Incidente Tesla Cina

Tesla impazzita uccide 2 persone in Cina: cos’è successo? [VIDEO]

Online il video della Tesla impazzita che in Cina ha ucciso 2 persone e ferito altre 3 dopo una folle corsa: ancora non chiare le cause del grave incidente

14 novembre 2022 - 12:00

Sta facendo il giro del mondo il video della Tesla ‘impazzita’ che in Cina ha investito pedoni e ciclisti provocando la morte di 2 persone e il ferimento di altre tre. L’incidente è accaduto lo scorso 5 novembre a Chaozhou, nella provincia meridionale del Guangdong, e dalle immagini (molto impressionanti) riprese dalle videocamere di sorveglianza poste lungo le strade si vede la Tesla, una Model Y, procedere ad altissima velocità per oltre 2 km, travolgendo qualsiasi cosa le si ponga davanti, prima di terminare la sua folle corsa contro un edificio.

TESLA IMPAZZITA: LA FOLLE CORSA DELL’AUTO IN UN VIDEO CHOC

Resta adesso da capire cos’è successo. Precisiamo subito che non si tratta di un’auto a guida autonoma: la Tesla ‘impazzita’ era regolarmente guidata da un conducente, un uomo di 55 anni, presumibilmente il proprietario del veicolo. Secondo quanto riportano diverse fonti, un familiare dell’autista avrebbe parlato di problemi ai freni. Sembrerebbe che il conducente abbia tentato di accostare l’auto, come si vede all’inizio del video, ma che la vettura sia invece ripartita alla massima velocità senza possibilità di fermarla, con le conseguenze che sappiamo.

TESLA FUORI CONTROLLO IN CINA: COLPA DEL SOFTWARE O ERRORE UMANO?

Usiamo sempre il condizionale perché nessuno sa ancora come siano andate davvero le cose. La polizia cinese ha ovviamente aperto un’inchiesta coinvolgendo anche periti di terze parti per fare piena luce sull’accaduto, escludendo comunque che il guidatore fosse sotto l’effetto di alcol o droghe. Sotto accusa c’è quindi il software della Tesla Model Y, che per motivi da chiarire sarebbe andato in tilt provocando l’anomala accelerazione.

Dalla casa automobilistica fondata da Elon Musk hanno fatto sapere che offriranno la massima collaborazione per accertare le cause dell’incidente, segnalando tuttavia che, se si guarda bene il video, le luci dei freni dell’auto restano sempre spente tranne per un leggero istante (tra l’altro nelle Tesla il freno è meccanico, difficile pertanto ipotizzare problemi di software). E i dati in loro possesso mostrerebbero che il pedale del freno non è stato azionato durante l’incidente e che il conducente avrebbe invece più volte premuto il pulsante P di parcheggio per fermare la marcia dell’auto. Ignorando probabilmente che il pulsante P disabilita la trazione solo se premuto per almeno 5 secondi, cosa che evidentemente non ha fatto.

Ricordiamo che investigando in passato su casi simili, la National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA) ha rilevato che gli incidenti di accelerazione involontaria e improvvisa nelle Tesla sono quasi sempre il risultato di un errore del conducente (che banalmente preme il pedale sbagliato, magari perché va in panico) e raramente sono dovuti a difetti di progettazione del veicolo.

VIDEO TESLA, IRONIA SOCIAL SU ELON MUSK: “TORNA A OCCUPARTI DI AUTOMOBILI”

Ne sapremo certamente di più nei prossimi giorni o al massimo nelle prossime settimane. Al momento le uniche cose certe sono la tragica morte di un operaio a bordo di un tre ruote e di una liceale in bicicletta, investiti in pieno dall’auto (non conosciamo le reali condizioni dei tre feriti), e la pesante ironia del ‘popolo dei social’ sulle macchine Tesla e in particolare sul suo controverso proprietario, con decine di utenti che consigliano Musk di lasciar perdere Twitter e di tornare a concentrarsi sulla sua azienda di auto elettriche.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Gomme invernali 245/40 R19 auto sportive: la classifica Auto Bild

Mercedes: auto elettriche più veloci a pagamento, ma la sicurezza?

Apertura M4 Milano: mappa e fermate metro operative e future