Incidenti stradali estate 2019

Incidenti stradali in calo dell’80% per il Coronavirus in Italia

L’emergenza Coronavirus in Italia ha ridotto drasticamente i numeri degli incidenti stradali, vittime e feriti della strada

31 marzo 2020 - 10:35

Le limitazioni agli spostamenti introdotte per l’emergenza Coronavirus iniziano ad avere i primi effetti tangibili anche sugli incidenti stradali in Italia. Era stata per prima l’Olanda a tirare le somme degli incidenti stradali diminuiti per il Coronavirus. Ora si conoscono anche i primi dati ufficiali degli incidenti stradali in calo in Italia per il Coronavirus.

L’EFFETTO DEL CORONAVIRUS SUGLI INCIDENTI STRADALI IN ITALIA

L’osservatorio dell’ASAPS diffonde i primi numeri sugli incidenti stradali in calo dell’80% per effetto del Coronavirus. Un traguardo positivo che proviene direttamente dalla limitazione al traffico. Tuttavia bisogna considerare che una certa influenza l’abbia anche l’atteggiamento dei conducenti al volante. I controlli su strada soprattutto alle auto sono all’ordine del giorno quindi chi guida un veicolo in strada si aspetta che all’incrocio successivo possa trovare un’auto della polizia. Secondo l’Associazione Amici della Polizia Stradale, nel mese di marzo 2020 (quindi già in pieno DPCM) sono calati gli incidenti stradali, i feriti e le vittime della strada.

INCIDENTI, MORTI E FERITI IN CALO SOPRATTUTTO NEI WEEKEND

Prima dell’ordine “Restate a casa”, si sono verificati – ad inizio marzo – 6 incidenti gravi in Italia. Il bilancio del primo weekend di marzo contava 5 morti e 17 feriti in incidenti stradali, l’ultimo bollettino di guerra dalla strada a marzo 2020 nei weekend. Numeri che, Covid-19 a parte, avvicinano il traguardo VisionZero (zero morti e feriti gravi per le strade). “A ottobre, novembre e dicembre 2019 – riporta SicurStrada – nelle notti del weekend si sono verificati 115 incidenti gravi, con 72 morti e 232 feriti”. Nelle settimane successive gli incidenti stradali si sono verificati comunque ma drasticamente in calo rispetto allo stesso periodo del 2019.

INCIDENTI STRADALI CON IL CORONAVIRUS RISPETTO AL 2019

Dai rilievi di Polizia e Carabinieri si può avere un’idea di quanti incidenti sono avvenuti in Italia nel secondo fine settimana di marzo 2020 rispetto all’anno precedente. Sono stati registrati 106 incidenti (564 nel 2019), con 45 feriti (399 nel 2019) e 3 morti (12 nel 2019). Anche nel quarto weekend di marzo il calo degli incidenti e delle vittime è costante: 71 incidenti (568 nel 2019), 26 feriti (443 nel 2019) e 3 morti (26 nel 2019). E’ evidente che non serviva il Coronavirus a dimostrare che morti e feriti sulle strade sono legati alla densità dei veicoli in strada. Ma forse, passata l’emergenza Covid-19, molte persone ricominceranno ad apprezzare il piacere di spostarsi a piedi quando l’auto o la moto non è indispensabile. E volgiamo pensare (e sperare) che il Coronavirus, ci abbia insegnato nuovamente anche a rispettare le regole, incluse quelle stradali.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Uber perde il 30% dei ricavi 2020, ma incassa il doppio con le consegne

Traffico auto: in Italia si passano 38 ore fermi ad aspettare

Garanzia auto nuova o usata

Incidenti con auto usate di oltre 10 anni: il triplo rispetto a un’auto nuova