della città in cui si trovano. Nel nuovo paradigma sostenibile della mobilità urbana, le stazioni ferroviarie devono tornare a ricoprire una funzione chiave, a servizio di cittadini, pendolari e turisti”. Ma non solo stazioni ferroviarie: TheF Charging e Stellantis, che collaborano giù da mesi per la realizzazione in Europa di un network di ricarica pubblico, hanno identificato altri luoghi strategici nei centri città, dalle strutture dedicate ai bisogni primari (ospedali, scuole), ai trasporti (aeroporti, porti marittimi), dal tempo libero (shopping center, centri sportivi, hotel, ristoranti) alla grande distribuzione, dove implementare la rete di ricarica stimando un potenziale di oltre 15.000 sedi in Europa e due milioni di posti auto da elettrificare.

TANTI PUNTI DI RICARICA IN CITTÀ. E IN AUTOSTRADA?

Al momento non sono stati forniti dettagli sui tempi di realizzazione dei 600 nuovi punti di ricarica, speriamo di avere maggiori informazioni a breve, anche sul progresso dei lavori. Di sicuro è un ottimo progetto, peccato solo nel non vederne di simili riferiti alle autostrade italiane, che contrariamente alle città sono ancora indietro nel rapporto tra colonnine e auto circolanti, sia come numeri assoluti che, a maggior ragione, nel confronto con i principali Paesi europei. Una condizione che frena la scelta dell’auto elettrica come veicolo per i viaggi a lunga percorrenza, limitandone di fatto la diffusione.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Green NCAP, il tool per misurare l’efficienza auto: come funziona

Test e-Fuel e Biodiesel: quanto diminuiscono le emissioni auto?

Eccesso di velocità: in Austria confisca del veicolo per chi corre