Uber negli USA

Uber: l’autista è come un dipendente. Sentenza shock in Francia

I driver di Uber in Francia non possono essere collaboratori autonomi: la sentenza potrebbe creare aumenti al costo delle corse con Uber

6 marzo 2020 - 12:33

La sentenza shock verso Uber pronunciata in Francia potrebbe cambiare presto le sorti di migliaia di autisti Uber anche in altre città. La posizione dei driver Uber è diventata terreno di scontro anche negli USA, dove sono inquadrati come semplici collaboratori autonomi. Un tribunale francese invece ha stabilito che i conducenti Uber sono come dipendenti: ecco come e cosa significherà l’assunzione dei conducenti Uber.

OLTRE 100 CONDUCENTI UBER PRONTI A CAMBIARE CONTRATTO

Il 4 marzo 2020 la Corte di Cassazione ha pronunciato una sentenza epocale, almeno in Europa, che con ogni probabilità costringerà Uber ad assumere i lavoratori come dipendenti. Il terzo gradi di giudizio infatti ha stabilito a favore dei driver Uber in Francia, che devono essere inquadrati come lavoratori subordinati. La notizia, come riporta Le Monde, è l’ultima tappa di un procedimento iniziato nel 2017, che è destinato a diventare un precedente. Dopo questa sentenza, altri conducenti Uber si sarebbero rivolti alla giustizia ordinaria reclamando un corretto contratto di lavoro subordinato.

LA SENTENZA SUI DIPENDENTI UBER IN FRANCIA

Il fatto che il rapporto di lavoro tra Uber e i suoi conducenti si sviluppi per mezzo di un’App, non deve limitare lo status di lavoratore subordinato. Nelle motivazioni dei giudici della Corte di Cassazione francese, i driver Uber non possono essere considerati collaboratori autonomi perché non hanno un’influenza diretta su molti aspetti del lavoro che svolgono. Per i conducenti Uber “l’utilizzo dell’applicazione Uber non costituisce la propria clientela, non fissa liberamente i prezzi e non determina le condizioni di prestazione del suo servizio di trasporto“.

CONDUCENTI UBER COME DIPENDENTI: COSA SUCCEDERA’

La sentenza su Uber in Francia rappresenta uno scoglio, “non riflette i motivi per cui i conducenti scelgono di utilizzare l’applicazione Uber”, avrebbe dichiarato un portavoce dell’azienda.  Per quanto siano già avviati oltre 100 procedimenti simili, Uber ha spiegato così come negli USA, che la riqualificazione del contratto dei conducenti Uber non sarà immediata o automatica. Bisognerà infatti attendere l’approvazione di una legge ad hoc, come in California. Intanto si può già prevedere che se i costi dei lavoratori dipendenti dovessero rendere svantaggioso il servizio Uber potrebbe decidere di ridimensionare il numero di conducenti o aumentare il costo delle corse Uber come per le auto elettriche obbligatorie. A addirittura anche valutare di lasciare la Francia, dopo aver perso il suo principale mercato europeo (Londra) con la mancata conferma della licenza dalla TfL.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Divieto di fermata

Divieto di fermata: cartello, multa e rimozione

Costo Multe in Germania: dal 2021 aumentano fino al doppio

Motorizzazione Brescia: contatti, indirizzo e come raggiungerla