Incidenti stradali e Coronavirus: cosa sta cambiando nel mondo

Meno traffico in molti Paesi significa anche meno incidenti stradali con l’emergenza Coronavirus, ma non è sempre così in giro per il mondo

26 marzo 2020 - 17:56

L’emergenza coronavirus nel mondo ha creato grossi danni collaterali, sia umani che economici. In molti Paesi però si valutano anche i benefici da queste settimane di emergenza mondiale. Potremmo dire che con meno auto in circolazione è ovvio che l’inquinamento sia ridotto, così come il numero di incidenti stradali in calo grazie al Coronavirus. Ecco cosa sta cambiando nel mondo.

INCIDENTI STRADALI E CORONAVIRUS: IN OLANDA -50%

I numeri sugli incidenti stradali delle ultime due settimane sono ancora pochi per potersi prestare a un bilancio sufficientemente ampio. Secondo i primi dati ufficiali tra le (poche) cose positive che lascerà il Coronavirus c’è anche la riduzione degli incidenti stradali e del traffico. Il dato diffuso dalle autorità olandesi è sorprendete: ad Amsterdam gli incidenti stradali sono diminuiti del 73% dal 16 al 22 marzo 2020. In Olanda invece si sono verificati 878 incidenti stradali in meno rispetto (50%) rispetto alla stessa settimana del 2019. Le autorità però rivelano anche che nei piccoli Comuni la diminuzione degli incidenti per l’emergenza Coronavirus non ha avuto effetti, come si vede nelle zone rosse della foto qui sotto relativa all’Olanda.

MENO INCIDENTI STRADALI ANCHE NEGLI USA

Negli USA è ancora presto per fare bilanci sul trend degli incidenti stradali, ma molte autostrade e metropoli sempre trafficate, non sembrano le stesse. Lo rivelano gli autotrasportatori che attraversano la Highway 401, l’autostrada più trafficata del Nord America che si estende per 828 km. Sull’autostrada più trafficata della nazione i camionisti segnalano meno collisioni e meno traffico anche se le carreggiate non sono ancora libere da auto. Clicca sulla foto sotto per vederla a tutta larghezza.

INCIDENTI E CORONAVIRUS, NON SEMPRE VA ALLO STESSO MODO

Ciò che invece accade in molti altri Paesi dove la sicurezza delle strade è un eufemismo, l’emergenza Coronavirus è un metro di paragone inverso. È quanto accade in Africa ad esempio, dove i contagi da Covid-19, sono per ora fortunatamente circoscritti. Il Ghana, in particolare, è la settima nazione dell’Africa per contagiati da Coronavirus e zero morti (dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità al 26 marzo 2020). Qui infatti, come riporta GhanaWeb, gli incidenti stradali in Ghana uccidono più del Coronavirus. Solo a gennaio e febbraio, la National Road Safety Commission (NRSC) ha registrato 222 morti sulle nostre strade”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Autovelox e telecamere Ztl

Autovelox e telecamere Ztl possono verificare assicurazione e revisione

Decreto semplificazioni: le grandi opere che il Governo intende sbloccare

Vendita auto usata online truffe

Auto usate in ripresa: +6,6% a giugno 2020