Strisce blu Palermo

Strisce blu Palermo: le regole della sosta a pagamento

Il funzionamento delle strisce blu Palermo con le regole della sosta a pagamento nel capoluogo siciliano e l'ubicazione delle aree sottoposte a tariffa

24 giugno 2021 - 16:14

Come funzionano le strisce blu a Palermo? Nei prossimi paragrafi vi spiegheremo le regole della sosta a pagamento nel capoluogo siciliano, che il Comune in realtà identifica come ‘zone blu’. Alcune aree prevedono la sosta tariffata tutto l’anno, altre soltanto durante la stagione estiva.

STRISCE BLU A PALERMO: DOVE SONO

Le strisce blu di Palermo sono costituite da aree delimitate, posizionate per lo più nel centro storico della città e nelle località balneari di Mondello e Sferracavallo, contrassegnate con le sigle alfanumeriche da P1 a P18. Di seguito trovate i perimetri che delimitano ciascuna area:

P1: via Oreto, corso Tukory, via Colomba, strada ferrata, via del Vespro, piazza Durante, via Sebastiano La Franca, via Bergamo.

P3: piazza Verdi, via Francesco Crispi, via Emerico Amari, via La Masa, via C. Di Maria al Borgo, via P.pe di Scordia, via Quintino Sella, via B.G. Puglisi, piazza don Sturzo, via Roma, via E. Lombardi, piazza Colonna, via Cavour, piazza XIII Vittime (lato monte).

P5: via E. Albanese, via Ugo Bassi, piazza Nascé, via B.G. Puglisi, piazza don Sturzo, via Roma, via R. Settimo, via Libertà.

P6: via Libertà, via Catania, via Sammartino, via Dante, via XX Settembre, via Carducci.

P7: via Libertà, via Notarbartolo, via Terrasanta, piazza Diodoro Siculo, via G. Cusmano, via Catania.

P8: via Libertà, via E. Albanese, vicolo Ucciardone, via Remo Sandron, via Ferroluzzi, via Duca della Verdura.

P9: via Rutelli, via Autonomia Siciliana, via Sampolo, via Duca della Verdura, via Libertà.

P10: via G. Giusti, via Libertà, via Notarbartolo, via Sciuti.

P11: via Libertà, via Giusti, via Sciuti, viale Lazio.

P12: via Di Giorgio, piazza don Bosco, via Sampolo, via A. Siciliana, via Rutelli, via Libertà.

P13: via Dante, piazza stazione Lolli, via Marconi, via Malaspina, strada ferrata, via F.S. Di Liberto, via Sciuti, via Terrasanta, piazza Diodoro Siculo, via G. Cusmano, via Catania, via Sammartino.

P17: via Autonomia Siciliana, via Alfredo e Antonio Di Dio, via Ferdinando Ferri, via Imperatore Federico, via Andrea Cirrincione, via Anwar Sadat, via Mariano d’Amelio, via Ciullo D’Alcamo, via Salvatore Pugliesi, via Salvatore Bono.

P18: via E. Restivo, via Emilia, via Croce Rossa, via del Carabiniere, viale del Fante, piazza Leoni, via Gen. A. Di Giorgi (esclusa), viale Lazio (esclusa).

STRISCE BLU PALERMO: QUANTO SI PAGA

Per il parcheggio sulle strisce blu di Palermo si applica una tariffa oraria di 1,00 euro, con possibilità di sottoscrivere un abbonamento valido per 30 giorni al costo di 35,00 euro (solo nelle aree valide tutto l’anno).

Nelle aree valide tutto l’anno la sosta a pagamento vige dalle ore 8:00 alle ore 14:00 e dalle ore 16:00 alle ore 20:00 di tutti i giorni feriali (escluse pertanto domeniche e festivi infrasettimanali). Mentre nelle aree stagionali estive (P14 e P15 a Mondello e P16 a Sferracavallo, attive dal 1° giugno al 30 settembre 2021), la tariffazione scatta dalle 8:00 alle 20:00 tutti i giorni, festivi inclusi.

Si applica il costo di 1,00 euro all’ora anche per sostare nei parcheggi Belgio, Piazzale De Gasperi Nord e Piazzale De Gasperi Sud (tutto l’anno) e nel parcheggio di Via Saline (estivo). Nei parcheggi di Mongibello e via Galatea la tariffazione è invece pari a 3,00 al giorno (8:00-20:00, sempre con inclusione dei festivi e prefestivi). A questi si aggiunge il parcheggio di piazzale Ungheria, dove la tariffa è di 1,50 euro all’ora nella fascia oraria dalle 8:00 alle 20:00, giorni festivi inclusi, e di 1,00 euro dalle 20:00 alle 8:00 (possibilità di abbonamento mensile a 30,00 euro)..

STRISCE BLU PALERMO: SCHEDE, PASS E PERMESSI

Le schede ‘gratta e parcheggia’, le schede prepagate (per chi non ha né pass annuale/biennale né permesso mensile a pagamento), i pass annuali o biennali e i permessi mensili a pagamento devono essere esposti dal lato interno del parabrezza del veicolo, in modo ben visibile e leggibile per i necessari controlli. Importante: i titoli di sosta vanno utilizzati unicamente per gli scopi per i quali sono stati rilasciati, rispettando rigorosamente le prescrizioni particolari dettate al momento del rilascio. L’esposizione di una copia del titolo di sosta originale equivale alla mancata esposizione e, pertanto, comporta l’applicazione delle sanzioni previste.

Le schede per parcheggiare nelle zone blu si possono acquistare presso le rivendite AMAT oppure tramite l’app PalerMobilità per dispositivi Android e iOs.

I pass annuali o biennali di sosta possono essere richiesti dalle seguenti categorie di cittadini:

residenti nelle zone a tariffazione oraria (per la sola zona di residenza);

domiciliati nella zone a tariffazione oraria (per la sola zona di domicilio);

residenti nelle zone a tariffazione oraria, con età superiore a 65 anni, a beneficio di un familiare o badante, solo se con necessità di assistenza attestata da certificazione sanitaria.

I pass hanno validità annuale o biennale dalla data di emissione e costano 10,00 euro se annuali o 20,00 euro se biennali.

Infine l’acquisto dei permessi mensili a pagamento (nelle zone P1 – P3 – P5 – P6 – P7 – P8 – P9 – P10 – P11 – P12 – P13 – P17 – P18) è riservato a lavoratori dipendenti, titolari di studi professionali o di attività produttive e residenti o dimoranti (dalla terza auto in poi) al costo di 35,00 euro; i permessi mensili per sostare in piazzale Ungheria, disponibili per i soli residenti, costano invece 30,00 euro.

Qui ulteriori informazioni sulle strisce blu a Palermo.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto elettriche: in Germania il crollo peggiore di tutta l’Europa

Noleggio autobus con autista: servizi, prezzi e preventivo gratis

Move-In Emilia Romagna

Move-In Emilia Romagna: come funziona dal 1° gennaio 2023