Daimler converte uno stabilimento USA, pronta la batteria per SUV

Daimler potenzia la propria infrastruttura per le auto elettriche e converte uno stabilimento in Alabama per produrre batterie sul suolo USA

5 ottobre 2017 - 9:00

Dopo aver commentato che produrre batterie in proprio è una cosa stupida, il CEO Daimler Dieter Zetsche evidentemente è tornato sui suoi passi. Il colosso tedesco ha comunicato che, nell'ambito di un investimento da 1 miliardo di dollari per la produzione di auto elettriche, intende produrre batterie presso il proprio stabilimento di Vance in Alabama. La fabbrica in Alabama potrebbe essere presto affiancata da altri stabilimenti convertiti alla produzione di batterie così da consentire al costruttore anche oltreoceano, l'autosufficienza per rispondere alla domanda sia di veicoli elettrici che di componenti chiave come appunto gli accumulatori.

AUTOSUFFICIENTI PER LA PRODUZIONE DI BATTERIE La disponibilità di batterie sarà uno dei nodi cruciali dell'industria automobilistica nell'immediato futuro, la scadenza del 2020, anno fissato da molti costruttori per l'inizio dell'elettrificazione di massa e per l'immissione sul mercato dei primi modelli a guida autonoma, è sempre più vicina; le Case più lungimiranti giocano d'anticipo pensando alle soluzioni per essere autosufficienti e non dipendere al 100% dai fornitori esterni. Una delle soluzioni è quella di produrre le batterie in proprio ma è una scelta onerosa e di certo non alla portata di tutte le Case costruttrici. L'orientamento iniziale di Daimler era quello di acquistare i prodotti finiti da terzi (Leggi qui perché il CEO Daimler ha definito stupido produrre le batterie in casa), magari puntando sul proprio potere d'acquisto, ma alla luce di nuove valutazioni è stata scelta la strada dell'autosufficienza.

COPERTURA GLOBALE PER IL PROGETTO ELETTRICO DAIMLER Daimler ha deciso di investire cospicuamente per potere scalare in maniera rapida il futuro mercato delle auto elettriche e raggiungere una posizione predominante nei nascenti segmenti premium “verdi”. Con l'annuncio dell'investimento sull'impianto in Alabama, nel quale oltre alle batterie si costruiranno i veicoli elettrici, la Casa ha collocato un ulteriore tassello di un progetto strategico che sembra essere ben definito. Oltre alle fabbriche in Europa già destinate all'elettrico sappiamo anche della joint venture con BAIC per produrre EV in Cina; (Leggi qui tutto sulla joint venture Daimler BAIC); Daimler così avrà avamposti produttivi in ognuno dei principali mercati internazionali, garantendosi così disponibilità di veicoli e componenti cruciali come le batterie. Il produttore tedesco ha posto come obiettivo una capacità produttiva annua di 10 gigawattora da destinare agli imminenti modelli ibridi ed elettrici più volte annunciati. Nei propositi di Daimler infatti rientra il progetto di elettrificare l'intera gamma di modelli, offrendo 50 autovetture a batterie, tra elettriche pure, ibride plug-in e ibride a 48 volt.

PRESENTATA UNA MAXI BATTERIA PER GRANDI SUV ELETTRICI L'investimento in nord America è coinciso con le celebrazioni per il ventennale della fondazione dell'impianto di Vance in Alabama lo scorso settembre. Svelando, come anticipato in apertura, che la fabbrica sarà convertita per poter produrre anche accumulatori per auto elettriche, il responsabile della produzione Mercedes Benz Markus Schaefer ha presentato ai dipendenti dello stabilimento una nuova batteria. Si tratta di un grande e capace accumulatore da 1.400 libbre pensato per alimentare anche grandi SUV elettrici. Il primo SUV elettrico a entrare in commercio sarà la Mercedes EQC il cui lancio è stato programmato entro il 2019 (Sapevi che la Mercedes EQC è già prenotabile? Bastano 2 mila euro, leggi qui).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Ztl a Milano mappa regole orari

Ztl a Milano: mappa, regole e orari

Fumare in macchina in Italia

Fumare in macchina in Italia: legge, divieti, sanzioni

Misure anti smog 2020 Barcellona

Misure anti smog 2020: Barcellona bandisce 50 mila veicoli