Spostamenti dal 18 maggio in auto

Spostamenti dal 18 maggio in auto: ok all’interno delle regioni

Fase 2 dell'emergenza Coronavirus: gli spostamenti dal 18 maggio 2020 in auto e in moto e con ogni altro mezzo sono possibili solo all'interno delle regioni

16 maggio 2020 - 11:38

Visti i buoni risultati delle prime due settimane di Fase 2 dell’emergenza Coronavirus, da lunedì 18 maggio 2020 le restrizioni sugli spostamenti subiscono un ulteriore allentamento che elimina qualsiasi limite di circolazione, a piedi o con ogni mezzo di trasporto, all’interno delle singole regioni. Gli spostamenti dal 18 maggio sono quindi possibili anche in auto e moto senza la necessità di alcuna giustificazione (ovviamente entro i confini regionali). E soprattutto senza l’odiata autocertificazione. Resta invece vietato l’assembramento in luoghi pubblici o aperti al pubblico e permane l’obbligo del distanziamento personale di almeno un metro. Che va rispettato anche a bordo delle auto e in sella alle moto. Se tutto andrà bene, ossia se la curva epidemiologica del Covid-19 continuerà a scendere, dal 3 giugno cadranno anche i divieti di circolazione tra le regioni. E pure con i Paesi UE/Schengen.

SPOSTAMENTI DAL 18 MAGGIO 2020: SOLO ALL’INTERNO DELLE REGIONI

La buona novella è stata annunciata al termine del Consiglio dei Ministri del 15 maggio 2020, terminato nella notte tra il 15 e il 16 con l’approvazione del Decreto Legge n. 33 del 16/5/2020 e poi del DPCM del 17 maggio 2020 con i relativi allegati. Il premier Conte ha spiegato in diretta televisiva i punti salienti del provvedimento. Confermando che a partire dal 18 maggio 2020 gli spostamenti all’interno del territorio regionale non più sono soggetti ad alcuna restrizione. Fatta salva l’applicazione di eventuali misure di contenimento più severe in specifiche aree del Paese che nelle prossime settimane dovessero registrare un particolare aggravamento dei contagi. In ogni caso fino al 2 giugno restano vietati i trasferimenti e gli spostamenti, con mezzi di trasporto pubblici e privati, in altre regioni. Salvo che per esigenze lavorative, assoluta urgenza o per motivi di salute; nonché per rientrare presso il proprio domicilio, abitazione o residenza (solo in questi casi è richiesta ancora l’autodichiarazione). Poi, come detto, se la situazione generale lo consentirà dal 3 giugno si allargheranno ulteriormente le maglie.

I SOGGETTI IN QUARANTENA RESTANO A CASA

Naturalmente gli allentamenti dal 18 maggio non valgono per le persone sottoposte alla misura della quarantena in quanto risultate positive al virus. Costoro, insieme ai soggetti con cui hanno avuto contatti stretti, sono obbligati a restare presso la propria abitazione fino all’accertamento della guarigione. O al ricovero in una struttura sanitaria. Dal 18 maggio è prevista pure la riapertura di numerose attività produttive e commerciali escluse dai precedenti decreti, nel rispetto delle nuove Linee di indirizzo per la riapertura delle attività economiche e produttive. Tuttavia le regioni, che devono monitorare con cadenza giornaliera l’andamento della situazione sanitaria nei propri territori e le condizioni di adeguatezza del sistema ospedaliero regionale, possono introdurre ulteriori misure derogatorie, ampliative o restrittive.

SPOSTAMENTI DAL 18 MAGGIO IN AUTO: SANZIONI PREVISTE IN CASO DI VIOLAZIONI

Attenzione: dal 18 maggio non c’è un ‘liberi tutti’ generale ma si devono comunque rispettare degli obblighi che in caso di inosservanza prevedono sanzioni. Abbiamo già detto che resta il divieto di assembramento nei luoghi pubblici o aperti al pubblico, nonché l’obbligo del distanziamento personale. Inoltre chi circola in auto o con altri mezzi di trasporto tra una regione e l’altra, senza comprovate motivazioni, è soggetto ancora alla multa di 533,33 euro, riducibile del 30% se pagata entro 30 giorni. Se il trasgressore è un soggetto sottoposto a quarantena o positivo al Coronavirus rischia anche una denuncia penale.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

auto neopatentati lista 2020

Acquisto auto nuova: il 64% lo farà entro l’estate

Sharing monopattini elettrici a Roma

Sharing monopattini elettrici a Roma: come funziona e costi

Coronavirus quante persone possono viaggiare in auto

Coronavirus: quante persone possono viaggiare in auto?