Incidenti stradali 2021: e-bike più letali dei monopattini

Nuovi dettagli sugli Incidenti stradali 2021 in Italia: le e-bike sono risultate più letali dei monopattini elettrici con un numero di vittime maggiore in proporzione

10 ottobre 2022 - 22:30

I monopattini elettrici sono pericolosi? Tanti pensano di sì e c’è chi crede addirittura che siano pericolosissimi. Tuttavia ci sono veicoli che hanno numeri peggiori a livello di sinistrosità, ma non godono della stessa (cattiva) fama. È quanto emerge dal rapporto ACI-Istat sugli incidenti stradali in Italia nel 2021, secondo cui, per esempio, i sinistri con le bici elettriche hanno causato in proporzione molte più vittime dei monopattini. Eppure non ci risulta che qualcuno stia chiedendo assicurazione e casco obbligatori per le e-bike…

INCIDENTI STRADALI 2021: E-BIKE PEGGIO DEI MONOPATTINI

I dati parlano chiaro. Nel 2021, in Italia, gli incidenti stradali con lesioni a persone che hanno coinvolto almeno un monopattino elettrico sono stati 2.101, con 9 vittime e 1.980 feriti di cui 1.903 conducenti e 77 passeggeri (tutti fuorilegge visto che le regole della circolazione sui monopattini elettrici escludono la presenza del passeggero). Si sono inoltre contati 1 morto e 127 feriti tra i pedoni investiti. Invece le biciclette elettriche o e-bike, sempre nel 2021 e sempre in Italia, sono state coinvolte in 691 sinistri, con 13 vittime e 641 feriti.

Ne consegue che, in proporzione, i monopattini elettrici causano 1 vittima ogni 233 incidenti mentre le bici elettriche 1 ogni 53 incidenti, quindi molto più frequentemente. Ci sono dunque molte più possibilità di morire pedalando con un e-bike che andando in monopattino, lo dicono i numeri. E se è vero che le biciclette elettriche possono raggiungere velocità maggiori di un monopattino (al netto di eventuali alterazioni, invero piuttosto frequenti su entrambe le tipologie di veicoli), quindi risultare in teoria più pericolose, è altrettanto vero che i monopattini sono decisamente meno stabili di un’e-bike e maggiormente soggetti a sbandamenti, urti e cadute.

INCIDENTI STRADALI 2021: DATI GENERALI

Per il resto nel 2021, sulle strade italiane, complessivamente si sono registrati 151.875 incidenti con lesioni a persone, che hanno causato 2.875 decessi e 204.728 feriti. In media, rispettivamente, 416 incidenti, 7,9 morti e 561 feriti ogni giorno. In 40 province italiane (su 107) il numero di decessi rispetto al 2019, anno scelto come riferimento tenuto conto della particolarità del 2020 per le restrizioni Covid, è aumentato e in 7 è rimasto stabile. Oristano, Savona e Biella sono risultate le province con gli incrementi percentuali maggiori, viceversa Aosta, Trieste e Massa Carrara sono diminuite più di tutte. Le regioni nelle quali si è verificato un decremento apprezzabile di decessi sono state Valle d’Aosta (-75%), Molise (-46%), Trentino Alto Adige (-31%) ed Emilia-Romagna (-20%).

INCIDENTI STRADALI 2021: GLI UTENTI DEBOLI

Per quanto riguarda infine i cosiddetti utenti deboli della strada, nel corso del 2021 sono deceduti 471 pedoni, 220 ciclisti (di cui 13, come abbiamo visto, su bici elettrica) e i già citati 9 conducenti di monopattino elettrico, più un pedone morto investito da un monopattino. Nella provincia di Roma si è osservato il più alto numero di pedoni morti (50), seguita da Milano (20), Napoli (18) e Torino (15). Milano ha avuto invece il triste record di ciclisti deceduti (10), dinanzi a Padova e Pavia (8), Ravenna e Forlì-Cesena (7). Da notare che dei 9 morti su monopattino ben 4 sono concentrati ancora nella provincia di Roma.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Gomme invernali 245/40 R19 auto sportive: la classifica Auto Bild

Mercedes: auto elettriche più veloci a pagamento, ma la sicurezza?

Apertura M4 Milano: mappa e fermate metro operative e future