Insulti alla guida

Monopattini elettrici in strada: il 45% degli automobilisti è più stressato

Da fenomeno della micro mobilità a causa di stress per quasi 1 automobilista su 2: guidare i monopattini elettrici in città irrita più delle auto lente

1 settembre 2020 - 13:00

I monopattini elettrici in strada sono la più evidente mutazione della mobilità nelle grandi città e gli automobilisti devono conviverci. Le regole per guidare un monopattino elettrico sono molto restrittive, ma non sempre vengono rispettate alla lettera. Il 45% degli intervistati in un sondaggio tedesco dichiara di essere più stressato dai monopattini elettrici tra le maggiori cause di rabbia e disagio al volante.

MONOPATTINI ELETTRICI IN CITTA’: PIU’ STRESSANTI DELLE AUTO LENTE

Non si può certo dire che l’uso dei monopattini elettrici in città sia il problema maggiore del traffico e dei litigi stradali. Ma il numero sempre maggiore di e-scooter ha effetti annoverati tra le maggiori cause di stress alla guida nel 2020. Lo rivela un sondaggio dell’Automobile Club Tedesco su circa 1000 intervistati. Il Club ha chiesto ai suoi soci un parere su alcune delle situazioni ritenute più frequenti che hanno un’influenza sul comportamento dei conducenti in auto. Il 45% delle persone ha dichiarato che gli scooter e i monopattini elettrici stressano più dei cartelli stradali e delle auto lente, i fattori meno irritanti.

LE MAGGIORI CAUSE DI STRESS AL VOLANTE

Ampliando il focus, per gli automobilisti tedeschi le cose che infastidiscono di più al volante sono gli automobilisti che in autostrada arrivano ad alta velocità e si attaccano al paraurti. Un comportamento molto frequente anche in Italia, tanto quanto il vizio di non usare la corsia libera più a destra che forse è proprio la concausa di chiedere strada con prepotenza. Quanto ai monopattini elettrici, la proposta di fissare un limite ha scatenato polemiche in Italia, ma evidentemente in Germania potrebbe trovare più approvazione. Dalle cause più frequenti di stress alla guida emerge però come anche la distrazione dovuta agli smartphone sia una priorità. Ecco di seguito cosa stressa di più gli automobilisti tedeschi alla guida:

– Auto attaccate al paraurti: 77%;

– Utenti della strada distratti: 75%;

– Guida aggressiva di altri conducenti: 75%;

– Ciclisti che non rispettano le regole: 71%;

– Cambio di corsia non segnalato: 61%;

– Camion che sorpassano in autostrada: 55%;

– Semafori non sincronizzati: 48%;

– Guida veloce di altre auto: 47%;

– Guida lenta di altre auto: 38%;

– Cartelli poco chiari: 29%.

STRESS ALLA GUIDA: COSA DA’ MENO FASTIDIO

Dal sondaggio dell’ADAC sulle maggiori cause di stress al volante si può scoprire anche un’altra cosa più curiosa: come gli automobilisti si abituano ai fattori di stress. Rispetto al 2019, infatti, è in calo (lieve) il numero di persone che non sopportano gli automobilisti aggressivi che chiedono strada (-2%), i camion che sorpassano in autostrada (-4%), i semafori non sincronizzati (-2%), le auto lente (-2%) e i cartelli stradali confusionari (-4%).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Divieto di fermata

Divieto di fermata: cartello, multa e rimozione

Costo Multe in Germania: dal 2021 aumentano fino al doppio

Motorizzazione Brescia: contatti, indirizzo e come raggiungerla